01/2018 - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 131. "Ecco l'opera perfetta del Creatore. Ecco ciò che Io creai a mia più vera immagine e somiglianza fra tutti i figli dell'uomo, frutto di un capolavoro divino e creativo, meraviglia dell'universo…"

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a voce alta (in pillole)

20.1.2018
Pensieri a voce alta (in pillole)
di Guido Landolina
Vedi anche in Sezione Opere dal sito dell'autore
'I 4 NOVISSIMI', di Guido Landolina - Sezione Opere - Vol. I, Cap. 25
Per scaricare invece questo singolo 'Pensiero' in pdf dal sito cliccare:
oppure da Gloria.tv:
^^^^
20.1.2018
131. "Ecco l'opera perfetta del Creatore. Ecco ciò che Io creai a mia più vera immagine e somiglianza fra tutti i figli dell'uomo, frutto di un capolavoro divino e creativo, meraviglia dell'universo…"
Dico subito che questo mio 'Pensiero' è destinato ai non credenti: atei, agnostici, razionalisti o semplicemente scettici che potrebbero trovarvi - pur non condividendolo - qualche aspetto di… curiosità.
Sono del resto molto 'indulgente' nei loro confronti, essendo stato anch'io come loro.
Sono giunto a ricredermi solo dopo molti anni di studio e meditazione della Dottrina di Gesù e della sua Vita vista in … diretta così come descritta in sedici Opere contenenti le rivelazioni e visioni della grande mistica del novecento Maria Valtorta (QUI).
I filosofi hanno scritto libri e libri sull'anima, questa misteriosa entità invisibile.
Senza stare a scomodare Aristotele e San Tommaso, io sarò molto più semplice.
Innanzitutto spiegando che per l'uomo quella che è genericamente detta 'anima' si può identificare con l'intero complesso psichico, composto dall'anima detta 'animale' o 'vivificante' (nel senso che essa è vita e mantiene peraltro in vita anche gli animali propriamente detti, venendo loro trasmessa con la riproduzione) e dall'anima spirituale.
Quest'ultima, propria solo dell'uomo, è una sorta di perla nella conchiglia, una quintessenza dell'anima animale, uno 'spirito dello spirito' che viene infusa da Dio nell'embrione all'atto del concepimento.
I Vegetali hanno da parte loro un'anima puramente 'vegetativa', con funzioni più limitate, ma che comunque li mantiene in vita e governa le attività più elementari di nutrizione e riproduzione.
Mentre l'anima-animale degli 'animali' in senso stretto si estingue, si dissolve con la morte fisica dell'animale stesso, quella 'animal-spirituale' dell'uomo sopravvive perché immortale, come tale si presenta, alla morte del corpo, davanti a Gesù-Giudice dal quale viene inviata al suo destino sia fausto che infausto sulla base di come si è comportata in vita.
Ho dovuto fare questa premessa sull'anima non per convincere atei ed agnostici che anch'essi hanno un'anima… ma per spiegare per sommi capi - in base alle visioni dell'Opera valtortiana - le circostanze in cui avvenne il ‘transito’ di Maria SS. dalla terra al Cielo, in anima e … corpo.
Quante volte non abbiamo sentito parlare della sua morte, sentendola chiamare anche 'Dormizione', ma non capendone - umanamente parlando - l'esatto significato?
I Vangeli non parlano della 'morte' di Maria SS., come non parlano nemmeno di tante altre cose che invece gli apostoli sapevano e trasmettevano oralmente ai loro discepoli.
Dall'Opera della mistica emerge che Maria SS. - che alla morte, Resurrezione ed Ascensione al Cielo di Gesù era sulla cinquantina, peraltro splendidamente portata - sopravvisse ancora vari anni con il compito di accompagnare la Chiesa nascente, quale 'Madre della Chiesa'.
Ella rimase dunque a Gerusalemme, assistita dall'apostolo Giovanni, mentre gli altri apostoli avevano già cominciato a spargersi per il mondo per evangelizzare le genti, insomma proprio quello che oggi non si vorrebbe più fare dato che una religione - secondo taluni - equivarrebbe all'altra perché 'tutti gli uomini adorerebbero lo stesso Dio'.
