Lourdes - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> "Così sono guarita." Lourdes, la storia di un vero miracolo

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di In Terris ·
Tags: Lourdesmiracoli
Un santo diceva che per credere gli bastavano i miracoli del Vangelo, sebbene i prodigi si ripetano anche oggi. Una prova vivente del fatto che, come ripete il salmo, “non si è accorciata la mano del Signore”, è Elisa Aloi. Nata 85 anni fa a Patti, in provincia di Messina, è stata miracolata a Lourdes. La sua guarigione, avvenuta nel 1958, fu ufficialmente riconosciuta come prodigiosa nel 1965 dall’arcivescovo di Messina mons. Fasola.
In occasione della XXV Giornata del Malato, che si celebra in forma solenne proprio a Lourdes, Elisa Aloi accetta di raccontare la sua storia in esclusiva a In Terris. Da quasi tre mesi è ricoverata in ospedale per la frattura di un femore ma risponde con grande lucidità al telefono.

Quando ha scoperto la sua malattia?

Ero una ragazza di 14 anni, mi ricoverarono perché mi era suppurato un ginocchio. Non conoscevo la gravità della malattia, volevano addirittura tagliarmi la gamba. E’ stato mio fratello, più grande di me, che si è opposto, proviamo altro disse. Hanno dovuto incidere da una parte all’altra del ginocchio e da lì nacque tutto questo trambusto. Poi il pus salì nella gamba e formò questa tubercolosi ossea. Che oggi potremmo definire malattia delle ossa per essere più eleganti…

Quando ha deciso di andare a Lourdes?

In realtà ci sono andata per caso. Ero ricoverata a Palermo e quindi non avevo molte amicizie, dovevo stare sola nella stanza perché la gamba mandava cattivo odore. E non facevo altro che scrivere, trovavo l’indirizzo di un prete, di una chiesa, di un’associazione, comunque cose religiose e scrivevo…
Un giorno mi capitò sotto mano, e quello è stata la Madonna che me l’ha mandato, l’indirizzo di un prete di Roma, un gesuita. Questo sacerdote venne a Palermo e venne a conoscermi. Così nacque una relazione epistolare, ci telefonavamo ogni tanto, anche se non avevamo i telefonini come oggi. Di tanto in tanto veniva a Palermo a trovarmi e mi fece conoscere i Volontari della Sofferenza di Roma, di cui poi feci parte anch’io. Questi, vedendo che ero così giovane, ritennero opportuno farmi partecipare a un convegno di tre giorni che si teneva a Roma col Papa. Così andai. Poi il presidente della sezione di Palermo pensò di farmi andare a Lourdes. Mi chiese se la conoscevo… Io nemmeno il nome conoscevo, non avevo mai letto la storia di Lourdes. Da Palermo loro si sono interessati per farmi partire con l’Unitalsi.

Cosa ha provato al suo arrivo?

Quando vedo tutti quei malati, nonostante io fossi una di quelle… si può dire gravi, dico “Madonna mia quello che c’è… allora io in confronto sto bene…”.
Assistemmo alle funzioni, poi tornai in Sicilia. Volli tornare a Messina e la prima cosa fu quella di cercare l’Unitalsi. Tornai a Lourdes per la seconda volta, seguivo le funzioni e basta.

Ma nessuna guarigione.

No, anzi, peggiorai ancora. Dovevano togliermi l’osso della gamba perché andava continuamente in necrosi, si formavano ascessi e avevo sempre la febbre alta. Allora il professore che mi aveva in cura decise di togliere 10 cm di osso dal femore destro, in modo da poter respirare un po’ di salute, se salute la vogliamo chiamare…
Il medico mi disse “Vedi che quest’anno tu non andrai a Lourdes”. Perché? Gli chiesi. “Perché torni morta”, mi rispose. Ma morire a Messina o a Lourdes per me non ha importanza, dicevo io. E così sono partita contro il parere del professore. Arrivata a Lourdes avevo la febbre. C’era un prete di Messina, mi portava sempre lui. Un giorno verso le 2 avevo la febbre alta. Mi chiese se volevo uscire. Io gli dissi di andare alle piscine ma non c’era nella mia mente uno scopo particolare.

Perché?

Ero ingessata dal collo ai piedi, in una posizione scomoda, con i piedi divaricati. Non potevo entrare in piscina… Mi misero su un’apposita barella, bagnarono il telo, lo strizzarono e me lo poggiarono addosso.

E cosa accadde?

