> TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE - A - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE - A

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Lezioni spirituali di P. Enzo Redolfi ·
Tags: Omelie

VERITAS
Un aiuto per credere e vivere in Dio
Lezioni spirituali di P. Enzo Redolfi - cell. 349 40 20 292
inviate via e.mail a chi ne fa richiesta
TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE - A
Il 6 agosto è la festa della Trasfigurazione del Signore, cioè il ricordo di quel fatto prodigioso avvenuto sul monte Tabor, alla presenza di Pietro, Giacomo e Giovanni, in cui Gesù si trasfigura davanti a loro rivelando più chiaramente la sua divinità. Perciò oggi, anche se domenica, la Chiesa ci propone il Vangelo della Trasfigurazione, considerandolo un avvenimento importante che ci aiuta nel cammino della fede. Come infatti Gesù fortificò nella fede i suoi tre diletti apostoli prima della grande prova della Passione, così fortifica noi prima di andare incontro alle grandi prove della vita. Un dono che Dio concede a chi crede in Lui, per rincuorarlo che la sua fede è sicura e la sua fatica non sprecata.
A volte, infatti, siamo delusi della vita, amareggiati, stanchi, deboli, dubbiosi, sofferenti. Sembra che Dio non esista, che non si curi di noi o che ci abbia abbandonato. Siamo tentati a credere che Gesù non sia Dio e che perciò la sua parola non sia vera, la nostra fede sia inutile, la nostra speranza infondata, la nostra carità sprecata. Siamo tentati a credere che Gesù sia solo un uomo come tutti, un profeta come tanti, un eroe come pochi. E allora interviene il Padre per confermare il Figlio, dal momento che il Figlio è rivelato dal Padre. Egli ci parla dal cielo dicendo: Questi è il Figlio mio diletto, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo.
Gesù è il Figlio di Dio, l'Amato del Padre, perché per mezzo di Lui l'Altissimo ha potuto essere misericordioso senza essere ingiusto, ed essere giusto senza essere impietoso. Solo Dio, infatti, poteva compiacere Se stesso, dal momento che il finito non può soddisfare l'Infinito, né l'imperfetto il Perfetto. Il Padre gioisce di aver mandato il Figlio a salvare il mondo, perché il mondo non avrebbe goduto il Figlio se non fosse stato inviato dal Padre. Non ci poteva dunque essere Salvatore all'infuori di Gesù. E Gesù, che è il Salvatore, perché è Dio stesso che salva, non poteva che essere anche il Maestro, perché è Dio stesso che parla. Ecco perché la Parola dichiara: Ascoltatelo. Si può non ascoltare Colui che salva e Colui che rivela? Si può non ascoltare Colui che è l'Infinito e l'Eterno? Si può non ascoltare Colui che è il Tutto?
Il compiacimento del Padre è solo in Gesù, perché Gesù è il Figlio. Il compiacimento di Dio è solo in Gesù, perché Gesù è Dio. Non c'è Profeta all'infuori di Lui. Non c'è Maestro all'infuori di Lui. Non c'è Salvatore all'infuori di Lui. È scritto infatti: Non sono forse io, il Signore? Fuori di me non c’è altro Dio; Fuori di me non c’è Dio giusto e salvatore. Volgetevi a me e sarete salvi, paesi tutti della terra, perché io sono Dio; non ce n’è un altro (Libro di Isaia 45,21-22). O voi tutti che cercate la verità, perché ascoltate ciò che non è vero? Uno solo bisogna ascoltare: il Verbo che si è fatta Carne; la Via, la Verità e la Vita (Vangelo di Giovanni 14,6); il Figlio, nel quale il Padre si è compiaciuto. Tutto il resto è vanità, menzogna, errore.
A fianco di Gesù, sul monte Tabor, i tre apostoli videro anche Mosè ed Elia, il Patriarca della legge e il Patriarca della profezia. Apparvero Mosè ed Elia, perché Gesù ha compiuto la profezia e la legge, essendo Egli il Legislatore e il Profeta atteso. È scritto: Il Signore tuo Dio susciterà per te, in mezzo a te, fra i tuoi fratelli, un profeta pari a me; a lui darete ascolto (Libro del Deuteronomio 18,15). Gesù, infatti, è venuto nel mondo per dare compimento alla legge (Vangelo di Matteo 5,17); per portare il fuoco dell'amore e il lievito della fede (Vangelo di Luca 12,49; Vangelo di Matteo 13,33); per portare il "vino nuovo" della nuova alleanza (Vangelo di Matteo 9,17), come disse ai discepoli prima dell'estremo congedo: Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi (Vangelo di Luca 22,20).