Come mai nei Vangeli non si parla della 'morte' e Assunzione al Cielo di Maria?
Per la stessa ragione per la quale non vennero menzionati altri importanti fatti.
Lo stesso San Giovanni ce lo conferma (Gv 21, 24-25) quando - chiudendo le ultime righe del suo Vangelo - afferma di sé: 'È lui il discepolo che attesta queste cose e le ha scritte e noi sappiamo che la sua testimonianza è verace. Ci sono molte altre cose fatte da Gesù, le quali, se fossero scritte ad una ad una, non so se il mondo stesso potrebbe contenere i libri che si dovrebbero scrivere'.
Quest'ultima affermazione è una iperbole ma la visione del 'Transito', che Maria Valtorta descrive mentre avviene, è appunto una di quelle tante cose non scritte nei Vangeli ma che Giovanni - che ne è stato testimone diretto avendo vissuto molti anni con Maria - non può non aver raccontato agli altri apostoli e questi ai loro discepoli e così via, alimentando fin dall'inizio la 'Tradizione' di un avvenimento che sarebbe stato in seguito codificato canonicamente nel Dogma del Transito/Assunzione di Maria al Cielo in anima e corpo.
Dopo l'Ascensione al Cielo di Gesù, Maria SS. si era dunque ritirata a vivere insieme a Giovanni in una casetta sul Monte degli ulivi, vicina al punto in cui Gesù aveva lasciato la terra di fronte ad una moltitudine di discepoli, come raccontano gli Atti degli apostoli.[1]
La casetta le era stata generosamente messa a disposizione dal ricchissimo e potente Lazzaro che era proprietario della stessa come di molti altri terreni attigui fra Gerusalemme e Betania, un Lazzaro che molto di più di quanto dicano i Vangeli canonici era stato da sempre - insieme alle sue due sorelle Maria Maddalena e Marta - il benefattore e protettore 'politico' di Gesù nei confronti dei suoi nemici.
Maria SS., conscia di aver compiuto ormai la sua missione in terra, sentiva approssimarsi la sua ora, cosa che la riempiva di serena e gioiosa attesa di ricongiungersi in Paradiso a suo Figlio.
Sentendosi un giorno presa da uno strano languore, come per un'estasi mistica, e intuendo che finalmente la Sua ora era davvero giunta, Lei si era stesa sul suo lettuccio, - assistita da Giovanni, ormai uomo maturo - addormentandosi in un'ultima estasi.
Il suo 'spirito', cioè l'anima propriamente spirituale, cioè lo spirito dello spirito, si era proteso al di fuori del corpo nella contemplazione di Dio pur mantenendo ancora un legame con l’anima 'vivificante' ben presente nel suo corpo esanime, un corpo fresco e profumato come se fosse stato ancora vivo.
L'apostolo Giovanni - esausto per averla a lungo vegliata in quello stato che non era quello della morte abituale come la conosciamo noi ma più simile ad un addormentamento - colto dalla stanchezza si era addormentato su uno sgabello.
Giovanni - sempre nella visione della mistica - viene svegliato all'improvviso da un suono armonico e 'vede' una schiera di Angeli che - entrati nella stanza dal tetto scoperchiato - la sollevano fra le loro 'braccia' e la trasportano esanime su, sempre più su, sempre più in alto verso le empiree profondità del cielo.
Non possiamo noi comprendere le effettive 'modalità' dell'intervento angelico, cioè di entità 'spirituali' che prendono materialmente come in braccio un 'solido' corpo umano, ma dobbiamo fidarci della Potenza di Dio che tutto può e quindi anche di quella degli Angeli inviati in terra per quella specialissima straordinaria missione.
Non è d'altro canto un mistero che non di rado gli Angeli - sia pur con modalità diverse - si sono in qualche modo 'materializzati' in corpi, e non in 'apparenze evanescenti di corpi'.
Lo stesso Gesù la sera della Resurrezione si 'materializzò' in un corpo solido accompagnando i due discepoli sulla strada di Emmaus e poi ancora poco dopo nel Cenacolo dopo esservi entrato attraversandone le pareti, avendo per di più chiesto agli apostoli sbigottiti ed increduli di poter mangiare, per far capire di non essere un fantasma (Lc 24 36-43) e facendosi anzi palpare, e la domenica successiva toccare anche dall'incredulo Tommaso al quale Egli chiese di mettere le dita nella ferita del suo costato.
