> 110. Dio vuole la circoncisione dei cuori e di fronte ai ministri boriosi che ostentano sapienza prende dei 'laici' che - pur essendo umili ed ignoranti - diventano 'sapienti' per ispirazione diretta di Dio che li istruisce. - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 110. Dio vuole la circoncisione dei cuori e di fronte ai ministri boriosi che ostentano sapienza prende dei 'laici' che - pur essendo umili ed ignoranti - diventano 'sapienti' per ispirazione diretta di Dio che li istruisce.

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Pensieri a Voce Alta
Care  amiche ed amici,
Dopo aver meditato sull’Epistola di Paolo ai Romani (Rm 2, 17-29) vi invio il mio abituale ‘Pensiero a voce alta’ del sabato.
E’ ormai di fronte agli occhi di tutti, anche di chi non vorrebbe vederlo per non perdere la speranza, il disastro nella società e nella attuale Chiesa cattolica conseguente ad un generale abbandono della vera fede.
Ciò è frutto di ideologie, stili di vita e modelli di pensiero ormai prevalenti da molti decenni ma, quanto alla apostasia, è anche frutto degli insegnamenti di tanti cattivi teologi, ‘boriosi sapienti’, che hanno fatto tracimare la loro perdita di fede ai livelli più bassi coinvolgendo nella loro caduta anche questi ultimi.
Dio, di fronte a questi ministri ‘boriosi’ che ostentano sapienza ma non la praticano, prende dei ‘non religiosi’, dei ‘laici’, e li ispira per cui essi – pur umili ed ignoranti, non essendo umanamente e per studio dei ‘sapienti’ – lo diventano per ispirazione diretta di Dio, diventando in mezzo al popolo come dei ‘nunzi’ del Signore per richiamarlo alla vera Fede…
Buona lettura
  

CLICCA QUI PER APRIRE E SCARICARE TUTTI I 'PENSIERI A VOCE ALTA'
DI GUIDO LANDOLINA
Commenti di Guido Landolina alle
LEZIONI SULL'EPISTOLA DI PAOLO AI ROMANI
scritte dalla mistica  Maria Valtorta sotto dettatura dello Spirito Santo
(pubblicazione il sabato o la domenica)
(16 di 23)
CENTENARIO FATIMA 13 MAGGIO 1917-13 MAGGIO 2017
110. Dio vuole la circoncisione dei cuori e di fronte ai ministri boriosi che ostentano sapienza prende dei 'laici' che - pur essendo umili ed ignoranti - diventano 'sapienti' per ispirazione diretta di Dio che li istruisce.
Faccio seguito al mio precedente
109. Le quattro dimore dell'Aldilà. Paradiso, Inferno, Purgatorio e Limbo.
Paolo aveva detto nei versetti precedenti[1] che ciascuno sarebbe stato giudicato secondo le sue opere e che quindi alla fine della vita sarebbero periti, cioè sarebbero finiti all'Inferno, sia coloro che hanno voluto peccare senza aver conosciuto la Legge divina (e cioè i pagani), sia a maggior ragione coloro che - pur conoscendola - avranno peccato: questi ultimi infatti saranno condannati in forza di quella stessa Legge da essi ben conosciuta ma che essi non hanno voluto rispettare.
L'Apostolo delle Genti, nei versetti di cui alla nota in calce[2], sviluppa ora qui il suo pensiero.
Egli dice che per poter essere dei 'giusti' non basta limitarsi ad ascoltare gli insegnamenti divini ma bisogna volerli anche mettere in pratica rispettando nei fatti la Legge.[3]
Paolo precisa dunque che quando i pagani, privi della conoscenza della Legge, fanno 'naturalmente' quelle cose che la Legge impone, è come se essi fossero 'Legge' a se stessi, per cui dimostreranno di averla nel loro cuore, fatto di cui Gesù Cristo terrà conto nel momento del Giudizio particolare alla loro morte.
Al contrario, chi conoscesse bene la Legge divina, insegnandola magari anche agli altri ma poi non praticandola, allora costui è doppiamente colpevole non solo perché si prende gioco di Dio, ma anche perché con questo suo cattivo esempio egli dà scandalo inducendo gli altri ad allontanarsi da Dio quando non anche a 'bestemmiarlo'.