Gesù si trasfigurò davanti agli apostoli prima di affrontare la Passione, aiutandoli così a rimanere saldi nella fede nei momenti difficili della croce. Il Vangelo della Trasfigurazione aiuta perciò a capire che Gesù è davvero Dio e che Dio è la Verità da ascoltare e da mettere in pratica. Chi nega che Gesù è Figlio di Dio, nega il Padre che lo ha generato e quindi nega Dio stesso. Queste parole lo confermano: Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me ... Chi ha visto me ha visto il Padre (Vangelo di Giovanni 14,6.9).
Quando siamo sulla croce, quando tutto sembra così terreno e inconsistente, ricordiamo il brano evangelico di oggi, che è una conferma alla verità della religione cattolica. Se noi ascolteremo il Figlio, come decreta il Padre, non solo Dio sarà in noi in questa breve sosta terrena, ma noi saremo in Dio nell'eterna gloria celeste e si realizzeranno le parole della seguente divina preghiera: Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi una cosa sola (Vangelo di Giovanni 17,21).
RINASCERE DALL'ALTO
Dice l'Apostolo: I desideri della carne portano alla morte, mentre i desideri dello Spirito portano alla vita e alla pace. Infatti i desideri della carne sono in rivolta contro Dio, perché non si sottomettono alla sua legge. Quelli che vivono secondo la carne non possono piacere a Dio (Lettera di Paolo ai Romani 8,6-8).
La grazia che viene da Gesù Cristo, che ci ha redento dalla colpa d'origine, ci ha liberati dal peccato e dalle schiavitù della materia. Ma tale grazia non ha soppresso in noi la legge della libertà, la fatica di rinascere dall'alto e di lottare contro il male, in modo che non ci sia tolto il merito di essere vincitori sul nostro grande nemico Satana. Noi, infatti, pur vivendo sulla terra, siamo chiamati ad essere cittadini del cielo, elevandoci sempre più verso la purezza e la luce del paradiso. Così pregò, al riguardo, il nostro Gesù per i suoi discepoli, rivolgendosi al Padre: Non chiedo che tu li tolga dal mondo, ma che li custodisca dal maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo (Vangelo di Giovanni 17,15-16). Siamo nel mondo, ma non siamo del mondo, perché la nostra patria è il cielo: Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo (Vangelo di Giovanni 17,14).
San Paolo dice che noi siamo chiamati alla libertà, purché essa non divenga un pretesto per vivere secondo la materia, ma serva come strumento per fare il bene: Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà. Purché questa libertà non divenga un pretesto per vivere secondo la carne (Lettera di Paolo ai Galati 5,13). Però la libertà di azione, infusa nel cuore della persona come dono supremo dell'Altissimo, può essere considerata un pericolo per la creatura predestinata alla gloria celeste, perché il dono si può tramutare in sventura se la libertà viene usata per fare il male. È un pericolo santo, permesso dalla Santità, per dare con giustizia ad ognuno secondo le sue opere. Dice infatti la Scrittura: Io, il Signore, scruto la mente e saggio i cuori, per rendere a ciascuno secondo la sua condotta, secondo il frutto delle sue azioni (Libro di Geremia 17,10); Io giudicherò ognuno di voi secondo la sua condotta (Libro di Ezechiele 18,30); Il Figlio dell'uomo verrà nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e renderà a ciascuno secondo le sue azioni (Vangelo di Matteo 16,27); Dio renderà a ciascuno secondo le sue opere: la vita eterna a coloro che perseverando nelle opere di bene cercano gloria, onore e incorruttibilità; sdegno ed ira contro coloro che per ribellione resistono alla verità e obbediscono all'ingiustizia. Tribolazione e angoscia per ogni uomo che opera il male; gloria invece, onore e pace per chi opera il bene (Lettera di Paolo ai Romani 2,6-10); Io sono Colui che scruta gli affetti e i pensieri degli uomini, e darò a ciascuno di voi secondo le proprie opere (Libro dell'Apocalisse 2,23); Ecco, io verrò presto e porterò con me il mio salario, per rendere a ciascuno secondo le sue opere (Libro dell'Apocalisse 22,12).
San Paolo ha ragione nel dire che i desideri della carne portano alla morte, mentre i desideri dello Spirito portano alla vita, perché dove manca Dio, che è il Vivente, non c'è Vita. Il corpo non giova a nulla se non si mette a servizio dello spirito per cui fu creato. Disse infatti il Signore: Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del vangelo, la salverà (Vangelo di Marco 8,35); È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che vi ho detto sono spirito e vita (Vangelo di Giovanni 6,63).