Giovanni - per una grazia speciale concessagli da Dio per sua consolazione ed a testimonianza futura - riuscirà a vederla salire sempre più in alto, sorretta dagli Angeli, finché poté vedere il corpo di Maria come risvegliarsi dal suo torpore, riprendere vita, divenire gradatamente glorioso al punto di poter ascendere da quel momento da sola a braccia tese verso un Gesù che lassù l'attendeva ed anzi le scendeva poi incontro per abbracciarla: Lui in anima e corpo, oltre che Divinita', Lei in anima e corpo… glorificati. [2]
Per quanto concerne il 'Transito' di Maria SS., mi terrò tuttavia saldamente ancorato a quanto ci insegna non la teologia d’assalto (quella cioè di certi teologi 'cattolici’ della Scuola dei Rhaner, Bultmann e altri ancora che accusano spregiativamente di 'madonnismo' la venerazione di Maria negandone per di più la Immacolata concezione, la sua Verginità prima, durante e dopo il parto - argomento che tratto a fondo in altri miei scritti - oltre che ovviamente la Sua Assunzione compresa l'Ascensione al Cielo di Gesù), bensì la sana e bimillenaria Tradizione della Chiesa alla quale si sono attenuti Apostoli e Santi nel corso della Storia fino ad oggi.
Dal ‘Dizionario del Cristianesimo’ di Padre Enrico Zoffoli, alla voce ‘Assunzione di Maria SS.MA’, leggo pertanto:
^^^^
Transito prodigioso della Vergine da questa vita a quella beata dell’eternità in anima e corpo.
Dogma di ‘fede-cattolica’, definito da Pio XII nel 1950, fondato sulla divina maternità di Maria, partecipe più di ogni altra creatura umana al mistero della Passione Redentrice, meritevole della stessa gloria del Figlio crocifisso e risorto…
^^^^
Il fatto che Maria sia stata assunta in anima e corpo è stato dunque stabilito per Dogma, e ciò - almeno per un vero credente - non dovrebbe lasciare dubbi a meno di non voler mettere in discussione il principio dell'assoluta infallibilità dei Dogmi fondanti la Dottrina della Chiesa.
Assunta con il corpo?
Si capisce più facilmente l'Assunzione al Cielo dell’anima, cioè di una essenza spirituale, ma quella del corpo?
Eppure Gesù - anche se gli odierni teologi modernisti, emulatori di Ario, non credono più né alla sua Divinità né alla sua Resurrezione, e questa è pura apostasia - è asceso al Cielo con il suo Corpo 'solido' come testimoniano appunto gli Atti degli Apostoli.
Alla resurrezione finale in occasione del Giudizio Universale - ne ho parlato spesso nei miei scritti - anche noi stessi riacquisteremo il nostro corpo non fatto di una mera 'forma' ma di una 'solida sostanza': cioè in carne e… ossa.
Dall’Opera valtortiana - ma anche dalla Dottrina della Chiesa - in una lezione fondamentale sulla 'Genesi biblica' dove ad ammaestrare la mistica è lo Spirito Santo, viene spiegato che il destino originario dell’uomo -prima che questi fosse corrotto nell’anima, nella psiche e nel corpo dal Peccato originale - avrebbe dovuto essere quello di vivere una vita lunghissima senza malattie, per poi trapassare senza morire e con il proprio corpodal Paradiso terrestre a quello 'celeste' e là godere della perfetta conoscenza di Dio per l'Eternità.[3]
Se si crede che Gesù sia il Verbo incarnato, se si crede che da morto Egli - Dio-Uomo - si sia resuscitato da Sé, se si può anche accettare l'idea dell'Ascensione al Cielo di Gesù con un corpo in carne ed ossa, allora non c'è da meravigliarsi che la Madre di Dio - Immacolata perché immune dalla Macchia del Peccato originale, portatrice e nutritrice nel suo seno del Verbo-Gesù e per di più Corredentrice con Lui - possa essere 'transitata' dalla terra al Cielo in anima e corpo come avrebbe dovuto succedere ad Adamo ed Eva se essi non avessero peccato contro Dio.