Fatta questa premessa, aggiungo che lo Spirito Santo approfondisce ora l'argomento in questa Sua lezione.[4]
Egli attira l'attenzione sul fatto che vi sono due tipi di circoncisione, cioè due tipi di 'patto di fedeltà' dell'uomo a Dio.[5]
Il primo è quello ebraico di circoncisione fisica, il secondo è quello morale, o meglio spirituale.
Ora - dice lo Spirito Santo - se un incirconciso, cioè un Gentile o pagano che sia, rispetta quelli che sono i precetti della Legge, costui viene salvato anche essendo un pagano.
Infatti non è la circoncisione esteriore, cioè fisica, quella che salva ma quella del cuore, cioè dello spirito, rappresentata dal volere rispettare la Legge di Dio pur senza conoscerla.
Molti danno l'impressione esteriore di essere 'circoncisi', cioè fedeli a Dio, ma in realtà non lo sono nel segreto del cuore nel quale - continua lo Spirito Santo - tutti coloro che abitano in Cielo sanno leggere e vedono i serpenti che vi si annidano.
Anzi, ai loro sette serpenti della triplice concupiscenza, se ne aggiunge un ottavo: quello della ipocrisia e del tradimento della fiducia riposta in loro dagli altri uomini.
E mentre Dio sarà misericordioso verso coloro che - assaliti e indotti al peccato da Satana - sono pur semprevolenterosi di operare il bene, Egli sarà inflessibile e rigoroso con gli ipocriti, a maggior ragione se sacerdoti, religiosi, profeti, voci e allievi di Dio.
Gli scandali provocati da questi ultimi - continua lo Spirito Santo - sono infatti proporzionali al loro 'status' e sono tali sia da disgustare i giusti che a dar fiato alle trombe di coloro che - odiando Dio - ne approfittano per denigrarlo ulteriormente.
La Fede in tal maniera muore in molti e la Chiesa ne riceve danni incalcolabili.
Questi scandali vengono infatti presi a pretesto per dire che se questi 'ministri' fossero veramente ministri di un Dio davvero esistente, Egli non li permetterebbe e dunque Dio non esiste, come - conseguentemente - non esiste neppure una vita eterna dopo la morte del corpo e come non hanno alcun valore i Sacramenti, e così via…
Dio allora - di fronte a questi ministri boriosi che ostentano sapienza ma non la praticano - prende dei 'non religiosi', cioè dei 'laici' che - rispetto ai religiosi - si potrebbero definire come dei 'gentili'.
Dio - continua ancora lo Spirito Santo - li prende e li ispira per cui essi, pur non essendo umanamente e per studio dei 'sapienti' - lo diventano per ispirazione diretta di Dio.
Costoro sono i profeti, le 'voci' di Dio, numerosi nei secoli ed ancor più oggi.
Essi - laici in mezzo al popolo ormai confuso e che ha perso di vista gli insegnamenti divini a causa dei cattivi maestri - diventano dei 'nunzi' del Signore: le 'voci', appunto.
Essi possono essere 'nunzi di Dio' con il loro esempio, come pure con le loro parole.
Essi troveranno tanti nemici pronti a far loro guerra, ma Dio li avrà temprati avendoli 'provati' come l'argento.
Essi, oggi, sono i nuovi profeti, gli araldi del Signore, un Signore che giunge, come il Sole che sorge da Oriente per iniziare il suo cammino verso Occidente.
Essi continuano a diffondere il Vangelo, quello che annuncia il Regno di Dio, essi sono i nuovi 'evangelisti': nuovi - attenzione - non perché propugnino un nuovo Vangelo ma perché - ispirati da Dio e spiegandolo - aiutano a capirlo meglio nelle sue sfumature e profondità.
Paolo - conclude lo S.S. - è stato appunto uno di questi fin dall'inizio.
Essi sono i 'piccoli', gli umili, che Dio proprio per questo ha fatto 'grandi'.
Mi ha molto colpito il parallelo fatto dallo Spirito Santo valtortiano tra coloro che pur pagani, cioè ignoranti sulla religione vera, praticano il bene e coloro che pur conoscendo a menadito la Legge ed anzi 'boriosamente' insegnandola ostentando la loro 'sapienza', non la mettono in pratica dando per di più un grave scandalo a chi li osserva.
