Babele - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 059. Babele, Nuovo Ordine Mondiale, Babilonia la grande, l’Anticristo

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Articoli di Guido Landolina ·
Tags: Babele

1.3.2016
 
 
 
 
(Prima parte di tre)
 
 
 
Credo che questa nostra generazione di cristiani non abbia mai vissuto persecuzioni così violente ed assistito ad un Natale così ‘contestato’ come quello di questi ultimi tempi.
 
A livello mondiale centinaia di migliaia di cristiani vengono costretti ad abbandonare fuggiaschi le loro case e la loro terra, massacrati o passati per le armi, persino crocifissi, e nel migliore dei casi condannati con la galera fino a cinque anni se si osa ‘festeggiare’, magari esibendo Presepi o alberi di Natale, come deciso tempo addietro dal Sultano del Brunei.
 
Con il termine «festeggiare», scriveva infatti il quotidiano britannico Daily Telegraph con riferimento al Brunei, si intende «ostentare» o «indossare simboli religiosi come croci, accendere candele, addobbare alberi di natale e cantare inni religiosi o mandare auguri, montare decorazioni»: in sintesi, tutto ciò che rappresenta il Natale.
 
Il governo della Somalia – altra notizia – aveva proibito nei mesi scorsi di festeggiare il Natale e il Capodanno nel timore che le celebrazioni, nel Paese a maggioranza musulmana, potessero attrarre gli attacchi degli islamisti. "Tutti gli eventi relativi al Natale e al Capodanno sono contrari alla cultura islamica e possono danneggiare la fede della comunità musulmana" ha detto il direttore generale degli affari religiosi di Mogadiscio, sceicco Mohamed Khayrow, aggiungendo che le forze di sicurezza hanno l'ordine di interrompere eventuali festeggiamenti. "Non ci dovrà essere alcuna attività".
 
Ma se in molti paesi prevalentemente islamici vi sono moltissime persecuzioni cruente come ad esempio quelle recenti in Siria provocate dagli islamici dell’ISIS e come molte altre in Africa, non mancano persino nel cosiddetto ‘mondo cristiano occidentale’ i segni premonitori di una possibile persecuzione futura.
 
Lo so che state pensando che sia ‘impossibile’ perché noi ‘Occidentali’ siamo nella culla della ‘tolleranza’.
 
Lo sembrava anche la Francia della rivoluzione del 1789 con quel suo ‘liberté, egalitè, fraternitè’, ma sappiamo anche la storia di quella ghigliottina alla quale ogni giorno bisognava rifare il ‘filo’.
 
Basterebbe poi ricordare l’abbattimento dello Stato Pontificio nell’Ottocento non ad opera degli islamici turchi ma attraverso le cannonate dell’esercito sabaudo a Porta Pia, quando persino molti cattolici (modernisti) di allora plaudirono.
 
Che dire poi delle atrocità anticristiane della guerra civile spagnola degli anni 1936/1939, con uccisioni di migliaia di sacerdoti, suore e comuni fedeli, questi ultimi passati per le armi anche per il solo fatto di averli trovati a portare al collo una catenina con crocefisso o ‘madonnina’?
 
E le tremende persecuzioni – sempre nel Novecento – nell’ex Unione sovietica atea?
 
Sono persecuzioni che di solito cominciano per gradi: prima si critica, poi si contesta, quindi si accusa, infine si mette ‘fuori legge’ e - per terminare, adducendo magari ragioni di ‘opportunità politica’ - si arriva alla persecuzione del sangue attraverso una serie di passaggi come 1) accusa di fondamentalismo, 2) emarginazione politica e sociale, 3) accusa di sovversione nei confronti dello Stato, 4) simpatie e collaborazionismo con il ‘nemico’, 5) tradimento della ‘patria’, 6) carcerazione, 7) esecuzione capitale.
 
In Europa - per ora - si è cominciato con il rinnegamento ufficiale da parte dell’Unione Europea delle ‘radici cristiane’ dei popoli europei.
 