Il fatto può apparire incredibile ad agnostici, razionalisti e atei che non credono in Dio Creatore del Tutto e valutano ogni fenomeno solo sulla base delle leggi fisiche da noi conosciute.
Ciò, pur credendo essi invece fermamente a quella che è una pura assurdità logica… che fa a pungni con il semplice buon senso, e cioè che l'Universo - con tutte le perfettissime 'leggi' che lo fanno esistere nell'etere senza dissolversi - sia nato da sé e dal nulla.
Maria Ss. con la sua Assunzione, come Gesù con la sua Resurrezione, ci ha dato una prova di quella che sarà la situazione dei 'giusti' alla loro resurrezione finale, e lo ha fatto per confermarci nella fede.
Sarebbe (parlando con un linguaggio di uso comune, e per capirci con un esempio certamente improprio)come il passaggio dalla dimensione fisica di questo mondo a quella di un altro mondo o di un altro universo obbediente a leggi fisiche diverse.
Fantascienza? Certamente, tuttavia è una ipotesi a lungo accarezzata da astrofisici e premi Nobel che - per cercare di trovare una spiegazione soddisfacente a fenomeni fisici altrimenti per essi inspiegabili - continuano da decenni a studiare la teoria dei cosiddetti 'universi paralleli'[4], teoria niente affatto dimostrata ma solo da loro supposta.
Nikodem Poplawski, fisico teoretico, è notissimo nel campo scientifico per la teoria dei 'buchi neri' (wormhole) per cui il nostro universo a suo avviso si situerebbe appunto all'interno di un 'buco nero'[5] che si troverebbe a sua volta all'interno di un universo molto più grande.
Detto un poco approssimativamente, un buco nero sarebbe una 'porta' verso un altro universo, teoria riportata a suo tempo con grande rilievo anche dagli autorevoli Magazines 'National Geographic' e 'Science'. In sostanza esso sarebbe come un ipotetico tunnel che collega due diversi punti nello spazio-tempo.
Lasciando però il 'fantascientifico' per ritornare al tema che stavamo sviluppando in merito alla soprannaturalità di certi fenomeni, come l'apparizione appunto in carne ed ossa di Gesù nel Cenacolo, quante volte - nella storia bimillenaria della Chiesa fino ad oggi - Gesù e la Madonna sono apparsi e poi scomparsi, mostrandosi talvolta non solo in visione ma anche fisicamente in forma 'materiale'?
E la Madonna di Guadalupe, tanto per dirne una, con quegli altrettanto incredibili 'segni' che ha lasciato anche sulla sua famosa 'tilma' (manto) per convincere anche i più 'riottosi' che Dio c'è, e Lei pure?
Dunque, concludendo, il corpo di Maria che viene assunto in Cielo - almeno all’inizio dell’Assunzione, cioè prima di arrivare in Cielo – era un corpo normale, pesante come il nostro, cioè non ancora un ‘corpo glorificato’, salvo poi divenire tale nel corso dell'Assunzione, prima del suo ingresso in Paradiso.
Nel dicembre del 1943 la mistica scriveva a quest'ultimo riguardo (sottolineature e grassetti sono miei):[6]
^^^^
Dicembre 1943.   
13[Dice Maria:]
«La mia umiltà non poteva farmi permettere di pensare che tanta gloria mi fosse riserbata in Cielo. Nel mio pensiero era la quasi certezza che la mia umana carne, fatta santa dall'aver portato Dio, non avrebbe conosciuto la corruzione, poiché Dio è Vita e, quando di Sé stesso satura ed empie una creatura, questa sua azione è come aroma preservatore da corruzione di morte.
Io non soltanto ero rimasta immacolata, non solo ero stata unita a Dio con un casto e fecondo abbraccio, ma m'ero saturata, sin nelle mie più profonde latebre, delle emanazioni della Divinità nascosta nel mio seno e intenta a velarsi di carni mortali. Ma che la bontà dell'Eterno avesse riserbato alla sua ancella il gaudio di risentire sulle sue membra il tocco della mano del Figlio mio, il suo abbraccio, il suo bacio, e di riudire con le mie orecchie la sua voce, di vedere col mio occhio il suo volto, questo non potevo pensare che mi venisse concesso, né lo desideravo.