I pagani verranno premiati mentre i cristiani - a maggior ragione se sacerdoti, religiosi, profeti, voci e allievi di Dio - verranno puniti.
Il Giudizio di Dio sarà per loro severissimo non solo perché costoro procurano grave danno alla Chiesa ma anche perché essi sono ipocriti anche nei confronti di Dio che invece legge nei loro cuori.
La 'sapienza' di costoro - non più illuminati da Dio - non è 'fieno' nutriente ma paglia, buona per il fuoco o per la stalla.
Si fa un gran parlare della Apostasia, cioè dell'abbandono della Fede e della Tradizione bimillenaria della Chiesa da parte dei normali 'fedeli' nonché di non pochi religiosi, talché i seminari ne risultano ormai svuotati.
È oggi facile rendersene conto, in particolare osservando la televisione, leggendo i giornali e molti libri editoriali che dissacrano Gesù, nonchè vagliando le opere di certi teologi 'moderni' (cosiddetti 'di grido' e che vanno per la maggiore), opere fatte studiare anche nei Seminari ormai da decenni e che hanno grande responsabilità nell'avvenuta caduta delle vocazioni proprio perché hanno privato la religione cattolica dei grandi ideali per credere, offrendo interpretazioni religiose razionaliste, positiviste e … demitizzanti.
Le verità cristiane vengono infatti sempre più presentate come 'simboliche', il Vangelo viene svuotato di contenuti reali, i miracoli vengono considerati come frutto di una 'mitizzazione', l'istituzione dell'Eucarestia nell'Ultima Cena viene considerata anch'essa un simbolo, la Resurrezione - non mi stancherò mai di ripeterlo - viene presentata da taluni personaggi della stessa gerarchia ecclesiastica, che ricoprono cariche importanti, non come un 'fatto storico' realmente accaduto bensì come una 'fatto della Fede'.
E che significa - per i non iniziati - dire che Gesù non è risorto ma lo è per 'un fatto della fede'?
Non vi sembra una contraddizione? Gesù non è risorto però… è risorto lo stesso…?
Questi teologi - che si considerano cristiani, ma di un cristianesimo 'adulto' - non hanno il coraggio di dire apertamente quel che pensano, non hanno il coraggio di abbracciare la Verità evangelica dei 'semplici', cioè del 'popolino credulone'.
Ricorrono ad un 'escamotage', ad uno stratagemma, ad un sotterfugio messo in pratica con furbizia  per non dire apertamente che non credono affatto alla Resurrezione.
Dire che la Resurrezione non è un fatto storico bensì un 'fatto della Fede' significa dunque per essi alludere implicitamente - in un linguaggio da 'iniziati' per non scoprirsi troppo pur 'intendendosi' fra loro - al fatto che Gesù non è mai e proprio mai risorto, perché il 'cadavere' dell'uomo-Gesù, che è solo un 'uomo' e non certo un 'Dio', secondo questi razionalisti non più cattolici ma neo-cattolici, 'non può' risorgere né a maggior ragione 'autoresuscitarsi'.
Per questi teologi siamo infatti di fronte - lo ripeto fino alla stanchezza - ad una 'verità' mitologica nella quale gli apostoli e i primi cristiani hanno 'creduto', accecati come erano dalla loro 'fede'.
Non parliamo poi dell'Ascensione al Cielo. Secondo costoro - negatori del 'miracolo' e del 'soprannaturale' - come potrebbe mai un 'uomo', oltre che risorgere, ascendere addirittura al Cielo e rimanervi lassù con il proprio corpo, per di più 'glorificato'?
La verginità della Madonna? Una favola!
A questo punto però mi domando: se si considera un mito, perché sarebbe un 'miracolo' impossibile, quello della verginità della Madonna - prima, durante e dopo il parto - come si può pensare che il Verbo-Dio si sia incarnato nella vergine Maria, facendosi 'carne', senza che il concepimento di Gesù sia stato provocato in maniera 'naturale', cioè 'umana', insomma con un banale amplesso d'uomo?
