> 3 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (B) - 21 GENNAIO - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 3 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (B) - 21 GENNAIO

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Lezioni spirituali di P. Enzo Redolfi ·
Tags: Omelia

VERITAS

Un aiuto per credere e vivere in Dio
Lezioni spirituali di P. Enzo Redolfi - cell. 349 40 20 292
inviate via e-mail a chi ne fa richiesta
Omelia

3 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (B) - 21 GENNAIO

Il Vangelo di oggi inizia con un richiamo che ricorre spesso nella Bibbia, perché costituisce una delle azioni più importanti che l'uomo deve compiere: la conversione. Dice il Signore: Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo.
L'appello alla conversione è molto antico e sempre nuovo. Esso ha grande importanza per noi, perché dalla conversione dipende il nostro destino eterno, cioè il paradiso o l'inferno, la gloria o la dannazione, la salvezza o la condanna, la gioia o il dolore, la luce o la tenebra, la vita o la morte. Dalla conversione dipende il nostro eterno futuro. Ecco perché è molto importante, ed ecco perché tale richiamo viene continuamente riproposto con insistenza da Gesù e dalla Chiesa.
Non deve l'uomo stancarsi di sentir parlare di conversione. Si stanca forse egli di fare il male? Come non si stanca di fare il male, così non deve stancarsi di fare il bene. Anzi, dobbiamo considerare una gioia sentirci continuamente richiamati alla virtù, poiché fare il bene non significa soltanto non fare il male, bensì vivere nell'amore.
La conversione, cioè abbandonare il peccato e scegliere la virtù, è una delle attività più importanti dell'uomo e un valore molto raccomandato nella Bibbia, al punto che senza conversione perde valore la Bibbia stessa. Infatti è scritto: Io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, perché viva tu e la tua discendenza, amando il Signore tuo Dio, obbedendo alla sua voce e tenendoti unito a lui, poiché è lui la tua vita (Libro del Deuteronomio 30,19-20); Se vuoi, osserverai i comandamenti; l'essere fedele dipenderà dal tuo buon volere. Egli ti ha posto davanti il fuoco e l'acqua; là dove vuoi stenderai la tua mano. Davanti agli uomini stanno la vita e la morte; a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà (Libro del Siracide 15,15-17).
Abbiamo un grande esempio di conversione negli abitanti di Ninive, grande città della Mesopotamia. Essi si convertirono alla predicazione del profeta Giona, abbandonando le loro opere malvagie, e ottennero la grazia del perdono. Dio si impietosì, vedendo la loro umiliazione, il loro pentimento, i loro propositi e le loro penitenze, e non li castigò con il male che aveva decretato di fare per il loro bene. Ciò dimostra che anche le profezie non sono inderogabili e che Dio può cambiare idea quando vede che l'idea è cambiata, cioè quando vede che chi commette il peccato si pente e ritorna ad essere virtuoso. Ciò spiega anche perché, molte volte, ci siano segreti nelle rivelazioni private. Essi sono segreti per chi li riceve, non per chi sono diretti, poiché quelli a cui sono diretti potrebbero modificarli o annullarli con la loro condotta di vita. Il segreto, perciò non è una verità assoluta, ma una verità variabile ed è per questo che deve rimanere tale. Ma allora diranno: "E perché allora lo dà?". Lo dà per fare di chi lo riceve un profeta e un testimone. Un profeta, per predicare la Parola di Dio. Un testimone, per vivere la Parola predicata. Come dunque Dio cambiò in bene la minacciosa profezia di Giona, così Dio desiste dal compiere il "male" verso chi si converte al bene.
Non dobbiamo mai stancarci di volere la santità e di aspirare alla conversione, come anche l'uomo malvagio non si stanca di fare il male e di rifiutare Dio. La prima è una stanchezza che nobilita ed esalta, perché procura la gloria. La seconda è una stanchezza che umilia e avvilisce, perché causa rovina.
La chiamata alla santità è talmente importante che il Nuovo Testamento inizia e finisce con questo appello: Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino (Vangelo di Matteo 3,2); Se non vi convertirete non entrerete nel regno dei cieli (Vangelo di Matteo 18,3); Beati e santi coloro che prendono parte alla prima risurrezione (Libro dell'Apocalisse 20,6); Beati quelli che lavano le loro vesti: avranno parte all'albero della vita (Libro dell'Apocalisse 22,14).
La prima risurrezione che dobbiamo intraprendere è quella spirituale, cioè la risurrezione dal peccato. Le vesti che dobbiamo lavare sono le nostre azioni, in modo che esse siano candide, santificate dalla grazia e dalla buona volontà, degne di entrare al banchetto delle nozze.
La conversione è importante sia per i credenti, che per i non credenti, perché se non c'è conversione c'è il male, il peccato, il disordine, la rovina. Senza conversione l'uomo perde la somiglianza con Dio e diventa sempre più animale e servo del demonio.
La conversione è un argomento serio e attuale, anche se non è più attuale ciò che è serietà. È un argomento serio e sempre attuale, come serio e sempre attuale è l'argomento della morte. Con la morte non si scherza, perché è uno scherzo mortale. Uno scherzo che, oltre ad uccidere il corpo, uccide anche l'anima, una beffa contro ciò che il Signore ha fatto e ha detto, un tentare la sua grazia e la sua bontà, andando contro ciò che il precetto comanda: Non tenterai il Signore Dio tuo (Vangelo di Matteo 4,7; Libro del Deuteronomio 6,16).
Dice l'Apostolo: Passa la scena di questo mondo! Perciò non dobbiamo fare di questo mondo una scenata, prendendo in giro Dio e noi stessi e vivendo sulla terra come se questa fosse la realtà assoluta e definitiva, lo scopo del tempo e della storia. No, non dobbiamo essere sedotti dagli interessi e dalle sicurezze del mondo, perché tutto sta esaurendosi: Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Meditiamo anche queste altre parole: Il tempo ormai si è fatto breve; d'ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l'avessero; coloro che piangono, come se non piangessero e quelli che godono come se non godessero; quelli che comprano, come se non possedessero; quelli che usano del mondo, come se non ne usassero appieno: perché passa la scena di questo mondo!
Durante la nostra vita possiamo sbagliare, cadere in peccati anche gravi, passare un periodo turbolento, essere stanchi e depressi. Ma fin che essa dura ci è concesso di rialzarci e di ricominciare, confidando in Dio che tutto perdona quando c'è la buona volontà di non peccare più. Imitiamo gli abitanti di Ninive che si convertirono alla predicazione del santo veggente.
Lezione

