L'Evangelo come mi è stato rivelato - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> Alla scoperta dell’“Evangelo” di Maria Valtorta

Biblioteca Neval 3

Don Ernesto Zucchini illustra gli aspetti più sorprendenti della vita della mistica viareggina, alla quale il 22 e 23 ottobre sarà dedicato un convegno internazionale

RITA RICCI
CHIESA E RELIGIONE

Don Ernesto Zucchini

Per la prima volta in Italia, il 22 e il 23 ottobre, un convegno internazionale sarà dedicato allo studio e alla conoscenza di Maria Valtorta. ZENIT ha cercato ricostruire la storia della veggente viareggina, e di comprendere perché, a 55 anni dalla sua morte, ancora ci si interroghi sulla sua vita. Ne abbiamo parlato con don Ernesto Zucchini, 70 anni, presidente della Fondazione Maria Valtorta, dal 2009 professore di Teologia alla Scuola di Formazione Teologica della diocesi di Massa Carrara, protagonista a Radio Maria di una trasmissione sulla mistica, parroco a Pontremoli, in provincia di Massa Carrara e in altre quattro località limitrofe.
***
Don Ernesto, chi era Maria Valtorta?

Maria Valtorta nacque a Caserta il 14 marzo 1897, da una famiglia molto pia di origine lombarde e morì a Viareggio il 12 ottobre 1961. Fervente cattolica fin dalla prima infanzia, avviata agli studi classici, frequentò il prestigioso collegio Bianconi a Monza, dove eccelleva in letteratura. Ebbe un rapporto turbolento con la mamma Iside, che le proibì di sposarsi e farsi una propria vita, ma nonostante ciò Maria non smetterà mai di amarla e di professare la fede. Sarà devotissima di Gesù fin dalla giovinezza, giungerà a offrire più volte la sua vita alla Giustizia Divina per salvare più anime possibili in unione a Cristo Gesù. Dal venerdì santo del 1934, sarà allettata in una stanzetta del pianterreno della casetta di via Antonio Fratti 257 a Viareggio, per le conseguenze di un tragico evento capitatole nel 1920, quando fu aggredita da un deviato, che le lesionò la spina dorsale irrimediabilmente. Da allora, non si alzerà più. La sua spiritualità svilupperà il suo stato mistico e avrà il dono di locuzioni interiori e visioni dettagliatissime su tutto il Vangelo. Grazie al suo primo direttore spirituale, padre Romualdo Migliorini dei Servi di Maria, scriverà ogni cosa seppur fosse piegata dalla fatica e dal dolore, per le sette gravi malattie di cui soffriva, tra cui pleurite, paralisi degli arti inferiori, lacerazioni spinali.

E in che modo vedeva?

Il dono ricevuto da Maria Valtorta, consisteva nel vedere ogni dettaglio, osservare, sentire ed essere così partecipe da percepire contemporaneamente sia le variazioni di clima sia i profumi dell’epoca. In altre parole, Maria Valtorta era fisicamente presente a quanto le veniva mostrato.

È per questo che è famosa ancora oggi?

Sì, certo, per questo dono, ma soprattutto per l’esito delle sue visioni ossia i suoi scritti sul Vangelo. All’inizio fu chiamato Il Poema dell’Uomo Dio, oggi diffuso col nome di L’Evangelo come mi è stato rivelato, racchiuso in dieci volumi. Seguono altre opere che pur non essendo “minori”, tuttavia restano meno eclatanti.

Maria Valtorta aveva delle visioni della Madonna e com’erano?