Sempre in tema di verginità della Madonna, Madre di un Dio, a nessuno è mai venuto in mente che il Verbo Incarnato - oltre che concepito nella vergine Maria per opera dello Spirito Santo - possa essere venuto alla luce nella sua Alba umana in maniera 'gloriosa', cioè 'da Dio'?
E come?
Semplicemente smaterializzandosi e 'attraversando' il seno della Madonna e poi rimaterializzandosi in braccio a Lei nell'identico modo in cui nel Cenacolo - la sera stessa della Resurrezione - il Verbo-Uomo con il suo Corpo glorificato entrò 'a porte chiuse' attraversando le mura, apparendo e materializzandosi in carne umana, salvo poi smaterializzarsi e svanire nel nulla dopo quella sua prima apparizione agli apostoli.
Ancora in tema di 'verginità'…, solo chi ha un cervello affetto da libidine mentale non riesce ad immaginare come - dopo la nascita di Gesù - la Madonna abbia potuto convivere, da vergine, vicino ad un 'uomo' come Giuseppe, votato anch'egli alla più assoluta castità così come lo era del resto anche Lei, Regina della purezza e priva dei fomiti derivanti dal Peccato originale dal quale era esente.
È anche per questa ragione che Dio aveva scelto Giuseppe - uno della setta dei 'nazirei' votati alla castità assoluta - come compagno di Maria, la purezza della quale doveva essere umanamente difesa da ingiurie esterne così come, quale 'padre putativo', Giuseppe doveva vigilare sulla sicurezza e sulla vita del giovane Gesù che cresceva in età e sapienza ma che - nella sua dimensione umana - era stato prima un fragile infante e poi un bambino, salvo poi diventare maggiorenne e tutelarsi - come uomo, anzi come Uomo-Dio - da se stesso fino a che non fosse giunto il momento di immolarsi nel Sacrificio per il compimento della missione di Redenzione.
È evidente che dopo decenni e decenni di teologia dei 'cattivi maestri' - appunto i 'boriosi sapienti', di cui si parla nella sintesi che io ho fatto della lezione dello Spirito Santo valtortiano - la loro perdita di Fede (dovuta peraltro anche ad una certa 'cultura dominante' nonché ad orientamenti filosofici ed ideologici) sia tracimata dai vertici sulla massa dei normali credenti che - la vera fede - hanno in moltissimi casi finito per perderla anch'essi.
Non siamo tuttavia di fronte ad una generica perdita della Fede ma ad una disfatta della Fede.[6]
Ecco perché lo Spirito Santo - nella sintesi che ne ho fatto - dice che allora Dio, di fronte a questi ministri boriosi che ostentano sapienza ma non la praticano, prende dei 'non religiosi', cioè dei 'laici'.
Li prende e li istruisce direttamente facendone - scusatemi se lo ribadisco - dei nuovi 'profeti', gli araldi del Signore, un Signore che giunge, come il Sole che sorge da Oriente per iniziare il suo cammino verso Occidente.
Essi - aveva prima aggiunto lo Spirito Santo - continuano a diffondere il Vangelo, quello che annuncia il Regno di Dio, essi sono i nuovi 'evangelisti': nuovi - attenzione - non perché propugnino un nuovo Vangelo ma perché - ispirati da Dio e spiegandolo - aiutano a capirlo meglio nelle sue sfumature e profondità.
  
Sommario
dei 'Pensieri a voce alta' (dal n. 095 al 117) che - con frequenza il sabato o la domenica - vengono di volta in volta inseriti nella Sezione 'Pensieri a voce alta' del mio Sito (QUI), da dove  potranno essere liberamente scaricati, come pure su Gloria.tv. (QUI)
095. Pensiero introduttivo.
096. L'Aurora della Stella del mare. Il Tempo di Maria. (Parte prima)
097. San Paolo. Alcuni episodi salienti della sua vita avventurosa.
098. Paolo: ebreo, israelita, ardente nelle pratiche mosaiche e
farisaiche, fanatico, intransigente sino all'ingiustizia…
099. Pentecoste. La discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo su Maria S.S. e sugli Apostoli.
100. La doppia natura di Gesù, vero Dio e vero Uomo.
101. Il Giusto vive di fede.
102. L'Aurora della Stella del mare. Il Tempo di Maria. (Parte seconda)
103. La 'seconda venuta'. «Quando verrò?... Verrò…! Non avrò nuova carne poiché ne ho già una perfetta… Evangelizzerò, non come evangelizzai, ma con forza nuova…»
104. La negazione del Dio Creatore e l'Evoluzionismo.
105. I negatori dell'Eucarestia ed i satanisti… 'credenti'.
106. Le 'anime-vittima' per la salvezza del mondo.
107. Non giudicare!
108. Le tribolazioni e l'angoscia del grande peccatore in vita e le
pene dell'inferno.