Nella laicissima Francia si vogliono però già obbligare i paesi che hanno nomi di santi a cambiare nome, per non parlare dei nomi delle strade.
 
Inoltre – anche in Italia - si vorrebbero un poco ovunque togliere da Scuole e Ospedali i crocifissi e persino i presepi.
 
In Italia, il paese ‘culla’ del Cristianesimo!
 
Anche alcuni vescovi e parroci della stessa Chiesa cattolica – più islamisti degli islamici - cominciano a fare i ‘collaborazionisti’. Ad esempio è di solo qualche tempo addietro la notizia che il Vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol - in nome dell’integrazione con i musulmani - 'apriva' al Ramadan: ‘Venga insegnato a scuola agli studenti cristiani…’.
 
In Inghilterra il leader dei laburisti britannici, Jeremy Corbin, capo dell’opposizione rappresentata dal Labour Party, si era rifiutato lo scorso anno di formulare alla popolazione in occasione della Vigilia gli auguri di Buon Natale, anch’egli per non offendere i fedeli di altre religioni, sostituendo detti auguri con un messaggio di ‘Buona fine d’anno’.
 
Il conservatore inglese Andrew Bridgen aveva subito commentato al riguardo: ‘Questa è la nuova politica di Corbyn: cancellare il Natale. Questo è solo un assaggio di ciò a cui andrebbe incontro la Gran Bretagna se Corbyn dovesse diventare primo ministro’.
 
Mi domando: solo in Gran Bretagna?
 
Temo infatti che in Europa e nel mondo intero potrà in futuro accadere di peggio.
 
L’attuale ‘Unione europea’ - quella che ha politicamente rinnegato le sue origini cristiane – non tenta neanche di nascondere la sua profonda avversione laicista nei confronti del ‘Dio della Bibbia’, una Bibbia che essa detesta, anche se poi – ironia della sorte ed eterogenesi dei fini - si ritrova a vivere già ora nello spirito dell’antica Torre di Babele della stessa Genesi biblica

 
 
 
 
 
 
Non a caso a Bruxelles, sede dell’Unione Europea, giganteggia una costruzione in questo stile con una Torre di Babele in versione architettonica moderna:
 
 
 
 
 

Ma quale è il punto di contatto fra l’antica realtà di Babilonia e quella della Babilonia più moderna?
 
La Torre di Babele originaria rappresentava la pretesa prometeica di raggiungere l’altezza di Dio, simboleggiata appunto dalla gigantesca e altissima Torre, meraviglia della ingegneria edilizia di quei tempi antichi: era in sostanza un atto di sovversione e ribellione a Dio con l’uomo che si faceva suo pari.
 
La Genesi biblica infatti così recita (Cap. 11, 1-8, testo CEI 2008)
            
^^^^
  
La torre di Babele e nuova genealogia
  
1Tutta la terra aveva un'unica lingua e uniche parole. 2Emigrando dall'oriente, gli uomini   capitarono in una pianura nella regione di Sinar e vi si stabilirono. 3Si   dissero l'un l'altro: «Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco». Il   mattone servì loro da pietra e il bitume da malta.
  
4Poi dissero: «Venite,   costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo, e facciamoci   un nome, per non disperderci su tutta la terra».
  
5Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che i figli degli uomini   stavano costruendo.
  
6Il Signore disse: «Ecco, essi sono un unico popolo e hanno tutti un'unica lingua; questo è   l'inizio della loro opera, e ora quanto avranno in progetto di fare   non sarà loro impossibile. 7Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché   non comprendano più l'uno la lingua dell'altro».
  
8Il Signore li   disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città.   
  
9Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su   tutta la terra.
       
