> Quando il papa è infallibile, e perchè si può criticare - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> Quando il papa è infallibile, e perchè si può criticare

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Varie ·
Tags: infallibilitàdubia

Pubblicato 16 gennaio 2017 | Da Antonio Righi

Ma come si permette il cardinale Raymond Burke, di rilasciare certe interviste a La verità, e di criticare una decisione del papa? Chi crede di essere?

Lui, che si atteggia a tradizionalista, non dovrebbe obbedienza all’autorità “infallibile” del pontefice? Simili dichiarazioni abbondano sulla rete, ad opera soprattutto dei cattolici progressisti e dei loro zelanti fiancheggiatori laici.

Chi sino a ieri derideva il dogma dell’infallibilità pontificia come un rottame del passato, oggi si nasconde dietro la dottrina, dietro la legge, dietro l’autorità, per impedire non ad uno, ma a molti cardinali, di porre delle semplici domande.  Domande, si badi bene, che hanno l’unico difetto di essere chiare, inequivocabili; di impedire a priori, a chi le riceve, per la loro stessa formulazione, una risposta ambigua, vaga, diciamolo pure, gesuitica.

Gesù, nel Vangelo, dedica al matrimonio poche, chiare parole, e invita chi lo ama, ad osservare i suoi comandamenti.  Amoris laetitia, al contrario, è un documento verboso, inconcludente, in cui le novità dottrinali, per le quali è stato concepito, sono messe pudicamente in tre note (che vanno lette e rilette  per capire cosa vogliano dire). Amoris laetitia è, ancora, un documento sinodale, non scritto dai padri sinodali ma da alcuni ghost writer scelti ab origine per le loro posizioni; redatto all’inizio, e non, come dovrebbe essere, alla fine del Sinodo; imposto da una minoranza interna alla Chiesa che ha voluto diventare maggioranza appoggiandosi ai media ostili alla dottrina cattolica sul matrimonio. Un po’ come l’alleanza tra Giuda, i farisei e Pilato, contro Gesù.

Bisogna dirsi la verità: è in atto una vera guerra, nella Chiesa, con due schieramenti sempre più definiti. I cardinali più vicini al magistero su vita e famiglia di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, da una parte; i vecchi contestatori alla Walter Kasper, dall’altra.

Nel campo giornalistico, lo schieramento è quello che ci si poteva aspettare: coloro che hanno sempre amato Benedetto, come Sandro Magister, Marco Tosatti, Antonio Socci, Giuseppe Rusconi, Lorenzo Bertocchi… a raccontare quanta poca dottrina, sinodalità, tolleranza, misericordia via sia nell’attuale gestione della Chiesa; il fronte progressista di Alberto Melloni, Luigi Accattoli, Marco Politi eccetera, a celebrare invece, con dosi massicce di incenso e appositi turiboli, “le magnifiche sorti e progressive” della nuova chiesa di Francesco. Con qualche sorpresa: l’ex destrorso Andrea Tornielli, un tempo contiguo agli ambienti più tradizionali della Chiesa, passato armi e bagagli ad esaltare ciò che ieri condannava o snobbava (lo vogliamo definire “governativo”?), e Aldo Maria Valli, vaticanista storicamente della sinistra ecclesiale moderata, oggi smarrito e leggermente adirato di fronte alla mutazione genetica in atto.

Ma, tornando a pesce al cardinal Burke e agli altri cardinali: possono, dei cattolici, criticare il papa?

La risposta, alla luce della teologia tradizionale, è scontata: certamente!

Anzitutto per un motivo semplicissimo: il loro ruolo, la loro carica. I cardinali non sono dei camerieri con eleganti calzette rosse, ma gli elettori e i più intimi collaboratori del papa. Se poi Francesco preferisce confrontarsi con Pannella, Bonino, Scalfari, Di Caprio e compagnia, diventa quasi obbligatorio, per i suddetti cardinali rimasti senza lo straccio di una risposta e di una udienza, rendere pubblici i loro dubbi; “resistere in faccia” a Pietro, come fece, provvidenzialmente, san Paolo nella Chiesa delle origini.

Si badi bene: i famosi “dubia” sono affidati al papa. Si chiede proprio a lui di rispondere. Nel 2017, a cinquecento anni dalla rivolta di Martin Lutero, dopo l’esaltazione del monaco ribelle proposta dallo stesso Francesco, Burke e gli altri cardinali non apostrofano il papa con gli appellativi luterani (“anticristo”, “impostore”, “servo del demonio” …); non delegittimano la sua autorità: gli chiedono di pronunciarsi, di parlare, finalmente, chiaramente. Forse convinti che il papa non abbia il coraggio di contraddire apertamente i suoi predecessori; oppure confidando nello Spirito Santo, che, secondo molti teologi, più che “scegliere” il papa, come spesso erroneamente si dice, impedisce che egli possa proclamare, solennemente, ex cathedra, un’eresia esplicita.

