> 083. Luterani? Certo, siamo tutti fratelli, ma per ora… 'separati in casa'. - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 083. Luterani? Certo, siamo tutti fratelli, ma per ora… 'separati in casa'.

Biblioteca Neval 3

 

24.11.2016
Ho già avuto occasione di toccare nei mesi precedenti - nel corso dei miei soliloqui in 'Pensieri a voce alta' - il tema del Luteranesimo, valutato sotto diverse angolazioni.[1]
Ora - dopo l'incontro del 31 Ottobre scorso a Lund in Svezia fra Papa Francesco e i rappresentanti della Federazione Mondiale Luterana per concelebrare insieme il 500° Anniversario della Riforma di Martin Lutero - un mio lettore, forse curioso all'eccesso,  mi offre un ulteriore spunto di riflessione chiedendomi: 'Ma gli scismatici e gli eretici, come i luterani e più in genere i protestanti, si salvano o vanno all'Inferno?'
Domanda fatta senza malizia, ma per la quale alcuni sarebbero capaci - di questi tempi - di invocare la fucilazione alla schiena del malcapitato 'curioso'.
Sono passati cinque secoli di scomuniche da un lato, di feroci invettive dall'altro per non parlare delle guerre di religione, ma in questo pontificato della 'Misericordia' nessuna domanda avrebbe potuto essere più 'politicamente scorretta' della suddetta.
Era ora che protestanti e cattolici si parlassero...!
Non sono più i tempi del XVI°secolo di Tommaso Moro e del Re Enrico VIII il quale fece decapitare il primo che sosteneva 'senza se e senza ma'l'assoluta indissolubilità evangelica del Sacramento del Matrimonio.
Tommaso Moro ed Enrico VIII furono sfortunati a vivere in quell'epoca perché se il Decapitatore Enrico VIII e il 'decollato' Tommaso Moro fossero vissuti al giorno d'oggi - il primo, grazie alla recente Esortazione apostolica 'Amoris Laetitia', avrebbe certo trovato fra le righe - senza dover provocare uno scisma dalla Chiesa cattolica - una scappatoia per divorziare da sua moglie e prendersene poi in successione varie altre come in effetti fece allora, ed il secondo non ci avrebbe rimesso la testa, anche se però bisogna dire che non si sarebbe sicuri che sarebbe diventato un 'santo martire'.
Io 'antiprotestante'? Mai più.
Nutro al contrario molta comprensione per i singoli luterani, i cosiddetti 'fratelli separati', specialmente dopo aver letto quanto - in uno dei Dettati alla mistica Valtorta[2], anima vittima - il Gesù delle sue visioni ebbe a spiegarle nel 1944[3] (i grassetti sono miei):
^^^^
Dice Gesù:
“Il mio discepolo dice: “Dio è Carità e chi ha carità ha Dio. Come può dire uno di amare Dio se non ama i propri fratelli?”.[4]
Per fratelli non sono qui nominati i figli di un solo sangue, e neppure i figli di una sola nazione, e neppure i figli di una sola religione. Tutti siete fratelli, poiché il ceppo è unico: Adamo; ed unica l’origine: Dio.
Latini, ariani, asiatici, africani, civili, incivili, non venite da diversi creatori, ma da un unico Creatore: il Dio vostro che è Signore dei Cieli e Padre di tutti i viventi.
Figli più cari al suo cuore, i rigenerati nel Battesimo del Cristo. Figli dilettissimi e coeredi, col Figlio, della Città celeste, quelli che vivono la dottrina del Cristo.
Ma se diversi sono i gradi della paternità e della figliolanza, unico è sempre il seme soprannaturale e naturale che avete: Dio, Padre divino; Adamo, padre terreno.
Non dovete dunque, voi che volete essere “perfetti” non per prava superbia della mente ma per ubbidienza al mio dolce comando: “Siate perfetti come è perfetto il Padre mio”,[5] nutrire in voi sentimento di spregio o ribrezzo per coloro che non sono come voi “cristiani” di fatto o cattolici di nome.
Non dovete dire: “Costui, perché irreligioso, perché scismatico, perché pagano, m’è rettile o immondo animale, m’è ribrezzo e scandalo”.