Sentii una cosa che mi girava per tutto il corpo. Oddio, sto morendo, pensai, aveva ragione il professore. Appena uscii il sacerdote, che forse aveva notato qualcosa, mi chiese come mi sentivo e se volevo andare in ospedale. Gli dissi “boh, non lo so… andiamo all’explanade per la benedizione con il Santissimo Sacramento. Verso la spianata si camminava a passo di barelle e io sentivo le gambe che si muovevano. “Guarda che sensazione che ho in mente” pensavo. Sentivo come un formicolio e mi ripetevo “sto morendo”. Quando siamo passati davanti alla Grotta ho detto “Madonna, toglimi ‘sto pensiero, le gambe che si muovono…”. Quando siamo arrivati all’explanade sentivo delle vibrazioni e chiamai il medico di Catania che mi medicava 2-3 volte al giorno. Mi fece segno di stare zitta ma io lo chiamai più forte e lui, per non farmi gridare, mi raggiunse. Alzò le coperte e si accorse che le ferite del drenaggio erano chiuse, le gambe pulite… “Non dire niente a nessuno che finisci soffocata” mi disse. Io volevo che mi tagliasse il gesso per alzarmi ma non si poteva fare, anche oggi sono cose che deve fare la struttura da cui si parte. Mi portarono al Bureau Medical, fui visitata dai medici, mi hanno punto con lo specillo e usciva sangue vivo. Io ritengo che per loro fu subito chiaro il miracolo ma io non sapevo cosa era successo…

E quando è rientrata a casa?

A Messina le suore mi aspettavano alla stazione. Pensavano che fossi morta. E invece gridai “Sto bene, muovo le dita dei piedi” perché solo quelle avevo libere… In ospedale il professore ha visto le ferite chiuse e mi ha detto “domani facciamo le radiografie”. Fatti i raggi, non mi dava i risultati, non aveva coraggio. Il gesso era stato tagliato davanti per fare le radiografie, dalle quali risultava che ero completamente guarita. Non c’era più niente… Il professore non credeva al referto del radiologo. “Ho tagliato io l’osso, come è possibile che ora sia normale?” mi disse. Io gli diedi una spinta, mi alzai e cominciai a camminare. Il professore uscì dalla stanza come se avesse visto un fantasma!

E’ tornata a Lourdes?

Sì, certo. Sono 53 anni che ci vado ogni anno con l’Unitalsi. Ho sempre lavorato con i malati gravi: al barellato, in ospedale. Dopo alcuni anni ho voluto provare le piscine, che sono molto pesanti… Ho fatto tutti i lavori dell’Unitalsi.

E la sua vita come è cambiata?

Dopo la prima grazia ne ho ricevuta un’altra dalla Madonna, ancora più bella. Io non avevo idea di sposarmi. Mi chiesero se volevo farmi suora ma dico la verità, sentivo che l’abito non era per me. Il Signore aveva stabilito che mi dovevo sposare. Abitavo con mio fratello. Un giovane parlò con lui, siamo stati fidanzati 15 giorni e mi sposai. Ma non potevo avere figli per quello che avevo passato, gli organi genitali erano stati lesi. E invece ho avuto 4 figli e 3 nipoti.

A loro parla mai del miracolo?

Come no… Anche loro ne parlano, lo hanno raccontato anche a scuola.

Qual è ora il suo rapporto con la fede?

Vorrei avere ancora più fede onestamente… Ho fede, la Madonna è sempre con me… Amo Dio, lo Spirito Santo ma vorrei amare ancora di più questo Dio. Molto di più.