Il papa, questo è l’insegnamento tradizionale della Chiesa e della storia, può sbagliare sia nella vita personale, sia come teologo privato. Scriveva san Vincenzo da Lerino: “Dio alcuni papi li dona, altri li tollera, altri ancora li infligge”.

Proprio a seguito della proclamazione del dogma della infallibilità pontificia (1870), il beato cardinal John Henry Newman, nella Lettera al duca di Norfolk, volle chiarirne il significato, consapevole delle banalizzazioni e delle incomprensioni che ne sarebbero derivate: “Con tutto ciò sono lontano dall’affermare che i papi non abbiano mai torto; che non ci si debba mai opporre a loro, oppure che le loro scomuniche abbiano sempre effetto. Non sono tenuto a difendere la politica e gli atti di singoli Papi… Indubbiamente ci sono azioni di papi alle quali nessuno amerebbe aver avuto parte”. E aggiungeva che la Chiesa docente non è sempre stata, nella storia, “lo strumento più attivo dell’infallibilità: vedi il caso della crisi ariana”: “Fu forse Pietro infallibile, quando ad Antiochia Paolo gli si oppose a viso aperto? O fu infallibile san Vittore allorché separò dalla sua comunione le chiese dell’Asia, o Liberio quando, egualmente, scomunicò sant’Atanasio?…”.

Argomentando in questo modo, Newman ricordava di non dire nulla di nuovo, ma di essere nel solco del pensiero millenario della Chiesa.
La forza di Burke, Caffarra e degli altri cardinali, anche di quelli più timorosi e ondivaghi, come il cardinal Mueller, sta in questo: tutto ciò che fanno è per amore della Chiesa di Cristo.

Se cercassero successo, onori, vita tranquilla, starebbero al calduccio dall’altra parte.