^^^^
 
 
Ebbene, fra i tanti commenti al riguardo ho trovato anche il seguente:
 
 
Questa storia si trova nel Libro della Genesi e comincia dopo il Diluvio Universale, quando Noè e la sua famiglia si stabilirono nella pianura di Sinear, non lontano dal grande fiume Eufrate.
Allora la comunità degli uomini parlava una sola lingua anche se, con il passare del tempo, la comunità si ingrandiva per realizzare il volere di Dio che aveva comandato loro: "Andate e popolate la terra" (Genesi 9:1).
Ad un certo punto gli uomini decisero di costruire una città, Babilonia, ed una torre tanto alta da toccare il cielo.
Lo scopo di questa torre era di essere un punto di riferimento per le persone, e che avrebbe potuto essere utilizzata come un rifugio sicuro in caso di un altro diluvio.
Dio guardò dall'alto dei cieli gli uomini che lavoravano tutti insieme alla costruzione della grande torre e lesse nei loro cuori un'ambizione irriverente nei suoi riguardi, essi volevano abitare il cielo come lui, volevano salvarsi dalle acque se lui avesse voluto distruggerli, volevano in fine essere uguali a lui.
Per far capire loro la loro presunzione li punì con la confusione delle lingue: la gente parlava nella solita lingua ma gli altri non la capivano più; così non sentendosi più un solo popolo si dispersero in tutta la terra.
Da allora il nome del luogo dove si stava costruendo la torre, "Babele" prese il significato di "confusione".
Ci sono prove che la Torre di Babele è realmente esistita
, come gli scritti cuneiformi incisi su antiche tavolette d'argilla che raccontano di una "Ziggurat", una torre del tempio, fatto a forma di piramide con una terrazza sulla cima che i Babilonesi chiamavano  Bab-Iloe, Porto di Dio.
La ziggurat che conosciamo come "Torre di Babele" era un tempio dedicato al dio Babilonese Marduk che aveva una base di 91 metri per 91 ed una altezza di 91 metri disposti su 7 piani.
La torre originale, distrutta dal re assiro Sanherib nel 689 a.C., venne ricostruita e perfezionata da Nebukadnezar II (Nabucodonosor) per essere ancora demolita nel 478 a.C. dai persiani di Serse. I Babilonesi chiamarono la loro torre Bab-Iloe, Porto di Dio e gli Ebrei durante la "cattività babilonese" la videro certamente e, poiché in essa si adorava quello che loro consideravano un Idolo ed il fatto che la terrazza sulla sommità suggerisse l'interruzione dei lavori destinati alla costruzione di una piramide fece nascere il racconto biblico della Torre….
 
 
^^^^
 
 
Già queste due ultime righe di conclusione (…fece nascere il racconto biblico della Torre… ) sono una prova della attuale tendenza della ‘scienza’ atea a voler negare la verità storica dei racconti biblici presentandoli come 'racconti', cioè come ‘miti’.
 
Infatti secondo il suddetto testo ‘L’interruzione dei lavori’ non sarebbe stata opera dell’intervento di Dio come detto nella Bibbia, ma sarebbero stati gli stessi lavori interrotti a fare nascere 'il racconto mitologico dell’intervento di Dio' di cui parla la Genesi.
 
Come però nel racconto biblico gli uomini vollero riunirsi in un solo popolo e parlare una sola lingua, così quel tentativo sembra ripetersi oggi con l’ideologico progetto del Nuovo Ordine Mondiale: riunire cioè tutti gli uomini e le nazioni sotto un unico potente governo, che in nome della ‘pace’ elimini gli egoismi e le differenze nazionali con le loro specifiche culture, come pure elimini le attuali religioni - la cristiana prima fra tutte - accusate di provocare esse stesse divisioni e guerre fra i popoli - lasciandole unicamente sopravvivere sotto l’egida di una religione sincretistica universale che avrebbe carattere puramente ‘morale’ ma che di divino avrebbe niente: non dunque ‘religione di Dio’ ma ‘religione’ dell’uomo che si fa ‘dio’.
 