109. Le quattro dimore dell'Aldilà. Paradiso, Inferno, Purgatorio e Limbo.
110. Dio vuole la circoncisione dei cuori e di fronte ai ministri boriosi
che ostentano sapienza prende dei 'laici' che - pur essendo umili ed ignoranti - diventano 'sapienti' per ispirazione diretta di Dio che li istruisce.
111. Tutti gli uomini peccano perché non hanno il 'Timor di Dio'.
112. Prima ancora che Dio creasse, Egli aveva già in mente il Peccato della futura Umanità e il rimedio per salvarla, appunto il 'Verbo-Dio-Uomo crocifisso': la vittima sacrificale.
113. E' per la sua fede in Dio e non per la circoncisione fisica che
Abramo ricevette la promessa di una discendenza numerosa fra circoncisi ed incirconcisi.
114. Maria S.S., l'Arca dilettissima di puro oro che ancor ci contiene così come
è da Noi contenuta….
115. La scala ascensionale della Creazione, la cui perfezione è Gesù
Cristo, l'Uomo-Dio, che unisce in Sé la natura divina e quella umana.
116. Il mio Essere si estende su tutto l'Universo. La mia Luce bagna di Sé gli astri, i pianeti, i mari, le valli, l'erbe, gli animali. La mia Intelligenza corre per tutta la Terra, istruisce i lontani, dà a tutti un riflesso dell'Alto, educa alla ricerca di Dio. La mia Carità penetra come il respiro e conquista i cuori.
117. Porrò il mio Arcobaleno fra le nubi… e mi ricorderò del mio Patto…
   

[1] Rm 2, 2-16
[2] Rm 2, 17-29:
17 Tu che porti il nome di Giudeo e ti riposi nella legge e ti glorii di Dio, 18 e conosci la sua volontà, e, istruito nella legge, distingui quel che più giova, 19 e ti credi d’esser guida ai ciechi, luce a quelli che son nelle tenebre, 20 dottore degli ignoranti, maestro dei fanciulli, perché hai nella legge la regola della scienza e della verità, 21 come mai, dunque, tu che insegni agli altri, non insegni a te stesso? Tu che predichi di non rubare, rubi? 22 Tu che dici non doversi commettere adulterio, sei adultero? Tu che hai in abominio gli idoli, fai sacrilegio? 23 Tu che ti vanti della legge, violandola, disonori Dio? 24 Per cagion vostra il nome di Dio (come sta scritto) è bestemmiato tra le Genti. 25 Certo la circoncisione giova se tu osservi la legge, ma se tu la trasgredisci, con la tua circoncisione sei un incirconciso. 26 Se invece un incirconciso osserva i precetti della legge, la sua incirconcisione non sarà considerata come circoncisione? 27 Quindi chi per nascita è incirconciso, se osserva la legge, giudicherà te, che, colla Scrittura e colla circoncisione, trasgredisci la legge. 28 Vero Giudeo non è chi tale apparisce, né è circoncisione quella che si manifesta nella carne; 29 ma Giudeo è colui che tale interiormente è; la circoncisione è quella del cuore, secondo lo spirito e non secondo la lettera. Questa avrà lode non dagli uomini, ma da Dio.
[3] N.d.A.: Abbiamo già compreso che quando Paolo in questa sua Epistola parla della Legge si può intendere - a seconda dei casi - sia quella dell'Antico Testamento, e cioè la Legge mosaica dei Dieci Comandamenti dati nel Sinai da Dio a Mosè, oppure la Legge per eccellenza, ossia la Legge mosaicaperfezionata dagli insegnamenti di Gesù Cristo, il Verbo divino incarnato.