Una sola cosa vi deve fare ribrezzo e vi deve essere scandalo perché è immondezza e corruzione. Il vostro commercio con Satana che vi lede lo spirito e vi rende ripugnanti agli occhi di Dio. Questa cosa dovete fuggire, evitare, sfuggire anche collo sguardo della mente. Questa cosa sola.
Ma se siete, se volete essere “figli di Dio”, veri figli, dovete aver carità per i fratelli miseri nello spirito, per gli indigenti dello spirito, per i malati dello spirito, per gli impuri dello spirito.
Sono miseri gli idolatri e indigenti gli scismatici, sono malati i peccatori, sono impuri i traviati da dottrine ancor più nefaste di quelle di religioni cristiano-minori che credono nel Cristo ma non sono ramo dell’albero vero, bensì ramo senza innesto in Cristo e perciò selvatico e datore di aspro frutto, non degno della celeste mensa. Ché, se la benignità di Dio giudica l’opere di tutti secondo giustizia e ai “buoni” dà premio, poiché ciò è giusto, non sarà mai, questo premio, così fulgido e pieno come quello di coloro che sono i figli veri della vera Chiesa.
Molto è perdonato a chi molto ama e crede, credendosi nel vero, in altra religione. Ma poiché il Vangelo è predicato anche in quei paesi che sono separati da Roma, anche molto sarà chiesto a questi sordi che non vollero udire la Voce e vedere la Luce di Gesù Cristo, vivente nella sua Romana Apostolica Chiesa.
Ma non sta a voi, cattolici, di giudicare. Io ho detto: “Non giudicate”.
Ho detto: “Levati per prima la trave dal tuo occhio e poi la pagliuzza dall’occhio del fratello”.[6]
Molte travi sono nei vostri occhi, o cristiani cattolici dalla fede lesionata, dalla troppo tiepida carità e dalle quattro virtù cardinali estinte. Molte. Troppe.
Badate non vi avvenga che idolatri e gentili vi superino nell’amore del Cristo e meritino di sentirsi lodati avanti di voi per la loro fede sicura nella religione dei padri loro, per la loro carità al Dio conosciuto, per le loro virtù coraggiosamente praticate.
L’amore purifica anche ciò che è impuro e profano. L’amore ha purificato Maria di Magdala e Levi.[7]
Possiamo paragonare le religioni non cattoliche a questi due redenti evangelici che l’amore ha redenti.
Possiamo pensare, o figli, che i credenti di esse, viventi nell’amore di Dio così come è loro stato insegnato (Dio chiederà se mai il perché dell’errore ai responsabili della loro separazione da Roma) siano resi puri agli occhi miei dalla carità che è viva in loro.
Ripeto: sarà loro chiesto il perché non hanno voluto accettare il Vangelo predicato da Roma; ma non verrà loro negato lo sguardo di Dio poiché la loro ara impura, l’ara del loro spirito, sarà stata mondata dall’amore.
Tenete presenti le parole di Pietro: “Riconosco che Dio non fa distinzione di persone, ma in qualunque nazione gli è accetto chi lo teme e pratica la giustizia”.[8]
Senza perciò superbia di mente e anticarità di cuore guardate con spirito soprannaturale i fratelli divisi da Romaed effondete su loro il vostro amore attivo per riunirli a Roma di Cristo. Quale che sia il loro errore.
Se voi vi terrete elevati oltre la carne e il sangue, elevati oltre l’umano pensiero, contatti di carne e contatti di mente non potranno nuocervi poiché sarete viventi in zone dove contagio non giunge. Permanete in Me. Io sono difesa a chi in Me vive. Ed effondete su tutti quella carità che nel mio cuore trovate viva per tutti e maestra a tutti.
La comunione dei santi non è limitata ai fratelli di fede. Essa si effonde su tutti i viventi, poiché il Primo che l’ha stabilita ed esercitata sono Io che per tutti ho effuso il mio Sangue.
La preghiera per i separati da Me - per scismi, per dottrine, per sètte, per irreligione - non è altro che zelo per la mia Causa. Non è altro che imitazione del Maestro vostro, il quale non risparmiò a Se stesso nessun dolore pur di portare i figli separati al Dio, Padre santo.