Come disse Gesù a Nicodemo, dobbiamo rinascere dall'alto se vogliamo entrare nel regno di Dio (Vangelo di Giovanni 3,3), cioè essere perfetti per poter vedere il Perfetto, puri per poter vedere il Puro. Come un'aquila, occorre quindi innalzarsi sopra le sozzure della terra e volare sempre più su, dove l'aria è pura e la luce intensa. Non bisogna lasciarsi sedurre dalle soddisfazioni terrene, ma pensare che esse passano col tempo, mentre Dio resta in eterno.
La parte più santa e più nobile che abbiamo in noi è l'anima che viene dal divino Spirito. Ma è necessario non farla morire col peccato, poiché chi fa il male uccide se stesso. Dice il Signore: Dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti (Libro della Genesi 2,17); Ognuno morirà per il suo peccato (Secondo Libro dei Re 14,6); Coloro che commettono il peccato e l'ingiustizia sono nemici della propria vita (Libro di Tobia 12,10); Chi pecca contro di me, danneggia se stesso; quanti mi odiano amano la morte (Libro dei Proverbi 8,36); Chi pecca danneggia se stesso (Libro del Siracide 19,4); Chi pecca morirà (Libro di Ezechiele 18,4); Allontanatevi da me voi tutti operatori d'iniquità! (Vangelo di Luca 13,27); Il salario del peccato è la morte (Lettera di Paolo ai Romani 6,23); Per i vili e gli increduli, gli abietti e gli omicidi, gl'immorali, i fattucchieri, gli idolàtri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. È questa la seconda morte (Libro dell'Apocalisse 21,8).
Dio ci domanderà conto di come abbiamo usato i talenti ricevuti (Vangelo di Matteo 25,14-30), cioè tutti i doni in materia e in spirito, ma ci ricompenserà in maniera sovrabbondante del bene compiuto e se avremo saputo rinascere al cielo dopo esser nati dalla terra.



Articoli recenti
Nuvole
Giornata della pace economia La necessità della... Resistenza scisma Cascioli Scalfari genocidio Guido Villa rivoluzione religiosa tragedia a Uyo Pontefice articoli vari Basta Bugie omosessuali fondazione Maria Valtorta apologetica settimana di preghiera assassinio Lutero AVVISO IMPORTANTE I 4 Novissimi domanda San GIuseppe P. Giovanni Cavalcoli indagato Sala Marchino Papa riconteggio Cina Israele peccato originale peronismo nazionalcattolico Commiato all'Opera Rwanda Italicum limbo Giuda seminari LEZIONI SPIRITUALI Fillon SOSPESO A DIVINIS leucemia commissariamento Ordine di Malta Madonna della Ghiara assenza di Dio strafalcioni tradizionalisti Morte omelie filatelica satanismo messainlatino articolo 138 Bergoglio Melloni Neo Modernismo Musica Sacra Amoris consustanziazione Aldo Maria Valli Unità dei cristiani Amoris Laetitia Quaresima Mistica viareggina morte di Fidel Castro comunismo Beato Mayr-Nusser Radio Maria Świebodzin Buon Natale Transustanziazione antidarwinismo ex-cathedra lingue di vermi Santo Sepolcro Lo Straniero PENSIERI A VOCE ALTA fare chiarezza Italia eretico Gandolfini Amoris Laetitia consumismo medaglia miracolosa Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Valeria Fedeli feto elezioni confessione ibernazione ecografia prenatale Convegno Valtorta Vaticano lezioni spirituali disorientamento pastorale Storia sociale della Chiesa Guido Landolina Brexit riforma Isis mons. Fellay Cattedrale di Pristina Costituzione Volto Santo la verità su Aleppo DUBIA Inferno miracoli Convegno valtortiano 2016 Lezioni spirituali flat tax vescovo Robert W. McElroy Pensieri a voce bassa Madonna Pensieri a Voce Alta Cristo Re padre Lombardi omosessualità imparare la Lis Redenzione cremazione CONFERENZE E SANTE MESSE valanga Ordine di Malta varie Lezioni spirituali p. Enzo Medjugorje riforma della curia Buon Pastore Family Day furto di ostie Pensiero a voce bassa 1002 Porta Santa verginità della Vergine dubia sisma Umberto Benigni infallibilità religiosa Pontificato Bergoglio creazionismo Limbo darwinismo Non praevalebunt! il sacro tugurio Misericordia Theologica sesto dubia morte dei bambini GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI silenzio della S. Sede Benedetto XVI Sindone Paradiso Argentina Padre Pio raccolta firme x chiedere dimissioni Socci Twitter Lefebvre Concilio Agnello di Dio fastfood intervista a Burke Gesù Salvatore il mercante d'armi Blondet il reato di intralcio all'aborto cattolici statunitensi a Trump Card. Burke Referendum rifugiati Schneider infallibilità e indeffettibilità della Chiesa demonologia video Stephen CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta John Major proselitismo Johm Laetitia Dott.ssa Elisabetta Frezza Fumagalli globalizzazione bellezza Don Ariel S. Levi di Gualdo Fraternità San Pio X Satana Misericordia et misera gelo Caritas Fedeli guarigioni Pensieri a voce alta Wilders Palmaro Russia crollo del tetto di una chiesa Creazione doveri Papa Francesco in ricordo del viaggio in Italia Trump Don Zucchini Papa Bergoglio Mary Wagner dimissioni congelate Ratzinger Renzi Mama Antula alluvioni la Colonna dell'Immacolata aborto intervista integrale al Card. Burke luterani Verginità di Maria Preti sposati La sconfitta di Renzi l'antilingua Boff Insediamento Trump Strage di Viareggio No il cornoletame modernisti leggere Politi evoluzionismo Pietro populismo latinoamericano carmelitana Roberto De Mattei Lund febbre spirituale Cattedrale di Reggio Emilia L'Evangelo come mi è stato rivelato OMELIE Toscana scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi arrogante Eye Pyramid Islam moderato Jean-François Lavére sincretismo sogno massoneria convivenza Presepe Google Expo fedeltà cinwue Dubia battesimo Cuba terremotati comunione ai divorziati risposati Maria Germain Grisex Don Ariel Gomez Davila nuovo cristianesimo streghe Maria Valtorta Rom Kasper Giappone lettera dei quattro Cardinali FB La Samaritana Newman terremoti referendum Finnis Dubia Crisi del Dogma Don Giuseppe Berardino profezia Papa Benedetto XVI Obama Giubileo della Misericordia Carlo Acutis Suor Lucia di Fatima Beatitudini la Beppina profughi Benedetta Frigerio condanna LGBT sofferenza dei bambini Sander Magister Natale Mistica Maria Valtorta comunione a divorziati risposati Frezza Avvenire Card. Sarah Santa Veronica Giuliani droga gender Spadaro pensieri a voce alta Valtorta Claudio Pierantoni avvelenamento di massa S. Antonio Abate effetto Paglia Medaglia miracolosa Fedeli. cappella agli islamici Raul Castro fenomeni luce antimassoneria strage di Berlino Re Magi Giudizio Particolare Amoris laetitia serate valtortiane Cardinali Clinton Fatima Gerusalemme Ministra dell'Istruzione liturgia antica Renxit 25 novembre 2016 Camicia della Madonna Immacolata Concezione Card. Brandmuller promesse supplica Catechismo Maggiore di S. Pio X modernismo Consacrazione rissa vaticana Risurrezione dei morti Robert Spaemann 80 anni obiezione di coscienza comunicazione non ostile Difendiamo i nostri figli Beata Giovanna Scopelli Gender Vittorio Agnoletto Giobbe j'accuse eresia ariana traumi PENSIERI VOCE ALTA Bukavu Bernadette aborto peccato gravissimo dittatore Concistoro treni a vento Giovanni Paolo II teologia del processo e del divenire anima vittima Atti di riparazione La Croce di S. Benedetto Gedeone Scopelli incendio correzione formale Lourdes Polonia Pence Card. Raymond Burke Don Minutella Conferenze valtortiane diritti pro-life sbarackato Obama perdono pro-life italiano Dogma Card. Biffi Basta Bugie tsunami eutanasia Purgatorio lotta contro l'aborto otto errori. Stephen Austin interviste teoria Pensieri a Voce Bassa IMU Apparizione a Lourdes sale Intervista Benedettini anno giubilare Santiago del Estero Omelie Aleppo pro gender Kosovo Apocalisse articolo su Maria Valtorta castigo di Dio Francia Tosatti protestanti Fidel Castro Quo Vadis? misericordia eresie Gesù sacramentato assistenza umanitaria monachesimo Parlamento bufale Mattarella prostituzione assolvere il peccato di aborto odio
Torna ai contenuti | Torna al menu