Guido Villa - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> Medjugorje, niente comunione a divorziati risposati

Biblioteca Neval 3




di Guido Villa27-11-2016

«I cattolici sposati validamente che abbiano successivamente divorziato e si siano nuovamente sposati, non possono ricevere la santa Comunione fino a quando non avranno risolto la propria situazione in contraddizione con la Legge di Dio».

È quanto si legge nella circolare pubblicata nei giorni scorsi dal vescovo di Mostar-Duvno, Ratko Peric, in applicazione dell'esortazione apostolica Amoris Laetitia.

La diocesi di Mostar-Duvno, in Bosnia-Erzegovina, è conosciuta in tutto il mondo per il fatto che secondo la testimonianza di sei veggenti, all’interno dei suoi confini, più precisamente a Medjugorje, dal 24 giugno 1981 appare la Vergine Maria con il titolo di Regina della Pace.

A motivo del grandissimo afflusso di pellegrini da tutto il mondo, la recente circolare inviata dal vescovo mons. Ratko Peric ai sacerdoti della sua diocesi e di quella di Trebinje-Mrkan, che egli governa in qualità di Amministratore Apostolico, sull’accesso ai sacramenti dei cattolici divorziati e risposati, non è di interesse esclusivamente locale, bensì riguarda tutti i sacerdoti che, come recita la Dichiarazione di Zara del 1991 dell’allora Conferenza Episcopale jugoslava sui fatti di Medjugorje, accompagnano spiritualmente i fedeli che vi si recano, «così che a Medjugorje e con Medjugorje si possa promuovere una sana devozione verso la Beata Vergine Maria, in armonia con l'insegnamento della Chiesa».

In questa sua circolare, mons. Peric cita diversi documenti papali pubblicati negli ultimi trentacinque anni, nei quali, egli afferma, «si insegna in modo chiaro e univoco che i cattolici sposati validamente che abbiano successivamente divorziato e si siano nuovamente sposati, non possono ricevere la santa Comunione fino a quando non avranno risolto la propria situazione in contraddizione con la Legge di Dio». Tuttavia il vescovo aggiunge che i sacerdoti non devono spezzare il legame che unisce tali persone alla fede e alla Chiesa, e che, «soprattutto se essi sono colpiti da grave malattia o sul letto di morte», li devono visitare e offrire loro «le preghiere e i santi sacramenti che queste persone, in tali circostanze e se sono pentiti, possono, devono e hanno il diritto di ricevere».

Il vescovo di Mostar menziona anzitutto la Familiaris Consortio di san Giovanni Paolo II, laddove viene stabilito che le coppie in situazioni irregolari, che per vari motivi non possono separarsi, possano accedere ai sacramenti solamente qualora s’impegnino a vivere nella continenza perfetta.

Segue la citazione del canone 915 del Codice di Diritto Canonico, nel quale si afferma che non possono accedere alla Comunione le persone che «ostinatamente perseverano in peccato grave manifesto», nonché del canone 712 del Codice di Diritto Canonico per le comunità cattoliche di rito orientale, dove si recita che «devono essere allontanati dal ricevere la Divina Eucaristia coloro che sono pubblicamente indegni». Viene inoltre citato il n° 1650 del Catechismo della Chiesa Cattolica, nel quale si ribadisce che la Chiesa, per fedeltà alla parola di Gesù Cristo «non può riconoscere come valida una nuova unione, se era valido il primo matrimonio». Se i divorziati si sono risposati civilmente, «essi si trovano in una situazione che oggettivamente contrasta con la Legge di Dio» e quindi «non possono accedere alla Comunione eucaristica, per tutto il tempo che perdura tale situazione». La riconciliazione mediante il sacramento della Penitenza «non può essere accordata se non a coloro che si sono pentiti di aver violato il segno dell'Alleanza e della fedeltà a Cristo, e si sono impegnati a vivere in una completa continenza».

Viene poi citata la lettera del 1994 della Congregazione per la Dottrina della Fede in occasione dell’Anno internazionale delle famiglie, dove si afferma che i pastori e i confessori hanno il grave obbligo di ammonire i fedeli che vivono una situazione famigliare irregolare ed avvertirli che essi vivono «in aperta contraddizione con la dottrina della Chiesa».

Mons. Peric infine menziona l’interpretazione ufficiale del canone 915 da parte del Pontificio Consiglio dei testi legislativi del 2000, il Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica, l‘Esortazione Apostolica post-sinodale Sacramentum Caritatis di Benedetto XVI del 2007, documenti che ribadiscono la dottrina della Chiesa in materia, nonché la dichiarazione del cardinal Müller del 2016 secondo il quale «le norme della Familiaris Consortio al n° 84 e della Sacramentum Caritatis al n° 29 sono tuttora valide, e applicabili in ogni caso».