Sì, certo, le aveva ed erano dettagliatissime, dalle vesti al modo di acconciarsi i capelli. Ancora oggi, ciò sconcerta e alcuni critici vorrebbero espungere queste descrizioni – in Francia una traduzione è stata fatta proprio togliendo queste parti – che sono confermate, invece, dal Vangelo. Eppure sono stati questi dettagli a farci capire che Maria Valtorta non ha scritto un romanzo. E neppure un romanzo storico. E meno che meno un sogno storico pieno di fandonie.
Dal 2012, grazie all’Ingegnere Francese Jean-François Lavére, sappiamo con evidenza certa che l’“ambiente” descritto da lei è scientificamente preciso. È proprio questo che stupisce. Anzi, scombussola tutte le carte fatte con preconcetti e pregiudizi. Chi legge Maria Valtorta deve sapere che tutto è scientificamente certo, perfino le posizioni delle stelle. E Maria Valtorta non sbaglia mai! La provocazione è certamente forte, molto forte, per tutti.

Aveva visioni anche di Gesù?

Tutti i personaggi dell’Evangelo sono veri, non di cartapesta o distorti. Gesù, Maria e san Pietro e tutti gli apostoli, Giuda Iscariota compreso, sono uomini in carne e ossa, concreti e veri. E l’umanità santissima di Gesù emerge fragorosa, bellissima e coinvolgente. A volte sembra letteralmente di toccarlo. Tutto questo senza sminuire la sua Divinità. In Maria Valtorta,Gesù è come dogmaticamente la Chiesa lo annuncia da 2000 anni: vero Dio e vero Uomo. È interessante sapere che le primissime critiche all’allora Poema dell’Uomo Dio vertevano proprio sull’eccesso di materialità di Gesù. Troppo umano, troppo amorosamente vicino a sua Madre, troppo vicino alle donne. Ma oggi queste critiche fanno sorridere. Era l’“aria” di quegli anni 1950 che pretendeva un Gesù talmente Divino da far quasi scomparire la sua reale umanità.

Qual è lo scopo della Fondazione Maria Valtorta?

La Fondazione Maria Valtorta di Viareggio ha tre scopi fondamentali chiaramente descritti nello statuto al capitolo III. “La Fondazione, è volta all’esclusivo perseguimento di finalità culturali e principalmente all’utilizzo di ogni strumento utile e legittimo per lo sviluppo, la documentazione e la diffusione della conoscenza degli scritti e della persona di Maria Valtorta e attraverso questo all’affermazione e alla riscoperta delle radici giudaico-cristiane della nostra civiltà ponendosi sempre e senza tentennamenti all’interno della dottrina insegnata dalla santa Chiesa Cattolica Apostolica e Romana”. E cioè approfondire e diffondere con ogni mezzo lecito la conoscenza della persona e dell’Opera di Maria Valtorta. E difendere le radici cristiane dell’Europa, oggi così attaccate.

A che punto è il processo di beatificazione?

È tutto fermo. Nel senso che dev’essere il Vescovo della Diocesi di Maria Valtorta – cioè Lucca – a dare il via al processo di beatificazione. Persona e opera andrebbero distinti, ma in questo mondo si tendono a confondere i due piani, impedendo anche il semplice avvio del processo. D’altra parte, 56 anni di storia non sono passati invano. Favorevoli e contrari insistono, ognuno, sulle proprie tesi. In ogni caso, ci sono due cose che devono preliminarmente essere provate: Maria Valtorta non era una spiritista, non era una medium, non era una new-ager; Maria Valtorta non ha scritto: “una vita di Gesù malamente romanzata” e nemmeno un romanzo storico. La mia personale convinzione è che la Chiesa (con C maiuscola) non si muoverà finché questi due fatti non saranno chiariti a fondo.

Per quale motivo, a suo avviso, Dio, tra tanti, ha scelto proprio la Valtorta?

Non lo so, davvero. Dovrei essere nella mente di Dio per saperlo.  Si può però congetturare, ma si tratterebbe di mera congettura. Forse per la capacità e la velocità nella scrittura stessa – da fanciulla, in collegio, riusciva a scrivere otto temi diversi mentre le sue compagne di classe ne scrivevano soltanto uno – per l’agilità mentale e per le conoscenze pratiche possedute, che l’hanno predisposta al suo ruolo. Lei, però, ha dovuto liberamente accettare la missione con tutte le sofferenze che comportava.