Mi sarebbe bastato che queste beatitudini venissero concesse al mio spirito, e di ciò sarebbe stato già pieno di felicità beata il mio io.
14Ma, a testimonianza del suo primo pensiero creativo a riguardo dell'uomo, da Lui, Creatore, destinato a vivere, trapassando senza morte dal Paradiso terrestre a quello celeste, nel Regno eterno, Dio volle me, Immacolata, in Cielo in anima e corpo, subito che fosse cessata la mia vita terrena.
Io sono la testimonianza certa di ciò che Dio aveva pensato e voluto per l'uomo: una vita innocente e ignara di colpe, un placido passaggio da questa vita alla Vita eterna, per cui, come uno che passa la soglia di una casa per entrare in un reggia, l'uomo, col suo essere completo, fatto di corpo materiale e di anima spirituale, sarebbe passato dalla Terra al Paradiso, aumentando la perfezione del suo io, a lui data da Dio, con la perfezione completa, e della carne e dello spirito, che era, nel pensiero divino, destinata ad ogni creatura che fosse rimasta fedele a Dio e alla Grazia. Perfezione che sarebbe stata raggiunta nella luce piena che è nei Cieli, e li empie, venendo da Dio, Sole eterno che li illumina.
15Davanti ai Patriarchi, Profeti e Santi, davanti agli Angeli e ai Martiri, Dio pose Me, assunta in anima e corpoalla gloria del Cielo, e disse: "Ecco l'opera perfetta del Creatore. Ecco ciò che Io creai a mia più veraimmagine e somiglianza fra tutti i figli dell'uomo, frutto di un capolavoro divino e creativo, meraviglia dell'universo, che vede chiuso in un solo essere il divino nello spirito eterno come Dio e come Lui spirituale, intelligente, libero, santo, e la creatura materiale nella più innocente e santa delle carni, alla quale ogni altro vivente, nei tre regni del creato, è costretto ad inchinarsi.
Ecco la testimonianza del mio amore per l'uomo, per il quale volli un organismo perfetto e una beata sorte di eterna vita nel mio Regno.
Ecco la testimonianza del mio perdono all'uomo al quale, per la volontà di un Trino Amore, ho concesso riabilitazione e ricreazione agli occhi miei.
Questa è la mistica pietra di paragone, questa è l'anello di congiunzione tra l'uomo e Dio, questa è Colei che riporta i tempi ai giorni primi e dà ai miei occhi divini la gioia di contemplare un'Eva quale Io la creai, ed ora fatta ancor più bella e santa, perché Madre del mio Verbo e perché Martire del più gran perdono.
Per il suo Cuore Immacolato che non conobbe mai macchia alcuna, neanche la più lieve, Io apro i tesori del Cielo, e per il suo Capo che mai conobbe superbia, del mio fulgore faccio un serto e l'incorono, poiché mi è santissima, perché sia vostra Regina".
16Nel Cielo non vi sono lacrime. Ma in luogo del gioioso pianto, che avrebbero avuto gli spiriti se ad essi fosse concesso il pianto -umore che stilla spremuto da un'emozione- vi fu, dopo queste divine parole, uno sfavillare di luci, un trascolorare di splendori in più vividi splendori, un ardere di incendi caritativi in un più ardente fuoco, un insuperabile ed indescrivibile suonare di celesti armonie, alle quali si unì la voce del Figlio mio, in laude a Dio Padre e alla sua Ancella in eterno beata».
^^^^
Da tutto quanto precede - e tornando dal Cielo in terra - come poter concludere?