LA FAMIGLIA
Dice Sant'Ignazio di Antiochia, vescovo e martire: "È meglio essere cristiani senza dirlo, che dirlo senza esserlo". L'amore non si prova a parole, ma a fatti. Colui che chiude il cuore al suo simile è un ribelle al comando di Dio, e da Dio avrà ribellione.
Siamo tutti fratelli, perché figli di uno stesso Padre, eppure anche nell'interno delle famiglie, dove lo stesso sangue sigilla la speciale fratellanza, vi sono odi, accuse, attriti, inimicizie, guerre, vendette: fratelli contro fratelli, figli contro genitori, consorti nemici fra loro...
Perché nelle case non vi sia malvagità, ingiustizia, tradimento, divisione, vendetta, occorre imparare fin da piccoli il rispetto per la famiglia, che è l'organismo più importante del mondo. Un organismo piccolo, rispetto ad una nazione o ad un continente, ma grande perché il più antico. Infatti la famiglia fu istituita da Dio, quando ancora non esisteva il concetto di patria e di città, origine di tutte le razze, piccolo impero in cui l'uomo è re, la donna regina, sudditi i figli.
Può mai un regno durare, se esso è diviso nel suo interno e nemico fra i suoi componenti? Non può durare: Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non può reggersi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non può stare in piedi (Vangelo di Marco 3,24-25). Così non c'è famiglia se in essa manca l'obbedienza, il rispetto, la stima, il timor di Dio, la carità, la pace, la fiducia, la letizia, l'umiltà.
Onora il padre e la madre (Libro dell'Esodo 20,12). Per il bene della casa il Signore raccomanda ai figli di amare i genitori e ai genitori di educare bene i figli. Come si onorano i propri cari? E perché si devono onorare? Si onorano quando si fa loro del bene, quando si cerca di farli felici e di renderli orgogliosi di avere dei cari onesti, stimati, lodati, onorati, noti e imitati dal mondo dei buoni. Si onorano i genitori quando si venerano, si ammirano, quando si aiutano nelle loro necessità, specie se anziani e incapaci. Essi si sono sacrificati per noi fin dall'inizio, lavorando, faticando e soffrendo, per non farci mancare nulla e prepararci una vita facile, sicura, bella, perciò è obbligo ricompensarli. Dopo Dio sono coloro che ci hanno dato la vita ed hanno pensato a tutte le nostre necessità materiali, morali e spirituali; coloro che sono i nostri primi amici, i nostri primi modelli, i nostri primi maestri.
Quale amico può essere più amico di un papà? e quale amica più amica di una mamma? Possiamo aver paura di loro e pensare: "Sarò odiato, tradito, scacciato, dimenticato da loro?". Eppure può succedere che un figlio o una figlia chiudano il proprio cuore ai genitori, causa di lacrime paterne e materne che rigano come gocce di sangue il loro cuore e lo trafiggono con frecce e pugnali.
Il martirio di un genitore calpestato avrà premio dal Signore. Ma l'atto del figlio ingrato non sarà dimenticato, perché l'aldilà non è fantasia umana, ma verità divina e nell'aldilà si avrà premio o castigo a seconda di come si è vissuti sulla terra.
Chi manca al genitore, manca a Dio, perché Dio ha comandato l'amore per i genitori in cui Egli si riflette. Chi pecca contro il genitore uccide l'amore più santo dopo quello di Dio. Si può aver stima e fiducia in chi ha tradito l'amore di una madre e deriso i capelli bianchi di un padre? Chi pecca contro il genitore ha già in sé i germi delle malvagità future, perché da cattivo figlio non può che venire un crudele sposo e un cattivo consorte.
Allo stesso modo i genitori devono essere un esempio e un aiuto per i loro figli, il sole e la luna della casa. Una mamma è sempre la prima immagine della sposa per il figlio. Un papà ha il volto che la figlia sogna per il suo sposo futuro. Affinché il mondo sia nel bene come in una famiglia, è necessario che il bene sia nelle famiglie del mondo. Vita e benedizione nella casa che teme il Signore: Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia (Vangelo di Matteo 7,25).