La sofferenza poi - e parlo a voi, perle del mio gregge, o mie anime vittime, mie copie perfette, conforto mio e mia gloria - la sofferenza poi, oro puro del vostro amore, sangue del cuore della mistica comunione dei santi, è quella che, come il comando del Cristo[9], trae i morti fuor dalla morte. E quale risurrezione sia questa, di uno spirito, infinitamente più alta e preziosa di quella di una carne, lo vedrete in Cielo quando udrete il mio: “Benedetti!”[10] a voi tutti che, evangelizzatori nascosti ma più potenti di tanti tiepidi sacerdoti, avrete conquistato alla verità gli incirconcisi di ora.»
^^^^
Dunque - quanto alla salvezza - anche i luterani e più in genere i protestanti si salvano, se 'giusti', come si possono del resto salvare anche i 'giusti' di altri popoli e religioni.
Riguardo al tema della salvezza - nonostante ulteriori riflessioni che potrebbero scaturire da altri profondi aspetti toccati da Gesù nel brano sopra citato - che cosa ho creduto, salvo miei errori di interpretazione, di poter dedurre in sintesi da quanto qui spiegato alla mistica Maria Valtorta?
1) l'Amore purifica anche ciò che è impuro e profano.
2) Conseguentemente anche ai singoli scismatici credenti in buona fede nella loro Confessione, pur separati dalla Chiesa cattolica romana, non verrà negato 'lo sguardo di Dio' nella misura in cui essi in vita abbiano seguito l'Amore come ha scritto San Pietro: “Riconosco che Dio non fa distinzione di persone, ma in qualunque nazione gli è accetto chi lo teme e pratica la giustizia.
3) Gesù dice, anzi 'ripete': …sarà loro chiesto il perché non hanno voluto accettare il Vangelo predicato da Roma; ma non verrà loro negato lo sguardo di Dio poiché la loro ara impura, l’ara del loro spirito, sarà stata mondata dall’amore.
4) La Comunione dei santi non è limitata ai fratelli di fede ma si effonde su tutti i viventi perché Gesù per tutti ha effuso il suo Sangue.
5) In Cielo i gradi della paternità e della figliolanza sono diversi ma 'unico' è sempre il seme soprannaturale e naturale che tutti abbiamo: Dio, Padre divino; Adamo, padre terreno.
6) E' solo il Peccato che lede il nostro spirito e ci rende ripugnanti agli occhi di Dio.
7) Dio giudica con giustizia secondo le opere e fa premio comunque ai buoni che si credono nella Verità ma - poiché Egli è giusto - il loro premio non sarà mai fulgido e pieno come quello di coloro che sono i figli veri della vera Chiesa, vera Chiesa che nel suddetto testo è intesa come quella Cattolica Apostolica Romana.
8) Bisogna guardare con spirito soprannaturale ai 'fratelli' divisi da Roma verso i quali bisogna effondere il nostro amore attivo per riunirli a 'Roma di Cristo', quale che sia il loro errore.
9) Si salveranno anche i 'Gentili' (cioè i 'pagani', non cristiani) per la loro fede sicura nella religione dei loro padri, per la loro carità e fede nel Dio da essi conosciuto, per le loro virtù coraggiosamente praticate.
Bene dunque che Papa Francesco abbia fatto il primo passo e sia andato in Svezia a Lund.
Più che bene anche gli abbracci con i 'fratelli' delle chiese separate, che ci sono fratelli perché abbiamo come Padre spirituale Dio e come Padre naturale Adamo, come tutti gli uomini.
Non andrebbe invece per niente bene se - per un malinteso senso di ecumenismo e come fanno già quasi temere alcune prese di posizione di alte gerarchie cattoliche molto accreditate in Vaticano quali ad esempio quella del Cardinale Walter Kasper (MARTIN LUTERO, Una prospettiva ecumenica, Ed. Queriniana, 2016) - si volesse traghettare gradualmente e surrettiziamente la Chiesa e la Dottrina cattolica verso la Confessione protestante, anziché il contrario.
Una vera 'Unione' ecumenica non può basarsi su un compromesso 'politico' del tipo 'Tu dai una cosa a me ed io do una cosa a te…', perché la Verità è una, eterna ed indivisibile e - evangelicamente parlando - non si possono scegliere e servire due diversi 'padroni'…
Se la vera Chiesa - come dice qui Gesù in questo Dettato delle rivelazioni a Maria Valtorta, e come insegna la Tradizione bimillenaria - è quella Cattolica Apostolica Romana, sono gli scismatici che - una volta stabiliti dei buoni rapporti di vicinato - dovranno prima o poi decidere se tornare alla Casa del Padre, come il Figliol prodigo che trovò il Padre con le braccia aperte.