Il vescovo di Mostar rammenta inoltre che chi «assume il servizio di insegnare e di annunciare a nome della Chiesa ha giurato di svolgere il proprio compito in osservanza dei documenti della Chiesa vincolanti dal punto di vista giuridico». Restano quindi in vigore, prosegue mons. Peric, le disposizioni secondo le quali la comunione eucaristica non può essere concessa senza assoluzione sacramentale, e tale assoluzione «non può essere data a una persona che viva in una comunione matrimoniale irregolare o non sia sposata in chiesa». Ai sacerdoti delle sue diocesi egli ricorda le parole di san Paolo nella prima lettera a Timoteo di non farsi complice dei peccati altrui, e afferma: «Non dire a un altro che una cosa non è peccato, quando, obiettivamente, lo è. Non lodare il disordine e il male altrui, e soprattutto non farlo nel sacramento della confessione, affinché tu stesso non diventi partecipe e mentore della condanna di qualcuno».

Quanto alla Amoris Laetitia, mons. Peric spiega semplicemente che si tratta di «una lettera rivolta ai fedeli con la quale il Papa risveglia l’attività religiosa, aiuta e stimola a superare le difficoltà, incoraggia i cattolici, volgendo la loro attenzione ad alcuni pericoli e sulle cattive conseguenze di essi».

Il vescovo di Mostar, rimanendo fedele alla dottrina tradizionale della Chiesa, si allinea perfettamente alle modalità di “accompagnamento” – tanto per usare una parola oggi molto di moda – mostrate dalla Regina della Pace. Come testimoniano molti fedeli in situazioni familiari irregolari che si sono convertiti a Medjugorje (vedi ad esempio qui), presso la Madonna non c’è spazio per la falsa misericordia che finge di non vedere il peccato insito nelle situazioni matrimoniali irregolari e nelle convivenze. La Vergine Maria accoglie tutti tra le sue braccia, e nello stesso tempo, con amore, esorta il peccatore a convertirsi, a tornare a Gesù abbandonando la vita di peccato. Le guarigioni spirituali, anche in ambito familiare, che avvengono a Medjugorje testimoniano che la strada della conversione e dell’abbondono del peccato indicata dalla Madonna a conferma della dottrina della Chiesa, e ora nuovamente messa nero su bianco da mons. Peric, è l’unica strada che può guarire le ferite di tante anime sofferenti.