Articoli recenti
Nuvole
misericordia Catechismo Maggiore di S. Pio X Kasper Pensieri a Voce Bassa assassinio eresia ariana Mistica Maria Valtorta interviste Quo Vadis? guarigioni Papa Francesco rifugiati Benedetta Frigerio febbre spirituale monachesimo assolvere il peccato di aborto Amoris Laetitia No Vittorio Agnoletto consumismo Neo Modernismo Eye Pyramid Lund LGBT assistenza umanitaria Verginità di Maria Santiago del Estero Storia sociale della Chiesa Renxit Blondet Tosatti Kosovo Mama Antula pillole) Theologica P. Giovanni Cavalcoli Palmaro Wilders Israele Don Giuseppe Berardino Medaglia miracolosa serate valtortiane Lezioni spirituali p. Enzo Risurrezione dei morti Spadaro video Stephen Fedeli. valanga Amoris Laetitia Musica Sacra odio Maria Valtorta DUBIA rissa vaticana crollo del tetto di una chiesa comunione ai divorziati risposati mons. Fellay Claudio Pierantoni Crisi del Dogma Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Quaresima Gedeone alta! demonologia Paradiso LEZIONI SPIRITUALI Family Day PENSIERI VOCE ALTA varie riforma della curia Pensieri a voce alta (in pillole) Guido Landolina doveri Referendum Germain Grisex Stephen Austin Apparizione a Lourdes Buon Pastore strafalcioni Boff lettera dei quattro Cardinali darwinismo condanna luce 25 novembre 2016 tradizionalisti Marchino profezia Pontefice religiosa dubia Santo Sepolcro pro-life massoneria teologia del processo e del divenire IMU pro-life italiano Bernadette confessione Convegno Valtorta l'antilingua Preti sposati Non praevalebunt! Polonia Pensieri supplica Card. Burke Conferenze valtortiane Madonna imparare la Lis pro gender Lefebvre nuovo cristianesimo in ricordo del viaggio in Italia lotta contro l'aborto Renzi Don Ariel Fillon furto di ostie vescovo Robert W. McElroy Google Świebodzin aborto fenomeni Roberto De Mattei Russia Isis Argentina articoli vari Basta Bugie Raul Castro castigo di Dio Consacrazione Difendiamo i nostri figli Scalfari ecografia prenatale articolo 138 globalizzazione pensieri a voce alta otto errori. Padre Pio Beatitudini il mercante d'armi lezioni spirituali Jean-François Lavére medaglia miracolosa Valtorta carmelitana scisma Satana leucemia morte dei bambini La sconfitta di Renzi Cuba la Beppina Radio Maria promesse Pensieri a voce alta creazionismo antidarwinismo seminari Card. Biffi GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Beato Mayr-Nusser SOSPESO A DIVINIS Madonna della Ghiara Santa Veronica Giuliani Lutero Beata Giovanna Scopelli comunicazione non ostile riforma Finnis Transustanziazione Convegno valtortiano 2016 obiezione di coscienza gelo morte di Fidel Castro Frezza assenza di Dio Amoris miracoli intervista a Burke La necessità della... Resistenza Italia Islam moderato articolo su Maria Valtorta Aldo Maria Valli fare chiarezza Dubia Buon Natale Costituzione Immacolata Concezione La Samaritana Pontificato Bergoglio teoria eutanasia anno giubilare strage di Berlino Italicum Mistica viareggina Camicia della Madonna Francia Misericordia Gesù sacramentato Fidel Castro Natale treni a vento CONFERENZE E SANTE MESSE perdono battesimo