L'Opera perfetta della Creazione, la meraviglia dell'intero l'Universo, l'Archetipo della creazione umana, non furono i due Progenitori, ma Maria SS. vista e pensata 'ab aeterno' nella Mente di Dio, l'unica ragione per non distruggere l'Umanità - traditrice fin dai primi due Progenitori - pur di serbarsi la gioia di vedere in futuro, nella Storia, quella sua Perfezione creativa per la quale valeva la pena di perdonare all'Umanità, grazie alSacrificio redentivo del Verbo-Dio, in attesa del completamento del Suo Progetto creativo: tanti uomini, forse miliardi di uomini, dotati di anima immortale, creati per vivere in terra nella loro 'carne' ma destinati a continuare la loro vita in Cielo in anima e corpo per l'Eternità, quali meritevoli 'figli di Dio' per essere riusciti a superare con la loro buona volontà i cattivi istinti e le non buone passioni conseguenti alla Colpa dei due Progenitori.
Colpa sì ma - come aveva detto Sant'Agostino - 'Felix Culpa', Colpa felice, perché - grazie agli sforzi del combattimento quotidiano contro il nostro 'io' - è riuscita a farci guadagnare - con un merito che i Primi due, creati perfetti, non avrebbero avuto - una felicità senza fine.


[1] La Bibbia, Atti degli apostoli: 1, 3-12: «3Egli si mostrò a essi vivo, dopo la sua passione, con molte prove, durante quaranta giorni, apparendo loro e parlando delle cose riguardanti il regno di Dio. 4Mentre si trovava a tavola con essi, ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere l'adempimento della promessa del Padre, «quella - disse - che voi avete udito da me: 5Giovanni battezzò con acqua, voi invece, tra non molti giorni, sarete battezzati in Spirito Santo». 6Quelli dunque che erano con lui gli domandavano: «Signore, è questo il tempo nel quale ricostituirai il regno per Israele?». 7Ma egli rispose: «Non spetta a voi conoscere tempi o momenti che il Padre ha riservato al suo potere, 8ma riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra».
9Detto questo, mentre lo guardavano, fu elevato in alto e una nube lo sottrasse ai loro occhi. 10Essi stavano fissando il cielo mentre egli se ne andava, quand'ecco due uomini in bianche vesti si presentarono a loro 11e dissero: «Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che di mezzo a voi è stato assunto in cielo, verrà allo stesso modo in cui l'avete visto andare in cielo».
[2] Maria Valtorta: 'L'Evangelo come mi è stato rivelato': Vol. X, Cap. 651: 'Riflessioni sul Transito di maria Ss., sulla sua Assunzione e sulla sua Regalità - Centro Editoriale Valtortiano
[3] M.V.: ‘Lezioni sull’epistola di Paolo ai Romani’ (Cap. 7, v.1-13) – Dettato del 28.2.48 – C.E.V.
[4]Da Wikipedia: Una dimensione parallela o universo parallelo (anche realtà parallela, universo alternativo, dimensione alternativa o realtà alternativa) è un ipotetico universo separato e distinto dal nostro ma coesistente con esso; nella maggioranza dei casi immaginati è identificabile con un altro continuum spazio-temporale. L'insieme di tutti gli eventuali universi paralleli è detto multiverso. Il concetto di "altri universi" non è estraneo alla letteratura scientifica: esistono alcune teorie cosmologiche e fisiche che ammettono la loro esistenza, la più famosa delle quali è la teoria delle stringhe.
[5]Fonte Wikipedia: Nella relatività generale si definisce buco nero una regione dello spazio/tempo con un campo gravitazionale così forte e intenso che nulla al suo interno può sfuggire all'esterno.
Classicamente questo avviene attorno ad un corpo celeste estremamente denso nel caso in cui tale corpo sia dotato di un'attrazione gravitazionale talmente elevata che la velocità di fuga dalla sua superficie risulti superiore alla velocità della luce. Da un punto di vista relativistico, invece, la deformazione dello spazio/tempo dovuta ad una massa così densa è tale che la luce subisce, in una simile situazione limite, un redshift gravitazionale infinito. In altre parole, la luce perde tutta la sua energia cercando di uscire dal buco nero. La superficie limite al di là della quale tali fenomeni avvengono è detta orizzonte degli eventi. Da questa caratteristica deriva l'aggettivo "nero", dal momento che un buco nero non può emettere luce. Dal fatto che nessuna particella può sfuggirgli (nemmeno i fotoni), una volta catturata, risulta invece appropriato il termine "buco". Un corpo celeste con questa proprietà risulterebbe, quindi, invisibile e la sua presenza potrebbe essere rilevata solo indirettamente, tramite gli effetti della materia che precipita nel suo intenso campo gravitazionale.
