fare chiarezza - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> Nuovo appello al papa. I dubbi cattolici del "New York Times"

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Sandro Magister ·
Tags: fare chiarezzaDubiavescovo Robert W. McElroy

In California il vescovo di San Diego, pupillo di Bergoglio, ammette di fatto i divorzi e le seconde nozze, come in qualsiasi chiesa protestante. Dalla notizia nasce la domanda: "Amoris laetitia" può essere interpretata anche così?

di Sandro Magister


ROMA, 5 dicembre 2016

– Quattro cardinali, come si sa, hanno chiesto al papa di dire una parola chiara su cinque "dubbi" sollevati dai passaggi più controversi di "Amoris laetitia":


Ma non hanno avuto risposta e probabilmente non l'avranno mai. Poiché per papa Francesco "è nel flusso della vita che si deve discernere", non a colpi di "o bianco o nero", come "alcuni continuano a non comprendere":


Da qualche giorno, però, è arrivata a Francesco per una via insolita un'altra pressante richiesta di pronunciarsi con chiarezza. Alla quale gli sarà più complicato sottrarsi.

La richiesta gli è arrivata dal più famoso giornale laico del mondo, "The New York Times", e per l'esattezza da un suo editorialista, Ross Douthat, cattolico.

Il quale ha citato le istruzioni su "Amoris laaetitia" date alla diocesi di San Diego, in California, dal vescovo Robert W. McElroy (nella foto), in cui l'abbandono dell'indissolubilità del matrimonio e l'ammissione delle seconde nozze appaiono così clamorosamente evidenti da obbligare di fatto la somma autorità della Chiesa, in concreto il papa, a prendere posizione. E a pronunciarsi contro, perché anche il solo tacere equivarrebbe a dare libero corso a un'indubbia sostanziale rottura con un caposaldo della fede cattolica di sempre:


Questa richiesta al papa di dire una parola chiara è tanto più pungente in quanto il vescovo in questione, McElroy, è un prediletto di Jorge Mario Bergoglio, che l'ha promosso all'importante diocesi di San Diego proprio per rafforzarne il peso tra i vescovi degli Stati Uniti.

Ma che cosa dicono le istruzioni date da McElroy alla sua diocesi?

Il loro testo integrale è nel sito della diocesi di San Diego:


E questi sono i passaggi più di rottura con la dottrina bimillenaria del matrimonio cattolico:

"Molti cattolici divorziati e risposati concludono per una serie di motivi legittimi – molti dei quali derivanti da una preoccupazione premurosa per gli effetti che un processo di annullamento potrebbe avere sui sentimenti di figli adulti o di ex coniugi – che non possono avviare il processo d’annullamento. Qual è il loro stato nella Chiesa?

"La ‘Amoris laetitia’ sottolinea che nessuna norma astratta può incorporare le molte complessità delle circostanze, le intenzioni, i livelli di comprensione e di maturità che originariamente avvolgevano l'agire di un uomo o di una donna nell’entrare nel loro primo matrimonio, o che avvolgono le nuove obbligazioni morali verso il coniuge o i figli che sono già nati da un secondo matrimonio. In questo senso papa Francesco rigetta la validità di qualsiasi asserzione generalizzata secondo cui ‘tutti coloro che si trovano in qualche (secondo matrimonio senza il beneficio dell'annullamento del primo) vivono in uno stato di peccato mortale e privi della grazia santificante’.

"Ciò non vuol dire che non ci sia un livello profondo di contraddizione nella vita dei cattolici divorziati e risposati, come lo stesso Signore ha osservato nel Vangelo di Matteo. Ma papa Francesco spiega che, anche di fronte a contraddizioni sostanziali tra il Vangelo e la vita esistenziale di un discepolo, la logica inesorabile della grazia divina cerca un reinserimento sempre più progressivo nella vita piena della Chiesa. [...]