Utopico? Credo di sì, allo stato dei fatti.
Non sono infatti gli 'uomini' - con le loro ambizioni, aggressività e rivalità - che potranno realizzare un progetto soprannaturale del genere, ma lo potrà invece Dio al momento giusto, perché… 'Nulla è impossibile a Dio!'.
Diamo dunque tempo al tempo, abbracciamoci l'un l'altro e viviamo pure come 'fratelli' con il dovuto reciproco rispetto nella stessa Casa Cristiana, ma… da 'separati in casa'.


[1] Pensieri a voce alta: http://www.ilcatecumeno.net/pensieri.htm
- N. 073, 074, 075: Il Catto-luteranesimo: una Chiesa 'cattolica' a 'trazione anteriore' luterana: (Prima, seconda e terza parte)
- N. 078: Giubileo ed indulgenze plenarie. Dunque…'Pecca fortiter…'
- N. 079: Un abisso incolmabile: 'predestinazione' luterana e predestinazione cattolica
[3] Maria Valtorta: 'I Quaderni del 1944' - Dettato del 12.1.44 - Centro Editoriale Valtortiano
[4] Giovanni: Prima lettera  4, 8-21.
[5] Matteo 5, 48.
[6] Matteo 7, 1-5; Luca 6, 37-38 e 41-42.
[7] Matteo 9, 9; Luca 8, 2; 10, 38-42.
[8] Atti 10, 34-35
[9] Giovanni 11, 41-43 (comando rivolto a Lazzaro)
[10] Matteo 25, 34



Articoli recenti
Nuvole
Giovanni Paolo II Stephen Austin rivoluzione religiosa raccolta firme x chiedere dimissioni Maria economia peronismo nazionalcattolico luterani condanna Kosovo referendum Medaglia miracolosa Isis settimana di preghiera Musica Sacra Lutero indagato Sala monachesimo populismo latinoamericano confessione traumi Trump Świebodzin Non praevalebunt! Laetitia nuovo cristianesimo Mistica Maria Valtorta feto Storia sociale della Chiesa sogno mons. Fellay valanga IMU lingue di vermi Risurrezione dei morti Rwanda Cattedrale di Pristina assassinio ex-cathedra strage di Berlino prostituzione FB proselitismo Preti sposati eresie Pontefice medaglia miracolosa Intervista Benedettini Spadaro Unità dei cristiani Papa Bergoglio Sander Magister teologia del processo e del divenire Insediamento Trump Claudio Pierantoni Raul Castro l'antilingua lettera dei quattro Cardinali alta! Omelie Suor Lucia di Fatima sincretismo Card. Raymond Burke anno giubilare Guido Landolina interviste limbo gender Lo Straniero Don Minutella 80 anni Lourdes carmelitana Vittorio Agnoletto DUBIA Concistoro perdono aborto peccato gravissimo comunismo Re Magi Expo leucemia terremoti misericordia Apparizione a Lourdes in ricordo del viaggio in Italia Concilio No Valtorta Limbo Theologica globalizzazione Brexit massoneria protestanti fenomeni Mama Antula L'Evangelo come mi è stato rivelato Gomez Davila Wilders sesto dubia antidarwinismo darwinismo Card. Brandmuller Card. Burke P. Giovanni Cavalcoli pillole) castigo di Dio Papa Francesco Amoris Laetitia consustanziazione Difendiamo i nostri figli tsunami Roberto De Mattei Crisi del Dogma sbarackato Obama streghe la Beppina Padre Pio varie elezioni Benedetto XVI cremazione teoria fare chiarezza eresia ariana Pensiero a voce bassa 1002 Jean-François Lavére Politi la verità su Aleppo Rom consumismo sofferenza dei bambini Natale Giudizio Particolare seminari a Parlamento Clinton Socci pro-life italiano fedeltà assolvere il peccato di aborto ecografia prenatale supplica modernisti Lefebvre Costituzione Twitter Tosatti Robert Spaemann Transustanziazione filatelica Card. Biffi domanda La necessità della... Resistenza Quo Vadis? vescovo Robert W. McElroy Kasper creazionismo S. Antonio Abate j'accuse Buon Natale pro gender doveri Francia comunione a divorziati risposati dittatore commissariamento Ordine di Malta cinwue Dubia Blondet Umberto Benigni Gerusalemme battesimo intervista