Vi è poi anche la Legge naturale: in sostanza quella serie di principi naturali, ai quali i Dieci comandamenti si riferiscono, Legge che Dio ha inciso e continua ad incidere nelle anime via-via create ed infuse in ogni uomo, affinché ciascuno sappia come 'condursi' - indipendentemente dalla conoscenza di una religione o dalla conoscenza delle cosiddette leggi civili - ed in tale maniera potersi salvare anche se cresciuto nell'ignoranza.
[4] M.V.: 'Lezioni sull'Epistola di Paolo ai Romani' - 17.1.48 - Centro Ed. Valtortiano
[5] N.d.A.: Circoncisione, dal latino circum e incidere, cioè 'tagliare intorno'. Rito già praticato nell'antico Canaan, consistente nel taglio della piega cutanea che ricopre il glande del pene. Essa, comandata da Dio ad Abramo e discendenti, divenne il segno della sua Alleanza con tutti i figli di Israele, eredi della 'promessa'. Anche Gesù è stato circonciso (Lc 2,21). La legge mosaica della circoncisione  è stata abolita per la Redenzione operata dalla Passione espiatrice di Gesù: è uno dei temi della teologia paolina, contro certi strascichi del giudaismo nella Chiesa primitiva. (Enrico Zoffoli: 'Dizionario del Cristianesimo' - Sinopsis, Iniziative culturali)
[6] Per un approfondimento sul tema dell'Apostasia attuale specie fra teologi ai vertici della Chiesa, vedi - dell'autore - 'Viaggio nell'Apocalisse verso l'Anticristo prossimo venturo' - Cap. 12 par. 2: 'La disfatta della Fede fra i teologi' - Ed. Segno, 2007 - opera liberamente scaricabile anche dal sito internet dell'autore: www.ilcatecumeno.net
[7] Rm 2, 2-16
[8] Rm 2, 17-29:
17 Tu che porti il nome di Giudeo e ti riposi nella legge e ti glorii di Dio, 18 e conosci la sua volontà, e, istruito nella legge, distingui quel che più giova, 19 e ti credi d’esser guida ai ciechi, luce a quelli che son nelle tenebre, 20 dottore degli ignoranti, maestro dei fanciulli, perché hai nella legge la regola della scienza e della verità, 21 come mai, dunque, tu che insegni agli altri, non insegni a te stesso? Tu che predichi di non rubare, rubi? 22 Tu che dici non doversi commettere adulterio, sei adultero? Tu che hai in abominio gli idoli, fai sacrilegio? 23 Tu che ti vanti della legge, violandola, disonori Dio? 24 Per cagion vostra il nome di Dio (come sta scritto) è bestemmiato tra le Genti. 25 Certo la circoncisione giova se tu osservi la legge, ma se tu la trasgredisci, con la tua circoncisione sei un incirconciso. 26 Se invece un incirconciso osserva i precetti della legge, la sua incirconcisione non sarà considerata come circoncisione? 27 Quindi chi per nascita è incirconciso, se osserva la legge, giudicherà te, che, colla Scrittura e colla circoncisione, trasgredisci la legge. 28 Vero Giudeo non è chi tale apparisce, né è circoncisione quella che si manifesta nella carne; 29 ma Giudeo è colui che tale interiormente è; la circoncisione è quella del cuore, secondo lo spirito e non secondo la lettera. Questa avrà lode non dagli uomini, ma da Dio.
[9] N.d.A.: Abbiamo già compreso che quando Paolo in questa sua Epistola parla della Legge si può intendere - a seconda dei casi - sia quella dell'Antico Testamento, e cioè la Legge mosaica dei Dieci Comandamenti dati nel Sinai da Dio a Mosè, oppure la Legge per eccellenza, ossia la Legge mosaicaperfezionata dagli insegnamenti di Gesù Cristo, il Verbo divino incarnato.
Vi è poi anche la Legge naturale: in sostanza quella serie di principi naturali, ai quali i Dieci comandamenti si riferiscono, Legge che Dio ha inciso e continua ad incidere nelle anime via-via create ed infuse in ogni uomo, affinché ciascuno sappia come 'condursi' - indipendentemente dalla conoscenza di una religione o dalla conoscenza delle cosiddette leggi civili - ed in tale maniera potersi salvare anche se cresciuto nell'ignoranza.