"In una conversazione con un prete, il credente con umiltà, discrezione e amore per la Chiesa e i suoi insegnamenti cerca di riflettere sul proprio livello di responsabilità per il fallimento del primo matrimonio, la propria cura e amore per i figli di quel matrimonio, le obbligazioni morali che sono sorte nel nuovo matrimonio, e l'eventuale danno che il ritorno ai sacramenti potrebbe avere minando l'indissolubilità del matrimonio. È importante sottolineare che il ruolo del sacerdote è di accompagnamento, mirato ad informare sui principi della fede cattolica la coscienza di chi deve discernere. Non tocca al sacerdote prendere decisioni per il credente, perché come papa Francesco sottolinea in 'Amoris laetitia', la Chiesa è chiamata 'a formare le coscienze, non a pretendere di sostituirle'.

"I cattolici che partecipano autenticamente a questo discernimento di coscienza dovrebbero tenere presente sia la permanenza del matrimonio sia l'insegnamento della Chiesa che ‘l’eucaristia non è un premio per i perfetti, ma un generoso rimedio e un alimento per i deboli’. La cosa più importante di questo discernimento è che deve sempre mettere al centro la domanda: ‘Che cosa sta chiedendo Dio adesso per me?’.

"Alcuni cattolici impegnati in questo processo di discernimento concluderanno che Dio li sta chiamando a tornare alla piena partecipazione nella vita della Chiesa e all'eucaristia. Altri concluderanno che dovrebbero aspettare, o che il loro ritorno farebbe danno ad altri.

"Indicando il percorso di coscienza per i divorziati risposati, papa Francesco non fa leva su un elemento della vita morale cristiana che è eccezionale. Perché lo spazio della coscienza è proprio quello in cui il discepolo cristiano è chiamato a discernere ogni importante decisione morale che prende".

*
Come Douthat fa notare nella sua "column" sul "New York Times", da queste istruzioni scompaiono sia la parola che la nozione di "peccato", se non in una citazione di "Amoris laetitia" richiamata proprio per escluderlo.

Spariscono anche la parola e la nozione di confessione sacramentale. Ciò che prende il suo posto è una conversazione con un sacerdote che però né giudica né assolve ma solo consiglia, lasciando la decisione finale alla coscienza dell'individuo con cui interloquisce.

Ma soprattutto svaniscono l'indissolubilità del matrimonio e l'inammissibilità delle seconde nozze quando il proprio coniuge, validamente sposato, è ancora in vita. Le realtà che invece contano diventano la felicità o meno della nuova unione, con le "nuove obbligazioni morali" che essa comporta, le esigenze del primo e del secondo coniuge, la cura dei figli di primo o secondo letto.

Anche il ricorso a un processo sulla validità del "primo" matrimonio dev'essere subordinato ai sentimenti delle persone in gioco, passate e presenti, da non ferire in alcun modo. Il divorzio e un secondo matrimonio civile restano certo in contraddizione con le parole di Gesù, ma "papa Francesco spiega" che la logica della grazia divina spinge anche qui a una reintegrazione nella vita piena della Chiesa.

E l'accesso all'eucaristia? Stando a queste istruzioni è sufficiente che ciascuno si interroghi su ciò che Dio gli chiede in quel momento. E così c'è chi farà la comunione, chi la rimanderà a dopo, chi ne valuterà l'effetto su altre persone. La questione, insomma, non è più "se" fare la comunione, ma "quando" farla.

Posta così, dunque, la comunione ai divorziati risposati non è più un'eccezione per rari casi difficili e dentro un percorso sottoposto alla valutazione della Chiesa, come lo stesso cardinale Walter Kasper, il capofila degli innovatori, ha ripetutamente tenuto a sottolineare e come lo stesso papa Francesco ha più volte mostrato di intendere, o con parole sue o per interposta persona quale il cardinale Agostino Vallini, suo vicario per la diocesi di Roma.

No, nel "formato" stabilito dal vescovo McElroy per la diocesi di San Diego, la comunione ai divorziati risposati entra pienamente nella normalità. Una normalità in cui però il matrimonio non è più indissolubile, le seconde nozze sono tranquillamente ammesse, la confessione sacramentale è svanita e la comunione eucaristica è accessibile "ad libitum". Come in qualsiasi chiesa protestante.