Fino ad oggi sono state raccolte numerose osservazioni astrofisiche che possono essere interpretate (anche se non univocamente) come indicazioni dell'effettiva esistenza di buchi neri nell'universo, come le galassie attive o le binarie X. Il termine "buco nero" è dovuto al fisico John Archibald Wheeler (in precedenza si parlava di dark star o black star).
[6] M.V.: ‘L’Evangelo come mi è stato rivelato’ – Vol. X, Cap. 651.13 – Centro Edit. Valtortiano.




> 1011. IL PRIMO DISCORSO DELLA MONTAGNA: 'VOI SIETE IL SALE DELLA TERRA E LA LUCE DEL MONDO…'. IL RUOLO - NELLA CHIESA E NELLA STORIA - DEI FUTURI VESCOVI E SACERDOTI.

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a voce bassa

> 130. Non voglio morire!

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a voce alta (in pillole)

> 129. Eutanasia degli adulti, dei bambini malati e della… Chiesa. Atti gravissimi di arbitrio ed autogiudizio dell'uomo contro i diritti di Dio.

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a voce alta (in pillole)

<1010. IL DISCORSO DELLA MONTAGNA IN SETTE GIORNI: SOMMARIO…, PRESENTAZIONE E INTRODUZIONE

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a voce bassa
Articoli recenti
Nuvole
articolo su Maria Valtorta Benedetta Frigerio Gesù sacramentato Conferenze valtortiane la Beppina evoluzionismo assenza di Dio Mistica Maria Valtorta teologia del processo e del divenire bufale Pensieri a voce alta Convegno valtortiano 2016 Quo Vadis? Madonna diritti Quaresima Giubileo della Misericordia messainlatino sincretismo cappella agli islamici Giudizio Particolare Card. Burke guarigioni Volto Santo Costituzione Papa Bergoglio Santa Veronica Giuliani John Major gelo Storia sociale della Chiesa profezia Fillon Boff Marchino perdono No omosessualità Referendum fedeltà Gandolfini fondazione Maria Valtorta Theologica Sindone disorientamento pastorale Pensieri a voce alta (in pillole) demonologia odio Camicia della Madonna Pontificato Bergoglio strafalcioni Card. Biffi Strage di Viareggio valanga (in Johm Umberto Benigni omosessuali Purgatorio j'accuse DUBIA Papa Benedetto XVI la verità su Aleppo Redenzione Convegno Valtorta seminari Don Ariel Don Ariel S. Levi di Gualdo assistenza umanitaria Omelie Cattedrale di Reggio Emilia Unità dei cristiani a Gomez Davila bellezza PENSUERI A VOCE BASSA sbarackato Obama Renxit riconteggio il cornoletame Concilio incendio l'antilingua Parlamento referendum Madonna della Ghiara eutanasia Maria Valtorta Gedeone PENSIERI VOCE ALTA Fedeli leucemia Porta Santa Concistoro pro-life italiano Amoris Laetitia Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Polonia la Colonna dell'Immacolata alta! carmelitana il mercante d'armi Fedeli. alluvioni mons. Fellay Dott.ssa Elisabetta Frezza antidarwinismo Bernadette Creazione P. Giovanni Cavalcoli ibernazione comunione a divorziati risposati lettera dei quattro Cardinali Expo Rom morte di Fidel Castro Fatima obiezione di coscienza Dubia Crisi del Dogma dubia scisma Eye Pyramid aborto peccato gravissimo Carlo Acutis pro-life fare chiarezza liturgia antica battesimo pillole) video Stephen CONFERENZE E SANTE MESSE Giornata della pace Scalfari articolo 138 Basta Bugie Gerusalemme Amoris Laetitia Medaglia miracolosa Limbo Gender Card. Sarah Ratzinger miracoli antimassoneria Cuba gender Palmaro Musica Sacra traumi doveri Lo Straniero articoli vari Basta Bugie eresie Catechismo Maggiore di S. Pio X Mama Antula monachesimo terremotati Germain Grisex Finnis AVVISO IMPORTANTE raccolta firme x chiedere dimissioni Presepe profughi Cattedrale di Pristina flat tax Mistica viareggina