[10] M.V.: 'Lezioni sull'Epistola di Paolo ai Romani' - 17.1.48 - Centro Ed. Valtortiano
[11] N.d.A.: Circoncisione, dal latino circum e incidere, cioè 'tagliare intorno'. Rito già praticato nell'antico Canaan, consistente nel taglio della piega cutanea che ricopre il glande del pene. Essa, comandata da Dio ad Abramo e discendenti, divenne il segno della sua Alleanza con tutti i figli di Israele, eredi della 'promessa'. Anche Gesù è stato circonciso (Lc 2,21). La legge mosaica della circoncisione  è stata abolita per la Redenzione operata dalla Passione espiatrice di Gesù: è uno dei temi della teologia paolina, contro certi strascichi del giudaismo nella Chiesa primitiva. (Enrico Zoffoli: 'Dizionario del Cristianesimo' - Sinopsis, Iniziative culturali)
[12] Per un approfondimento sul tema dell'Apostasia attuale specie fra teologi ai vertici della Chiesa, vedi - dell'autore - 'Viaggio nell'Apocalisse verso l'Anticristo prossimo venturo' - Cap. 12 par. 2: 'La disfatta della Fede fra i teologi' - Ed. Segno, 2007 - opera liberamente scaricabile anche dal sito internet dell'autore: www.ilcatecumeno.net



Articoli recenti
Nuvole
strafalcioni treni a vento Kasper Pontefice Aleppo S. Antonio Abate Misericordia dittatore ecografia prenatale La sconfitta di Renzi Satana Giobbe eresia ariana Fidel Castro Bergoglio gelo Creazione Pensieri a voce alta (in pillole) Toscana Difendiamo i nostri figli Neo Modernismo verginità della Vergine Argentina Purgatorio Dott.ssa Elisabetta Frezza Gesù Salvatore Medaglia miracolosa disorientamento pastorale Lo Straniero Google imparare la Lis eutanasia Santo Sepolcro P. Giovanni Cavalcoli Radio Maria cinwue Dubia il reato di intralcio all'aborto condanna settimana di preghiera Unità dei cristiani Benedetta Frigerio Paradiso Cuba Gandolfini LEZIONI SPIRITUALI sisma FB Don Ariel S. Levi di Gualdo limbo Caritas Giuda incendio Schneider rissa vaticana pro gender Giovanni Paolo II perdono Boff traumi creazionismo omosessualità Storia sociale della Chiesa eresie Polonia prostituzione Intervista Benedettini La Samaritana morte di Fidel Castro Robert Spaemann terremotati Francia voce Theologica Atti di riparazione John Major Risurrezione dei morti fedeltà Immacolata Concezione il mercante d'armi modernisti Crisi del Dogma Carlo Acutis tradizionalisti video Stephen assistenza umanitaria Fumagalli Referendum commissariamento Ordine di Malta Italicum Eye Pyramid Palmaro Beato Mayr-Nusser varie Porta Santa Omelie Pietro teoria lezioni spirituali demonologia sofferenza dei bambini Madonna della Ghiara riforma della curia leggere Card. Biffi otto errori. Renxit vescovo Robert W. McElroy articolo 138 Don Minutella il cornoletame Buon Pastore Germain Grisex comunione ai divorziati risposati apologetica Pensieri a Voce Alta Laetitia 25 novembre 2016 Raul Castro Avvenire Mistica Maria Valtorta Santa Veronica Giuliani effetto Paglia Medjugorje modernismo Brexit monachesimo Pensieri a Voce Bassa LGBT Apparizione a Lourdes sogno Cristo Re PENSUERI A VOCE BASSA domanda Tosatti sesto dubia Lefebvre riconteggio convivenza Gender Wilders liturgia antica dimissioni congelate Newman San GIuseppe Spadaro Renzi Buon Natale Card. Sarah comunione a divorziati risposati Preti sposati Guido Villa Card. Burke Musica Sacra Obama promesse interviste religiosa Presepe Sander Magister satanismo scisma Clinton alta! Concistoro rivoluzione religiosa Suor Lucia di Fatima Agnello di Dio articolo su Maria Valtorta Giubileo della Misericordia Scalfari Sindone Bernadette OMELIE Card. Raymond Burke Inferno infallibilità e indeffettibilità della Chiesa Re Magi medaglia