Rientra tutto ciò tra le molteplici e spesso contrapposte interpretazioni ed applicazioni di "Amoris laetitia" che Francesco ha fin qui deliberatamente lasciato convivere?

E può anche questa interpretazione di "Amoris laetitia" essere ritenuta compatibile con la dottrina di sempre del matrimonio cattolico?

Sono due domande, queste, che il papa difficilmente può accantonare.

__________

Gli ultimi tre precedenti servizi di www.chiesa:


28.11.2016


I conflitti messi in moto oggi da "Amoris laetitia" hanno un precedente nelle controversie cristologiche del tardo impero romano. Le risolse il concilio ecumenico di Calcedonia. Dal Cile, uno studioso propone di rifare lo stesso cammino


23.11.2016


Il prefetto del nuovo dicastero per la famiglia attacca l'arcivescovo di Philadelphia, Charles J. Chaput, per come attua "Amoris laetitia" nella sua diocesi. Ecco le linee guida finite sotto processo


18.11.2016


Il nuovo presidente è uno dei tredici cardinali della famosa lettera che fece infuriare il papa. Il nuovo vicepresidente è un membro dell'Opus Dei. La disfatta dei vescovi prediletti da Bergoglio
__________

Per altre notizie e commenti vedi il blog che Sandro Magister cura per i lettori di lingua italiana:

> SETTIMO CIELO

5.12.2016




Articoli recenti
Nuvole
Rom Apparizione a Lourdes Pensieri a voce alta Card. Brandmuller Quaresima Politi anima vittima Wilders elezioni Francia Umberto Benigni Pensieri a voce alta (in pillole) Porta Santa Dogma valanga antidarwinismo arrogante Preti sposati miracoli Radio Maria Strage di Viareggio Aldo Maria Valli otto errori. a febbre spirituale Valtorta silenzio della S. Sede fondazione Maria Valtorta Consacrazione Bernadette Cristo Re Catechismo Maggiore di S. Pio X Cardinali evoluzionismo La necessità della... Resistenza Mistica Maria Valtorta Risurrezione dei morti treni a vento j'accuse Kasper Redenzione video Stephen sisma Frezza Mistica viareggina indagato Sala riconteggio Toscana Pence Ministra dell'Istruzione GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Spadaro lettera dei quattro Cardinali Avvenire correzione formale Cattedrale di Pristina Apocalisse Amoris Laetitia eutanasia obiezione di coscienza strafalcioni medaglia miracolosa Mama Antula cattolici statunitensi a Trump Don Ariel S. Levi di Gualdo liturgia antica feto morte di Fidel Castro Raul Castro genocidio droga Maria Gerusalemme La Croce di S. Benedetto Suor Lucia di Fatima battesimo sesto dubia Crisi del Dogma bellezza Rwanda sincretismo Concistoro convivenza ibernazione scisma Fillon 25 novembre 2016 Russia Lund Caritas Amoris laetitia satanismo Stephen Austin Vaticano il cornoletame commissariamento Ordine di Malta Kosovo traumi intervista integrale al Card. Burke Buon Natale Padre Pio Papa Benedetto XVI Mary Wagner Giudizio Particolare infallibilità e indeffettibilità della Chiesa cinwue Dubia Don Giuseppe Berardino dittatore luterani Verginità di Maria IMU Re Magi peronismo nazionalcattolico comunione ai divorziati risposati Johm ex-cathedra Conferenze valtortiane teologia del processo e del divenire Parlamento scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi darwinismo Pensieri a Voce Bassa Non praevalebunt! Lefebvre l'antilingua articolo 138 assassinio Paradiso Scalfari pro-life italiano carmelitana Lo Straniero perdono imparare la Lis protestanti domanda nuovo cristianesimo verginità della Vergine PENSIERI A VOCE ALTA morte dei bambini condanna consustanziazione eresie Card. Raymond Burke Guido Landolina Amoris Madonna Gandolfini Eye Pyramid assenza di Dio Pensiero a voce bassa 1002 pro gender varie lingue di vermi fare chiarezza PENSUERI A VOCE BASSA Omelie Świebodzin supplica Presepe voce Satana Socci Medaglia miracolosa eresia ariana Fumagalli P. Giovanni Cavalcoli Melloni anno giubilare diritti Card. Biffi Cuba Obama Giornata della pace Gender Trump Misericordia et misera Schneider Giappone Argentina incendio Don Minutella LGBT effetto Paglia Giovanni Paolo II Pillole Gesù sacramentato Referendum antimassoneria rifugiati Costituzione economia Sander Magister gender comunione a divorziati risposati Sindone S. Antonio Abate peccato originale Marchino messainlatino doveri avvelenamento di massa Beato Mayr-Nusser Twitter raccolta firme x chiedere dimissioni populismo latinoamericano AVVISO IMPORTANTE Israele omosessualità globalizzazione Mattarella Ratzinger Renzi massoneria Lourdes castigo di Dio Papa Bergoglio intervista a Burke CONFERENZE E SANTE MESSE Family Day Giuda Gedeone comunicazione non ostile assistenza umanitaria DUBIA pensieri a voce alta profughi Italia gelo Benedetto XVI Pontificato Bergoglio Cattedrale di Reggio Emilia interviste rissa vaticana Isis dimissioni congelate Jean-François Lavére eretico Dott.ssa Elisabetta Frezza la Beppina 80 anni profezia sogno Fedeli assolvere il peccato di aborto sbarackato Obama Boff streghe Blondet Fedeli. la Colonna dell'Immacolata padre Lombardi Musica Sacra misericordia Madonna della Ghiara Pietro comunismo consumismo leggere strage di Berlino prostituzione serate valtortiane Santo Sepolcro Bukavu Cina sofferenza dei bambini Natale Scopelli disorientamento pastorale teoria Fidel Castro Amoris Laetitia Brexit Robert Spaemann I 4 Novissimi Basta Bugie Vittorio Agnoletto vescovo Robert W. McElroy creazionismo Maria Valtorta aborto mons. Fellay Pensieri Papa Francesco Pontefice Neo Modernismo Transustanziazione Santiago del Estero articoli vari Basta Bugie terremoti filatelica promesse il sacro tugurio Renxit La sconfitta di Renzi limbo Pensieri a voce alta (in pillole) seminari il reato di intralcio all'aborto monachesimo Newman SOSPESO A DIVINIS pro-life Dubia Clinton confessione religiosa leucemia apologetica Intervista Benedettini PENSIERI VOCE ALTA furto di ostie Morte Fraternità San Pio X rivoluzione religiosa Storia sociale della Chiesa Carlo Acutis Card. Sarah referendum tsunami settimana di preghiera tragedia a Uyo Giubileo della Misericordia Card. Burke Immacolata Concezione terremotati Gomez Davila Polonia Inferno odio San GIuseppe Expo Convegno Valtorta Quo Vadis? lotta contro l'aborto Lutero flat tax Limbo fenomeni Pensieri a Voce Alta infallibilità cappella agli islamici modernisti FB Islam moderato articolo su Maria Valtorta Papa la verità su Aleppo CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta Google in ricordo del viaggio in Italia alluvioni John Major Bergoglio dubia Pensieri a voce bassa Concilio Roberto De Mattei Convegno valtortiano 2016 pillole) Germain Grisex Don Ariel Insediamento Trump Creazione tradizionalisti Tosatti Medjugorje Camicia della Madonna omosessuali No riforma della curia Unità dei cristiani demonologia guarigioni aborto peccato gravissimo Ordine di Malta alta! riforma Claudio Pierantoni modernismo (in Giobbe Guido Villa bufale Finnis Beata Giovanna Scopelli Difendiamo i nostri figli proselitismo Volto Santo Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Laetitia Cascioli cremazione Don Zucchini Fatima Benedetta Frigerio ecografia prenatale L'Evangelo come mi è stato rivelato Santa Veronica Giuliani fastfood Italicum Atti di riparazione fedeltà Valeria Fedeli Theologica crollo del tetto di una chiesa Commiato all'Opera Palmaro il mercante d'armi Purgatorio Aleppo
Torna ai contenuti | Torna al menu