Articoli recenti
Nuvole
AVVISO IMPORTANTE Beato Mayr-Nusser Aldo Maria Valli j'accuse assassinio satanismo Bergoglio Amoris referendum Polonia Santa Veronica Giuliani medaglia miracolosa indagato Sala strage di Berlino profezia consumismo massoneria Cuba Fedeli Unità dei cristiani Mama Antula correzione formale scisma fastfood Maria Valtorta Pillole CONFERENZE E SANTE MESSE Bukavu Giappone Immacolata Concezione Apparizione a Lourdes profughi PENSIERI A VOCE ALTA promesse Cina il sacro tugurio diritti treni a vento 25 novembre 2016 anima vittima Card. Burke Renzi seminari monachesimo ecografia prenatale apologetica Boff Raul Castro aborto sofferenza dei bambini Conferenze valtortiane rivoluzione religiosa evoluzionismo Insediamento Trump infallibilità e indeffettibilità della Chiesa incendio filatelica Kosovo Umberto Benigni peronismo nazionalcattolico Pontefice Mistica Maria Valtorta Pensieri a voce bassa la Beppina tragedia a Uyo Cascioli Santo Sepolcro Intervista Benedettini Lefebvre tradizionalisti serate valtortiane Quo Vadis? Pensieri a Voce Bassa comunismo Świebodzin Cattedrale di Pristina Obama Verginità di Maria Misericordia et misera Socci Buon Natale morte di Fidel Castro padre Lombardi Papa Difendiamo i nostri figli Redenzione streghe supplica demonologia Creazione settimana di preghiera Avvenire comunione a divorziati risposati Giornata della pace Italia eretico articolo su Maria Valtorta IMU Pontificato Bergoglio assenza di Dio pro-life italiano Padre Pio Scalfari San GIuseppe CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta guarigioni Beata Giovanna Scopelli La sconfitta di Renzi doveri Giubileo della Misericordia omosessualità L'Evangelo come mi è stato rivelato Fumagalli Twitter Card. Raymond Burke proselitismo effetto Paglia Catechismo Maggiore di S. Pio X battesimo Valeria Fedeli terremotati Fraternità San Pio X Natale miracoli Preti sposati assolvere il peccato di aborto varie 80 anni (in dittatore disorientamento pastorale Satana Gesù sacramentato prostituzione Dubia Newman Roberto De Mattei Rwanda Jean-François Lavére Fillon l'antilingua Rom Guido Villa Trump Morte Google Lund Mattarella Family Day omosessuali FB la verità su Aleppo lingue di vermi Papa Francesco fare chiarezza La Croce di S. Benedetto pillole) Politi Presepe infallibilità antimassoneria sbarackato Obama Pensiero a voce bassa 1002 Frezza Amoris Laetitia Argentina Francia gender Theologica odio Islam moderato cinwue Dubia LGBT avvelenamento di massa Eye Pyramid Madonna No imparare la Lis Consacrazione voce Ratzinger Parlamento alluvioni Referendum limbo Palmaro populismo latinoamericano pro gender intervista integrale al Card. Burke comunicazione non ostile bellezza Aleppo Italicum mons. Fellay Inferno lotta contro l'aborto Medjugorje sincretismo articolo 138 Gomez Davila Amoris Laetitia Israele Marchino vescovo Robert W. McElroy cattolici statunitensi a Trump Giobbe articoli vari Basta Bugie Johm SOSPESO A DIVINIS Expo Madonna della Ghiara comunione ai divorziati risposati PENSUERI A VOCE BASSA intervista a Burke La necessità della... Resistenza eresie protestanti febbre spirituale la Colonna dell'Immacolata Papa Bergoglio Lutero riforma silenzio della S. Sede antidarwinismo Quaresima anno giubilare obiezione di coscienza Gerusalemme video Stephen Wilders il reato di intralcio all'aborto fenomeni Cardinali sesto dubia carmelitana Gedeone cremazione confessione PENSIERI VOCE ALTA castigo di Dio P. Giovanni Cavalcoli Ministra dell'Istruzione Stephen Austin scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi Brexit crollo del tetto di una chiesa bufale globalizzazione Convegno Valtorta Commiato all'Opera eresia ariana dubia teologia del processo e del divenire Melloni condanna Musica Sacra domanda elezioni Volto Santo riforma della curia tsunami verginità della Vergine terremoti Claudio Pierantoni Valtorta Renxit rissa vaticana Fatima furto di ostie Don Minutella Porta Santa Omelie ex-cathedra DUBIA fondazione Maria Valtorta Pensieri a voce alta (in pillole) peccato originale fedeltà sisma Neo Modernismo feto genocidio cappella agli islamici liturgia antica leggere Mary Wagner economia Schneider messainlatino Finnis Risurrezione dei morti Clinton Crisi del Dogma I 4 Novissimi Blondet Cattedrale di Reggio Emilia Concilio Vaticano Benedetto XVI GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI teoria arrogante Suor Lucia di Fatima Paradiso Giudizio Particolare Robert Spaemann Maria Pensieri a voce alta (in pillole) Re Magi Mistica viareggina consustanziazione a Non praevalebunt! Camicia della Madonna Gender Basta Bugie aborto peccato gravissimo pro-life Toscana Dott.ssa Elisabetta Frezza Scopelli Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Card. Biffi gelo il mercante d'armi Tosatti Amoris laetitia Carlo Acutis Limbo Isis luterani misericordia religiosa traumi morte dei bambini perdono modernisti Lo Straniero Guido Landolina il cornoletame Sander Magister John Major rifugiati assistenza umanitaria leucemia Pensieri a voce alta Bernadette Sindone Card. Sarah Caritas pensieri a voce alta raccolta firme x chiedere dimissioni Fedeli. Costituzione convivenza Don Ariel Pietro Purgatorio Santiago del Estero valanga dimissioni congelate alta! modernismo Giovanni Paolo II sogno strafalcioni Fidel Castro Lourdes Don Zucchini Strage di Viareggio Germain Grisex S. Antonio Abate Papa Benedetto XVI Russia flat tax Giuda Storia sociale della Chiesa otto errori. creazionismo lettera dei quattro Cardinali Pensieri darwinismo Card. Brandmuller Concistoro Cristo Re droga Don Giuseppe Berardino Vittorio Agnoletto Pensieri a Voce Alta Spadaro Medaglia miracolosa Laetitia riconteggio Transustanziazione nuovo cristianesimo Apocalisse Don Ariel S. Levi di Gualdo Dogma Benedetta Frigerio interviste Ordine di Malta Kasper Gandolfini in ricordo del viaggio in Italia Radio Maria Atti di riparazione Pence ibernazione Convegno valtortiano 2016 eutanasia commissariamento Ordine di Malta
Torna ai contenuti | Torna al menu