Articoli recenti
Nuvole
Fumagalli articolo 138 la Colonna dell'Immacolata Beata Giovanna Scopelli comunione ai divorziati risposati Don Minutella Gedeone Claudio Pierantoni Madonna La Croce di S. Benedetto Don Ariel sisma Avvenire limbo Transustanziazione Lutero eretico Italicum Satana alta! Raul Castro Johm Brexit Gesù sacramentato Dogma convivenza Cardinali Bergoglio Socci Strage di Viareggio messainlatino Rwanda l'antilingua Misericordia et misera pro-life italiano il mercante d'armi nuovo cristianesimo effetto Paglia prostituzione riforma della curia Pensieri Beato Mayr-Nusser infallibilità correzione formale Blondet Obama protestanti lotta contro l'aborto strafalcioni Italia demonologia morte dei bambini Giappone Google castigo di Dio FB articoli vari Basta Bugie Card. Burke John Major lingue di vermi Fidel Castro Quaresima Germain Grisex Crisi del Dogma pillole) teologia del processo e del divenire Buon Natale monachesimo Theologica P. Giovanni Cavalcoli Finnis assassinio Laetitia flat tax Benedetto XVI Madonna della Ghiara Padre Pio Santo Sepolcro eutanasia Maria Valtorta PENSIERI A VOCE ALTA PENSIERI VOCE ALTA feto Bernadette bufale Medaglia miracolosa la verità su Aleppo Mama Antula Benedetta Frigerio economia Presepe Consacrazione Immacolata Concezione Parlamento (in Paradiso Mistica viareggina assistenza umanitaria carmelitana Roberto De Mattei a Don Ariel S. Levi di Gualdo peronismo nazionalcattolico Preti sposati omosessuali j'accuse Boff Islam moderato Natale Newman Politi Giuda medaglia miracolosa treni a vento tsunami Wilders La sconfitta di Renzi antidarwinismo fedeltà varie consumismo comunicazione non ostile Concistoro genocidio creazionismo droga assenza di Dio terremotati dubia Purgatorio Amoris Laetitia Volto Santo Family Day Dubia battesimo fenomeni proselitismo Apocalisse furto di ostie Neo Modernismo No Scopelli Papa Bergoglio doveri misericordia Mattarella darwinismo Giobbe Cascioli articolo su Maria Valtorta Valtorta riforma Frezza video Stephen traumi Trump la Beppina guarigioni Atti di riparazione Lund antimassoneria S. Antonio Abate eresie comunismo Schneider Caritas cattolici statunitensi a Trump Marchino pro gender Gender ibernazione Jean-François Lavére luterani condanna Ordine di Malta assolvere il peccato di aborto supplica Cina verginità della Vergine Expo tradizionalisti Giudizio Particolare Suor Lucia di Fatima Apparizione a Lourdes Rom Guido Villa Eye Pyramid Spadaro Papa Benedetto XVI bellezza dittatore Inferno Palmaro fare chiarezza LGBT Valeria Fedeli Fedeli. eresia ariana Guido Landolina Carlo Acutis sesto dubia Creazione odio Amoris Laetitia Pontificato Bergoglio 25 novembre 2016 Vittorio Agnoletto Conferenze valtortiane arrogante Porta Santa Catechismo Maggiore di S. Pio X Don Zucchini cremazione Ministra dell'Istruzione Giornata della pace Difendiamo i nostri figli evoluzionismo Referendum Russia consustanziazione Gomez Davila I 4 Novissimi Redenzione satanismo Świebodzin Kasper Israele ex-cathedra rivoluzione religiosa San GIuseppe Mary Wagner profezia Amoris Risurrezione dei morti Non praevalebunt! Isis diritti massoneria Amoris laetitia disorientamento pastorale il cornoletame interviste Costituzione filatelica Aldo Maria Valli comunione a divorziati risposati SOSPESO A DIVINIS Kosovo promesse Storia sociale della Chiesa raccolta firme x chiedere dimissioni dimissioni congelate Unità dei cristiani incendio Musica Sacra pro-life il sacro tugurio confessione perdono Don Giuseppe Berardino Melloni riconteggio Convegno valtortiano 2016 Papa sincretismo fastfood Verginità di Maria modernismo domanda Insediamento Trump Gandolfini anima vittima scisma Bukavu serate valtortiane fondazione Maria Valtorta modernisti Pillole intervista integrale al Card. Burke sofferenza dei bambini Umberto Benigni gelo DUBIA CONFERENZE E SANTE MESSE Cattedrale di Pristina PENSUERI A VOCE BASSA lettera dei quattro Cardinali Convegno Valtorta Pensieri a voce alta (in pillole) settimana di preghiera Dott.ssa Elisabetta Frezza in ricordo del viaggio in Italia ecografia prenatale Twitter Santiago del Estero Mistica Maria Valtorta Cattedrale di Reggio Emilia aborto peccato gravissimo Maria Toscana Stephen Austin Tosatti Pensieri a voce alta omosessualità Quo Vadis? Fatima terremoti Camicia della Madonna Cuba miracoli La necessità della... Resistenza Cristo Re Scalfari Polonia mons. Fellay infallibilità e indeffettibilità della Chiesa Pensieri a voce alta (in pillole) GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI il reato di intralcio all'aborto apologetica Lo Straniero Francia Clinton Intervista Benedettini referendum Medjugorje leucemia strage di Berlino sogno sbarackato Obama L'Evangelo come mi è stato rivelato aborto Giovanni Paolo II peccato originale streghe Vaticano Concilio Sindone Pontefice seminari crollo del tetto di una chiesa AVVISO IMPORTANTE IMU Morte imparare la Lis intervista a Burke voce Argentina pensieri a voce alta Limbo Fedeli Pence Card. Brandmuller alluvioni Basta Bugie Fraternità San Pio X Pietro Card. Sarah Pensieri a Voce Bassa cinwue Dubia anno giubilare silenzio della S. Sede rifugiati religiosa Pensieri a voce bassa Papa Francesco Card. Raymond Burke vescovo Robert W. McElroy populismo latinoamericano scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi Omelie Fillon profughi Robert Spaemann Incontro 80 sindaci da tutto il mondo gender rissa vaticana Card. Biffi Aleppo Pensiero a voce bassa 1002 cappella agli islamici 80 anni tragedia a Uyo Commiato all'Opera Lourdes liturgia antica Pensieri a Voce Alta valanga Giubileo della Misericordia otto errori. morte di Fidel Castro Ratzinger leggere avvelenamento di massa elezioni teoria Santa Veronica Giuliani CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta padre Lombardi Sander Magister Renxit febbre spirituale Radio Maria Renzi Re Magi indagato Sala Lefebvre commissariamento Ordine di Malta obiezione di coscienza Gerusalemme globalizzazione
Torna ai contenuti | Torna al menu