C’è una visione in particolare che, per esaustività, le è rimasta particolarmente impressa?

Francamente sono tantissime. Ricordo che i capitoli dell’Evangelo sono 652 e i personaggi sono 705 quindi la scelta è vasta. Comunque molto intrigante è l’episodio delle tentazioni nel deserto (capitolo 46, del I volume). Lo scontro è veramente realistico, coinvolgente, drammatico e con una forma letteraria che incanta. Maria Valtorta non mostra mai i pensieri e le motivazioni dei personaggi che mette in azione, tuttavia il realismo è assoluto. L’esplicitazione del Vangelo canonico è molto forte e non c’è mai la pretesa di proporre un quinto evangelo anche quando le novità sembrano moltissime. Ad esempio, qui le tentazioni sono quattro perché la primissima è un invito a Gesù a prendersi una moglie.



Articoli recenti
Nuvole
Porta Santa referendum La necessità della... Resistenza Giobbe Brexit GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Umberto Benigni CONFERENZE E SANTE MESSE dubia Apocalisse Obama apologetica Frezza Beata Giovanna Scopelli Don Minutella economia Card. Biffi limbo Wilders Pensieri Marchino cappella agli islamici Italicum Benedetto XVI terremotati Argentina dimissioni congelate Lutero Expo Gerusalemme Papa Bergoglio Cina sincretismo Eye Pyramid j'accuse Pence sogno cremazione Purgatorio LGBT Conferenze valtortiane settimana di preghiera serate valtortiane Dogma PENSIERI VOCE ALTA Lo Straniero Aleppo Spadaro Lourdes Risurrezione dei morti vescovo Robert W. McElroy Card. Brandmuller Russia Germain Grisex Catechismo Maggiore di S. Pio X Don Giuseppe Berardino La Croce di S. Benedetto miracoli Fatima carmelitana rissa vaticana teoria droga Quo Vadis? Robert Spaemann articolo 138 scisma Pensieri a voce bassa Pensieri a Voce Bassa Convegno Valtorta teologia del processo e del divenire assistenza umanitaria La sconfitta di Renzi Islam moderato Valtorta pensieri a voce alta Mary Wagner infallibilità e indeffettibilità della Chiesa lotta contro l'aborto Mattarella Benedetta Frigerio Parlamento il reato di intralcio all'aborto alta! Concilio il cornoletame perdono Theologica voce traumi prostituzione Santo Sepolcro raccolta firme x chiedere dimissioni I 4 Novissimi battesimo Rwanda Gender tragedia a Uyo Card. Sarah morte di Fidel Castro Papa Francesco Beato Mayr-Nusser fondazione Maria Valtorta Mistica viareggina Finnis Giubileo della Misericordia streghe omosessuali bellezza Card. Raymond Burke convivenza commissariamento Ordine di Malta comunicazione non ostile gelo eretico genocidio assenza di Dio strafalcioni IMU Maria supplica Jean-François Lavére 80 anni comunismo treni a vento Giornata della pace Mama Antula Pensiero a voce bassa 1002 indagato Sala Boff luterani Guido Landolina Padre Pio consumismo satanismo Pensieri a voce alta Maria Valtorta Italia Cuba Amoris Laetitia Suor Lucia di Fatima Gesù sacramentato Avvenire Polonia Roberto De Mattei Mistica Maria Valtorta ibernazione Commiato all'Opera massoneria protestanti padre Lombardi Re Magi varie Kasper Paradiso 25 novembre 2016 riforma lettera dei quattro Cardinali morte dei bambini Bukavu Kosovo assassinio mons. Fellay Card. Burke Fedeli Palmaro Basta Bugie aborto peccato gravissimo Blondet Google strage di Berlino San GIuseppe DUBIA sofferenza dei bambini Don Ariel S. Levi di Gualdo incendio rifugiati (in Non praevalebunt! intervista integrale al Card. Burke aborto AVVISO