terremoti Papa infallibilità bellezza Laetitia Purgatorio diritti terremotati tragedia a Uyo avvelenamento di massa I 4 Novissimi cappella agli islamici Maria Johm referendum feto il reato di intralcio all'aborto Amoris laetitia Porta Santa fastfood cremazione Strage di Viareggio Giornata della pace Caritas droga aborto peccato gravissimo dimissioni congelate Don Zucchini L'Evangelo come mi è stato rivelato convivenza fondazione Maria Valtorta il cornoletame Don Ariel S. Levi di Gualdo Pensieri a voce bassa Gesù Salvatore evoluzionismo Bukavu Pensieri a Voce Alta Pensieri a voce alta (in pillole) San GIuseppe economia modernisti Pensiero a voce bassa 1002 genocidio Basta Bugie La Croce di S. Benedetto rivoluzione religiosa Insediamento Trump streghe messainlatino Redenzione Twitter Commiato all'Opera bufale OMELIE Atti di riparazione comunismo Gerusalemme John Major domanda silenzio della S. Sede Papa Benedetto XVI AVVISO IMPORTANTE Cattedrale di Reggio Emilia Robert Spaemann Vaticano prostituzione Cardinali ex-cathedra Clinton a Unità dei cristiani effetto Paglia Limbo Volto Santo Benedetto XVI Card. Raymond Burke Giuda gender (in Fumagalli Gomez Davila Lourdes Brexit comunione a divorziati risposati cattolici statunitensi a Trump protestanti Avvenire CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta Fedeli Lo Straniero la Colonna dell'Immacolata Umberto Benigni Parlamento Aleppo Sander Magister omosessualità S. Antonio Abate anima vittima Bergoglio Gandolfini Don Minutella proselitismo Fraternità San Pio X Guido Villa commissariamento Ordine di Malta Papa Bergoglio Dogma Obama sale satanismo Giappone Expo Melloni Carlo Acutis Toscana Lezioni spirituali scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi dittatore settimana di preghiera riconteggio Concistoro Socci elezioni Politi eretico antimassoneria Giudizio Particolare traumi sisma lingue di vermi arrogante consustanziazione cinwue Dubia verginità della Vergine Re Magi incendio Creazione Cattedrale di Pristina correzione formale Sindone peronismo nazionalcattolico PENSIERI A VOCE ALTA eresie Morte omelie leggere flat tax PENSUERI A VOCE BASSA j'accuse Pillole Dott.ssa Elisabetta Frezza voce Fatima Intervista Benedettini Rwanda raccolta firme x chiedere dimissioni luterani intervista integrale al Card. Burke Misericordia et misera Newman Ratzinger filatelica Rom il sacro tugurio Cascioli la verità su Aleppo limbo Schneider Omelia fedeltà sesto dubia sogno Omelie Presepe Giovanni Paolo II FB Giobbe Pietro infallibilità e indeffettibilità della Chiesa sbarackato Obama Pence sincretismo sofferenza dei bambini indagato Sala Gender Trump Cina peccato originale Medjugorje Mattarella Ordine di Malta disorientamento pastorale omosessuali profughi tsunami Concilio Ministra dell'Istruzione Card. Sarah padre Lombardi Cristo Re Inferno Scopelli modernismo omelia Suor Lucia di Fatima liturgia antica Agnello di Dio ibernazione alluvioni Card. Brandmuller Giubileo della Misericordia 80 anni populismo latinoamericano apologetica Apocalisse Valeria Fedeli Mary Wagner
Torna ai contenuti | Torna al menu