integrale al Card. Burke Renzi fastfood Boff scisma eretico Fatima ibernazione lotta contro l'aborto La Croce di S. Benedetto cattolici statunitensi a Trump Gesù sacramentato miracoli il mercante d'armi serate valtortiane febbre spirituale anima vittima Gedeone Card. Sarah Madonna Referendum Bukavu Creazione Fillon cappella agli islamici il cornoletame Fumagalli Sindone eutanasia Don Ariel La sconfitta di Renzi morte di Fidel Castro fondazione Maria Valtorta Newman sisma Giubileo della Misericordia intervista a Burke Pensieri a voce alta PENSIERI A VOCE ALTA Google Pontificato Bergoglio Basta Bugie voce gelo odio Cardinali CONFERENZE E SANTE MESSE omosessuali pro-life Scalfari aborto Amoris laetitia imparare la Lis riforma della curia Fraternità San Pio X terremotati Convegno Valtorta Frezza arrogante Don Giuseppe Berardino Apocalisse riconteggio Amoris Carlo Acutis Giornata della pace silenzio della S. Sede Verginità di Maria messainlatino Quaresima Family Day furto di ostie Cuba Papa Benedetto XVI comunicazione non ostile Dott.ssa Elisabetta Frezza Dogma profughi Medjugorje Beato Mayr-Nusser Polonia disorientamento pastorale Gender leggere Israele GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Pietro Valeria Fedeli Pensieri a voce alta (in pillole) morte dei bambini Bernadette genocidio strafalcioni Argentina Bergoglio Cascioli PENSIERI VOCE ALTA rissa vaticana AVVISO IMPORTANTE liturgia antica Immacolata Concezione Consacrazione satanismo flat tax Pillole assenza di Dio Volto Santo articoli vari Basta Bugie Toscana Ratzinger la Colonna dell'Immacolata modernismo rifugiati Mistica viareggina Santo Sepolcro video Stephen Obama Caritas diritti pensieri a voce alta Purgatorio Lund omosessualità Redenzione CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta assistenza umanitaria Benedetta Frigerio I 4 Novissimi Pence Fidel Castro infallibilità Catechismo Maggiore di S. Pio X effetto Paglia Atti di riparazione Finnis Ordine di Malta obiezione di coscienza Neo Modernismo (in SOSPESO A DIVINIS John Major 25 novembre 2016 crollo del tetto di una chiesa Strage di Viareggio Cattedrale di Reggio Emilia Melloni Amoris Laetitia Conferenze valtortiane Don Ariel S. Levi di Gualdo tragedia a Uyo Convegno valtortiano 2016 dubia Scopelli Schneider Pensieri a Voce Alta Giobbe bufale Santiago del Estero scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi Mattarella otto errori. il sacro tugurio comunione ai divorziati risposati Pensieri a voce alta (in pillole) avvelenamento di massa Commiato all'Opera Italicum Papa Mary Wagner Eye Pyramid Cina profezia demonologia Paradiso Pensieri Camicia della Madonna Palmaro Ministra dell'Istruzione droga Germain Grisex Morte tradizionalisti articolo su Maria Valtorta guarigioni Radio Maria Vaticano Giappone correzione formale Avvenire treni a vento Beata Giovanna Scopelli Islam moderato Marchino promesse Russia verginità della Vergine convivenza Italia padre Lombardi religiosa Presepe Don Zucchini articolo 138 incendio infallibilità e indeffettibilità della Chiesa Inferno Giuda Santa Veronica Giuliani Madonna della Ghiara antimassoneria LGBT Maria Valtorta evoluzionismo Cristo Re PENSUERI A VOCE BASSA Porta Santa Pensieri a Voce Bassa Aleppo Pensieri a voce bassa Johm Fedeli. il reato di intralcio all'aborto alluvioni Renxit Misericordia et misera peccato originale dimissioni congelate riforma Aldo Maria Valli bellezza San GIuseppe Incontro 80 sindaci da tutto il mondo apologetica Satana Gandolfini Dubia Guido Villa Fedeli
Torna ai contenuti | Torna al menu