IMPORTANTE Don Zucchini Rom promesse Vaticano rivoluzione religiosa demonologia Gandolfini Santa Veronica Giuliani pro gender terremoti Papa L'Evangelo come mi è stato rivelato gender leggere sesto dubia Renxit condanna avvelenamento di massa Amoris Omelie Inferno comunione a divorziati risposati Scalfari Stephen Austin pro-life globalizzazione Pensieri a Voce Alta infallibilità Radio Maria feto peronismo nazionalcattolico Giudizio Particolare PENSUERI A VOCE BASSA valanga furto di ostie Cardinali sbarackato Obama Apparizione a Lourdes obiezione di coscienza Caritas Consacrazione Verginità di Maria castigo di Dio il mercante d'armi Giovanni Paolo II alluvioni Madonna Renzi peccato originale articolo su Maria Valtorta Ordine di Malta diritti Newman Schneider confessione Incontro 80 sindaci da tutto il mondo arrogante Referendum Cattedrale di Pristina la Colonna dell'Immacolata Medjugorje anno giubilare Tosatti Świebodzin Socci CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta Claudio Pierantoni Giuda fare chiarezza Madonna della Ghiara proselitismo scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi Aldo Maria Valli eresie No Gomez Davila fenomeni Buon Natale religiosa Amoris Laetitia Santiago del Estero Difendiamo i nostri figli tsunami pillole) interviste imparare la Lis omosessualità Crisi del Dogma flat tax Scopelli leucemia Trump correzione formale guarigioni Fillon eutanasia medaglia miracolosa Intervista Benedettini cinwue Dubia Sindone monachesimo Fedeli. Pillole Neo Modernismo comunione ai divorziati risposati Medaglia miracolosa Concistoro Pontefice fastfood PENSIERI A VOCE ALTA Don Ariel Strage di Viareggio antidarwinismo Atti di riparazione eresia ariana Gedeone Guido Villa Politi Laetitia misericordia Dott.ssa Elisabetta Frezza Musica Sacra liturgia antica anima vittima Natale consustanziazione Giappone Camicia della Madonna ex-cathedra la Beppina Dubia Pensieri a voce alta (in pillole) nuovo cristianesimo Cattedrale di Reggio Emilia Ratzinger modernisti Redenzione fedeltà il sacro tugurio Satana riforma della curia populismo latinoamericano doveri Immacolata Concezione riconteggio SOSPESO A DIVINIS profughi dittatore Fraternità San Pio X Melloni Creazione a febbre spirituale verginità della Vergine Pietro Limbo Bernadette darwinismo Israele Morte Lefebvre effetto Paglia S. Antonio Abate Costituzione bufale Family Day seminari silenzio della S. Sede evoluzionismo Preti sposati Convegno valtortiano 2016 video Stephen articoli vari Basta Bugie pro-life italiano P. Giovanni Cavalcoli Insediamento Trump Amoris laetitia Sander Magister sisma Misericordia et misera Isis Fumagalli cattolici statunitensi a Trump ecografia prenatale elezioni odio Pensieri a voce alta (in pillole) Toscana otto errori. crollo del tetto di una chiesa Pontificato Bergoglio antimassoneria Clinton Volto Santo la verità su Aleppo Cascioli FB Cristo Re Raul Castro in ricordo del viaggio in Italia messainlatino tradizionalisti Papa Benedetto XVI Johm Quaresima Valeria Fedeli assolvere il peccato di aborto filatelica Fidel Castro disorientamento pastorale Francia Lund Vittorio Agnoletto Transustanziazione l'antilingua John Major lingue di vermi Ministra dell'Istruzione Carlo Acutis creazionismo profezia intervista a Burke Storia sociale della Chiesa Unità dei cristiani modernismo Presepe Twitter domanda Bergoglio
Torna ai contenuti | Torna al menu