La storia – mi domando dunque - si ripeterà forse, cercando di ricreare una nuova Babilonia, la ‘Gran città’ di cui parla l’Apocalisse che a quel punto dovrebbe essere costituita dalla Terra intera mondialmente e filantropicamente unificata con le buone… o con le cattive?
 
Credo tuttavia che ciò sia una pura utopia e, a questo riguardo, diceva il Gesù delle visioni della mistica Maria Valtorta: ‘Non potete fra voi, o popoli diversi, giungere a durevole accordo. Avete tutti le stesse aspirazioni e gli stessi bisogni, e come piatto di bilancia il peso della buona parte dell’uno va a detrimento dell’altro. Vivete per avere sempre la parte maggiore e vi uccidete per questo. É una alterna vicenda che si fa sempre più grave’.[1]
 
 
Come finirà dunque questo tentativo egemonico?
 
Con un’altra confusione delle lingue e dispersione?
 
Potrebbe finire in un modo che vi spiegherò in un mio prossimo secondo ‘Pensiero’.
 
 
 

 
   
 
[1] Maria Valtorta: ‘I Quaderni del 1943’ – 11.11.43 – Centro Editoriale Valtortiano
 
 



Nuvole
Ministra dell'Istruzione fenomeni comunione a divorziati risposati Redenzione il cornoletame Cuba terremoti economia Politi demonologia Avvenire Rwanda Mistica viareggina castigo di Dio l'antilingua Gomez Davila eresia ariana La Samaritana correzione formale Polonia pro-life Family Day eresie Guido Landolina Neo Modernismo mons. Fellay articoli vari Basta Bugie Lo Straniero profezia Gender intervista integrale al Card. Burke Convegno Valtorta Musica Sacra cremazione Storia sociale della Chiesa Renzi Dogma omosessualità scisma incendio massoneria Kasper Strage di Viareggio Card. Raymond Burke carmelitana Eye Pyramid ibernazione battesimo Carlo Acutis Babele Giobbe arrogante pro-life italiano Benedetta Frigerio Card. Biffi tradizionalisti Amoris Laetitia Giovanni Paolo II No doveri Johm Don Zucchini Inferno Valeria Fedeli lezioni spirituali L'Evangelo come mi è stato rivelato Scalfari modernismo Card. Brandmuller la verità su Aleppo Brexit crollo del tetto di una chiesa Lund promesse Clinton sofferenza dei bambini cappella agli islamici Claudio Pierantoni serate valtortiane Schneider assassinio leucemia treni a vento 25 novembre 2016 comunismo Marchino Presepe traumi Verginità di Maria La sconfitta di Renzi feto Cascioli Medaglia miracolosa Natale sogno dubia il reato di intralcio all'aborto Madonna della Ghiara Blondet Benedetto XVI fastfood elezioni strage di Berlino Don Ariel eutanasia Costituzione otto errori. morte di Fidel Castro settimana di preghiera fare chiarezza Pietro padre Lombardi Vaticano furto di ostie anima vittima la Beppina Basta Bugie Paradiso Limbo FB il mercante d'armi Papa Benedetto XVI Giappone verginità della Vergine riconteggio domanda Medjugorje Renxit rifugiati alluvioni Fedeli gender febbre spirituale raccolta firme x chiedere dimissioni riforma della curia Commiato all'Opera nuovo cristianesimo Sander Magister Obama interviste assolvere il peccato di aborto dittatore S. Antonio Abate ecografia prenatale imparare la Lis condanna Lefebvre commissariamento Ordine di Malta la Colonna dell'Immacolata Bukavu evoluzionismo Papa Bergoglio effetto Paglia Convegno valtortiano 2016 Gandolfini ex-cathedra articolo 138 Ordine di Malta gelo profughi Caritas strafalcioni proselitismo genocidio Expo assistenza umanitaria Unità dei cristiani terremotati Valtorta Amoris Laetitia Cardinali teologia del processo e del divenire Russia Apparizione a Lourdes antidarwinismo scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi dimissioni congelate Referendum Parlamento silenzio della S. Sede Santiago del Estero miracoli in ricordo del viaggio in Italia SOSPESO A DIVINIS GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI DUBIA creazionismo filatelica Non praevalebunt! Dubia anno giubilare Catechismo Maggiore di S. Pio X 80 anni Mattarella Lezioni spirituali p. Enzo morte dei bambini Fraternità San Pio X liturgia antica Boff valanga Lutero Santo Sepolcro Lourdes Insediamento Trump odio Italia droga prostituzione Jean-François Lavére Papa Card. Burke Gesù sacramentato luterani Pence Laetitia Atti di riparazione Roberto De Mattei PENSIERI VOCE ALTA I 4 Novissimi OMELIE apologetica Fedeli. Newman Quo Vadis? darwinismo Risurrezione dei morti Finnis Santa Veronica Giuliani assenza di Dio Stephen Austin Trump bellezza Conferenze valtortiane religiosa diritti Fillon Papa Francesco Google globalizzazione Aldo Maria Valli Twitter protestanti Misericordia comunicazione non ostile Maria Padre Pio LGBT streghe fedeltà San GIuseppe Omelie LEZIONI SPIRITUALI varie rissa vaticana Świebodzin Pontificato Bergoglio Mistica Maria Valtorta Giudizio Particolare intervista a Burke omosessuali Madonna Sindone Beatitudini lettera dei quattro Cardinali Mama Antula Agnello di Dio Fumagalli pensieri a voce alta misericordia Rom sesto dubia confessione Robert Spaemann Purgatorio Don Minutella Morte comunione ai divorziati risposati Frezza Beata Giovanna Scopelli Isis Immacolata Concezione Card. Sarah peronismo nazionalcattolico Aleppo CONFERENZE E SANTE MESSE Volto Santo Vittorio Agnoletto Crisi del Dogma Tosatti Concilio Mary Wagner Fatima tsunami P. Giovanni Cavalcoli Giubileo della Misericordia Bergoglio Toscana Beato Mayr-Nusser aborto Spadaro Cattedrale di Pristina Concistoro Giuda perdono leggere Francia sbarackato Obama video Stephen Amoris IMU Ratzinger lotta contro l'aborto j'accuse Don Ariel S. Levi di Gualdo teoria cattolici statunitensi a Trump Misericordia et misera Wilders Dott.ssa Elisabetta Frezza sisma Palmaro cinwue Dubia bufale antimassoneria disorientamento pastorale Buon Pastore Consacrazione Buon Natale Amoris laetitia Bernadette rivoluzione religiosa Pensieri a Voce Alta peccato originale vescovo Robert W. McElroy consumismo Cattedrale di Reggio Emilia Cristo Re Radio Maria referendum Germain Grisex Guido Villa Kosovo limbo Satana Italicum flat tax Melloni AVVISO IMPORTANTE Gerusalemme Theologica Porta Santa consustanziazione seminari John Major sale Raul Castro Transustanziazione populismo latinoamericano Quaresima La necessità della... Resistenza infallibilità Umberto Benigni pro gender lingue di vermi fondazione Maria Valtorta Re Magi supplica monachesimo sincretismo Creazione Gedeone Fidel Castro aborto peccato gravissimo Maria Valtorta obiezione di coscienza articolo su Maria Valtorta CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta luce Pontefice modernisti avvelenamento di massa Islam moderato satanismo Preti sposati Don Giuseppe Berardino Apocalisse medaglia miracolosa tragedia a Uyo infallibilità e indeffettibilità della Chiesa Giornata della pace Argentina riforma Israele Suor Lucia di Fatima Intervista Benedettini guarigioni eretico convivenza indagato Sala Socci Gesù Salvatore Scopelli Difendiamo i nostri figli Camicia della Madonna Pensieri a voce alta il sacro tugurio Cina Lezioni spirituali Incontro 80 sindaci da tutto il mondo messainlatino
Torna ai contenuti | Torna al menu