miracolosa Ordine di Malta confessione Cardinali Pensieri a voce alta Strage di Viareggio tsunami Card. Brandmuller Ministra dell'Istruzione Papa Johm Fedeli aborto dubia Papa Benedetto XVI Gerusalemme valanga profughi cappella agli islamici genocidio diritti Lutero fastfood Concilio Santiago del Estero Rwanda riforma Apocalisse 80 anni streghe Non praevalebunt! Jean-François Lavére Parlamento No Conferenze valtortiane padre Lombardi anno giubilare Marchino Claudio Pierantoni aborto peccato gravissimo seminari crollo del tetto di una chiesa Dubia Redenzione Vittorio Agnoletto lingue di vermi battesimo assolvere il peccato di aborto Costituzione misericordia pillole) Camicia della Madonna Frezza La necessità della... Resistenza Pensiero a voce bassa 1002 Amoris Laetitia Papa Bergoglio Consacrazione mons. Fellay anima vittima morte dei bambini Expo sale bufale Quaresima comunismo Trump intervista a Burke Papa Francesco fare chiarezza Mary Wagner Fedeli. Fraternità San Pio X il sacro tugurio supplica Islam moderato Maria Valtorta Catechismo Maggiore di S. Pio X omosessuali teologia del processo e del divenire Cattedrale di Pristina Giornata della pace DUBIA ex-cathedra Lourdes Maria evoluzionismo carmelitana luterani doveri Don Zucchini pro-life Transustanziazione pensieri a voce alta alluvioni Verginità di Maria intervista integrale al Card. Burke elezioni CONFERENZE E SANTE MESSE Mistica viareggina Roberto De Mattei AVVISO IMPORTANTE Lund proselitismo peccato originale massoneria Lezioni spirituali Politi SOSPESO A DIVINIS Benedetto XVI CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi nuovo cristianesimo Pence Stephen Austin j'accuse Valeria Fedeli Basta Bugie Valtorta droga Convegno Valtorta miracoli Don Ariel Vaticano pro-life italiano Convegno valtortiano 2016 Amoris laetitia I 4 Novissimi IMU Giudizio Particolare Pensieri consustanziazione Umberto Benigni raccolta firme x chiedere dimissioni Limbo strage di Berlino in ricordo del viaggio in Italia Mama Antula antidarwinismo terremoti Morte Misericordia et misera Socci Scopelli flat tax protestanti Incontro 80 sindaci da tutto il mondo eretico Isis filatelica sincretismo Twitter l'antilingua gender fondazione Maria Valtorta assassinio consumismo febbre spirituale economia Insediamento Trump a Aldo Maria Valli PENSIERI A VOCE ALTA sbarackato Obama Amoris bellezza Cascioli GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Pillole furto di ostie odio populismo latinoamericano leucemia omelia castigo di Dio profezia Rom silenzio della S. Sede peronismo nazionalcattolico Melloni arrogante Gedeone assenza di Dio Don Giuseppe Berardino Gomez Davila indagato Sala Natale luce darwinismo correzione formale lotta contro l'aborto cremazione Beata Giovanna Scopelli omelie la verità su Aleppo Mattarella Guido Landolina Dogma messainlatino la Beppina guarigioni Madonna Fillon Cattedrale di Reggio Emilia tragedia a Uyo Pontificato Bergoglio feto la Colonna dell'Immacolata Israele Fatima PENSIERI VOCE ALTA Commiato all'Opera fenomeni Beatitudini globalizzazione Russia Quo Vadis? Amoris Laetitia obiezione di coscienza rifugiati Pensieri a voce bassa comunicazione non ostile cattolici statunitensi a Trump lettera dei quattro Cardinali serate valtortiane Italia Volto Santo Giappone L'Evangelo come mi è stato rivelato Gesù sacramentato infallibilità referendum ibernazione Lezioni spirituali p. Enzo (in Padre Pio Ratzinger articoli vari Basta Bugie Finnis Cina Family Day Świebodzin Kosovo antimassoneria La Croce di S. Benedetto Bukavu Blondet avvelenamento di massa
Torna ai contenuti | Torna al menu