Pensiero a voce bassa 1002 Russia Italicum ecografia prenatale FB nuovo cristianesimo Card. Raymond Burke cattolici statunitensi a Trump proselitismo Lutero castigo di Dio Lefebvre lingue di vermi comunismo Fidel Castro sofferenza dei bambini rifugiati morte dei bambini Jean-François Lavére modernismo droga Preti sposati fastfood Vaticano Bergoglio Giuda Immacolata Concezione elezioni Raul Castro rivoluzione religiosa teoria serate valtortiane Mattarella luterani dittatore Twitter darwinismo Intervista Benedettini Family Day Natale LGBT infallibilità e indeffettibilità della Chiesa avvelenamento di massa Clinton Morte Beata Giovanna Scopelli prostituzione Don Zucchini globalizzazione Maria consumismo assolvere il peccato di aborto misericordia Isis condanna riforma della curia economia ex-cathedra domanda Satana Santo Sepolcro Caritas Guido Villa Aleppo il reato di intralcio all'aborto anima vittima terremoti Google Obama apologetica correzione formale Toscana verginità della Vergine Pensieri a voce bassa PENSIERI A VOCE ALTA settimana di preghiera Valeria Fedeli medaglia miracolosa modernisti Schneider creazionismo I 4 Novissimi anno giubilare Israele Verginità di Maria La Croce di S. Benedetto cinwue Dubia Beato Mayr-Nusser pro gender tragedia a Uyo otto errori. lotta contro l'aborto Kosovo La sconfitta di Renzi Dogma Fraternità San Pio X La necessità della... Resistenza tradizionalisti filatelica 80 anni genocidio Inferno Fumagalli Pensieri a Voce Alta Radio Maria Giobbe padre Lombardi Roberto De Mattei L'Evangelo come mi è stato rivelato commissariamento Ordine di Malta San GIuseppe sesto dubia Stephen Austin Amoris Mary Wagner Amoris laetitia comunicazione non ostile peronismo nazionalcattolico effetto Paglia Papa Francesco imparare la Lis Francia Sander Magister Blondet Buon Natale Giappone arrogante Guido Landolina intervista integrale al Card. Burke Wilders Apparizione a Lourdes dimissioni congelate peccato originale Świebodzin eretico supplica Insediamento Trump Rwanda Suor Lucia di Fatima strage di Berlino Pillole eresia ariana Laetitia Giovanni Paolo II Lourdes Difendiamo i nostri figli Pensieri a Voce Bassa Santiago del Estero religiosa comunione ai divorziati risposati limbo Cina Re Magi pensieri a voce alta feto Robert Spaemann Cardinali Pensieri silenzio della S. Sede in ricordo del viaggio in Italia convivenza Pietro Pontefice Brexit Medjugorje Scopelli satanismo Misericordia et misera infallibilità Socci scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi consustanziazione tsunami Card. Brandmuller Benedetto XVI Neo Modernismo crollo del tetto di una chiesa Tosatti Italia IMU fenomeni Atti di riparazione Melloni indagato Sala Trump Cascioli Aldo Maria Valli Vittorio Agnoletto promesse cremazione voce aborto protestanti Spadaro Apocalisse CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta Newman Pence Politi assassinio 25 novembre 2016 sogno interviste treni a vento Kasper intervista a Burke Non praevalebunt! Frezza populismo latinoamericano confessione sisma Valtorta Argentina Pensieri a voce alta (in pillole) Papa Risurrezione dei morti Cristo Re streghe furto di ostie rissa vaticana Paradiso S. Antonio Abate vescovo Robert W. McElroy Lund Ordine di Malta Islam moderato Consacrazione Avvenire febbre spirituale Don Giuseppe Berardino Claudio Pierantoni Transustanziazione il sacro tugurio SOSPESO A DIVINIS Padre Pio leggere Renzi riforma Don Minutella Ministra dell'Istruzione Commiato all'Opera Bukavu varie massoneria GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI
Torna ai contenuti | Torna al menu