Articoli recenti
Nuvole
Avvenire sisma Vaticano lingue di vermi gelo Medjugorje assenza di Dio video Stephen commissariamento Ordine di Malta scisma padre Lombardi protestanti referendum Russia rissa vaticana modernisti Lund creazionismo Gandolfini Socci antimassoneria terremotati Santa Veronica Giuliani Convegno valtortiano 2016 articolo su Maria Valtorta Re Magi furto di ostie teologia del processo e del divenire Valeria Fedeli Cina Jean-François Lavére Israele Twitter Amoris Laetitia aborto intervista integrale al Card. Burke miracoli comunione ai divorziati risposati silenzio della S. Sede Referendum morte dei bambini Italia Tosatti aborto peccato gravissimo Eye Pyramid ex-cathedra Mattarella CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta Consacrazione Creazione Fumagalli Parlamento Newman fastfood Radio Maria Storia sociale della Chiesa Giornata della pace Vittorio Agnoletto assassinio confessione Rom assolvere il peccato di aborto Transustanziazione Pensieri a voce alta (in pillole) Pence Commiato all'Opera pro gender demonologia Card. Burke limbo verginità della Vergine comunismo Catechismo Maggiore di S. Pio X Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Verginità di Maria Isis Cardinali Mistica viareggina Pontificato Bergoglio Dubia L'Evangelo come mi è stato rivelato Intervista Benedettini Pensiero a voce bassa 1002 articoli vari Basta Bugie nuovo cristianesimo economia Bergoglio peronismo nazionalcattolico Trump Porta Santa Gender Don Giuseppe Berardino Family Day messainlatino Caritas Omelie Fedeli. febbre spirituale Strage di Viareggio Suor Lucia di Fatima Giubileo della Misericordia Kosovo guarigioni Aldo Maria Valli Crisi del Dogma fedeltà assistenza umanitaria flat tax la Colonna dell'Immacolata Expo I 4 Novissimi anno giubilare intervista a Burke Ratzinger incendio Pietro Roberto De Mattei religiosa terremoti crollo del tetto di una chiesa PENSIERI A VOCE ALTA a elezioni Umberto Benigni avvelenamento di massa Ministra dell'Istruzione Amoris laetitia Guido Landolina Don Minutella Giobbe Argentina monachesimo Card. Brandmuller la verità su Aleppo Wilders peccato originale comunicazione non ostile scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi streghe Amoris Laetitia Preti sposati settimana di preghiera Card. Raymond Burke Convegno Valtorta tragedia a Uyo medaglia miracolosa Redenzione raccolta firme x chiedere dimissioni dubia Palmaro modernismo Neo Modernismo Misericordia et misera serate valtortiane pro-life italiano Mistica Maria Valtorta teoria Lutero otto errori. Don Ariel S. Levi di Gualdo Raul Castro Conferenze valtortiane Boff sbarackato Obama vescovo Robert W. McElroy Madonna treni a vento Lourdes Ordine di Malta Basta Bugie Morte strage di Berlino odio profezia leggere GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI massoneria Mama Antula Lefebvre darwinismo Apparizione a Lourdes misericordia consumismo Non praevalebunt! Benedetto XVI luterani IMU PENSIERI VOCE ALTA Satana alta! Buon Natale Carlo Acutis Lo Straniero La necessità della... Resistenza Pensieri a Voce Alta Stephen Austin Pensieri sesto dubia Google riforma infallibilità Card. Sarah Scalfari eretico Polonia gender Purgatorio Theologica proselitismo cinwue Dubia Apocalisse cappella agli islamici doveri leucemia Pontefice AVVISO IMPORTANTE varie apologetica cattolici statunitensi a Trump mons. Fellay strafalcioni Robert Spaemann pillole) rivoluzione religiosa seminari populismo latinoamericano Cristo Re tradizionalisti Limbo Francia Giappone Rwanda convivenza Atti di riparazione Card. Biffi fare chiarezza Cascioli John Major Fraternità San Pio X Maria lotta contro l'aborto No evoluzionismo Paradiso Fillon anima vittima Dogma La Croce di S. Benedetto droga Don Ariel Quo Vadis? Świebodzin interviste domanda Schneider La sconfitta di Renzi pro-life Natale Brexit Pensieri a voce bassa eresia ariana Difendiamo i nostri figli Inferno Pillole correzione formale l'antilingua Don Zucchini P. Giovanni Cavalcoli Obama Laetitia Italicum traumi Immacolata Concezione Papa Francesco antidarwinismo Finnis obiezione di coscienza Claudio Pierantoni Politi Concistoro consustanziazione tsunami Santiago del Estero Gomez Davila Amoris morte di Fidel Castro Medaglia miracolosa Cattedrale di Reggio Emilia omosessuali fondazione Maria Valtorta SOSPESO A DIVINIS ecografia prenatale Fidel Castro dimissioni congelate sofferenza dei bambini Germain Grisex arrogante Mary Wagner alluvioni il cornoletame Papa Costituzione PENSUERI A VOCE BASSA Pensieri a Voce Bassa sogno Blondet Melloni satanismo Concilio Cuba Papa Benedetto XVI Papa Bergoglio omosessualità Benedetta Frigerio Marchino (in LGBT castigo di Dio Pensieri a voce alta Beata Giovanna Scopelli il mercante d'armi disorientamento pastorale Presepe liturgia antica fenomeni Kasper Beato Mayr-Nusser valanga eutanasia rifugiati Santo Sepolcro effetto Paglia Islam moderato filatelica genocidio il sacro tugurio supplica cremazione riforma della curia Fatima Sander Magister Spadaro Risurrezione dei morti j'accuse CONFERENZE E SANTE MESSE Musica Sacra Pensieri a voce alta (in pillole) feto 80 anni globalizzazione lettera dei quattro Cardinali DUBIA prostituzione Renzi Gesù sacramentato bellezza dittatore Sindone Guido Villa FB imparare la Lis Clinton la Beppina Valtorta in ricordo del viaggio in Italia Padre Pio bufale il reato di intralcio all'aborto Madonna della Ghiara diritti voce Renxit Frezza Giovanni Paolo II Dott.ssa Elisabetta Frezza ibernazione Johm Giuda sincretismo Gerusalemme Fedeli eresie pensieri a voce alta battesimo profughi Cattedrale di Pristina Maria Valtorta Scopelli Bernadette Camicia della Madonna 25 novembre 2016 carmelitana indagato Sala Giudizio Particolare Bukavu perdono articolo 138 condanna infallibilità e indeffettibilità della Chiesa S. Antonio Abate Gedeone Quaresima Insediamento Trump promesse Aleppo riconteggio comunione a divorziati risposati Unità dei cristiani San GIuseppe Volto Santo Toscana
Torna ai contenuti | Torna al menu