> 24 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO A - 17 SETTEMBRE - Blog - Biblioteca Neval 3

Vai ai contenuti

Menu principale:

> 24 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO A - 17 SETTEMBRE

Biblioteca Neval 3
Pubblicato da in Omelie di P. Enzo Redolfi ·
Tags: OMELIE
VERITAS
Un aiuto per credere e vivere in Dio
Lezioni spirituali di P. Enzo Redolfi - cell. 349 40 20 292
inviate via e.mail a chi ne fa richiesta
24 DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO A - 17 SETTEMBRE

Le Sacre Letture di oggi ci istruiscono su una virtù che è la perfezione dell'amore e la virtù più tipica del cristianesimo. Tale virtù è il perdono, che ci rende ancora più simili al Signore.
Nella Prima Lettura troviamo un vero capolavoro di sapienza sul perdono. Ecco alcuni importanti passi: Chi si vendica avrà la vendetta dal Signore ed egli terrà sempre presenti i suoi peccati. Perdona l'offesa al tuo prossimo e allora per la tua preghiera ti saranno rimessi i peccati. Se qualcuno conserva la collera verso un altro uomo, come oserà chiedere la guarigione al Signore? Egli non ha misericordia per l'uomo suo simile, e osa pregare per i suoi peccati?
Perdonare perché? La risposta è chiara: se perdoni sarai perdonato e sarai santificato perché santificherai chi non perdona. In altre parole il Signore ci comanda di perdonare sempre, perché in questo modo ci rende a sua immagine e somiglianza e ci permette di glorificare il suo nome. Infatti, perdonando, noi aiutiamo il nostro prossimo a santificarsi, perché, essendo il perdono la più alta forma di amore, amando perfettamente convertiamo e santifichiamo chi non ama, aiutando la sua anima a salvarsi. Perciò, ancor prima di essere un dovere, il perdono è una grazia, poiché ottiene il perdono di Dio per noi e nello stesso tempo aiutiamo il nostro prossimo a santificarsi.
Nella preghiera del Padre nostro non diciamo forse: Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori (Vangelo di Matteo 6,12)? Ma se noi non perdoniamo al nostro prossimo, come possiamo sperare nel perdono di Dio? Ci può forse esaudire? No, non può, perché manca in noi la condizione di ottenere la grazia, cioè la disponibilità di concederla agli altri.
Pensiamo alla parabola del servo spietato indicata oggi nel Vangelo: Quel servo aveva ottenuto dal padrone il condono di un debito immenso, diecimila talenti, pari a circa tre miliardi di euro. Non doveva perciò anche lui condonare il debito di appena cento denari, pari a cinquemila euro, che gli doveva un suo compagno di servizio? Avrebbe dovuto farlo, con gioia e senza pensarci, perché aveva appena ottenuto una grazia incommensurabile.
L'insegnamento della parabola è chiaro: Dio ci ha condonato tutto il debito che avevamo con Lui a causa del peccato, un debito che solamente un Dio poteva riscattare, mandando il proprio Figlio ad espiare per noi e chiedendoci solamente di credere in Lui. È perciò una gioia, oltre che un dovere, condonare anche noi i piccoli debiti degli altri nei nostri confronti, cioè non tener conto del piccolo male ricevuto, pensando al grande bene ottenuto. Facendo così avremo anche il merito della fede dimostrata, oltre che della grazia ricevuta. È per questo che il Signore si felicita con coloro che sono misericordiosi: Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Vangelo di Matteo 5,7).
Oltre al motivo della grazia e della gloria per chi perdona, ce n'è un secondo, appena meno importante del primo. Il motivo è espresso in queste altre sacre parole: Ricordati della tua fine e smetti di odiare, ricordati della corruzione e della morte e resta fedele ai comandamenti. Ricordati dei comandamenti e non aver rancore verso il prossimo, dell'alleanza con l'Altissimo, e non far conto dell'offesa subita. Parole bellissime, parole sagge, parole intelligenti.
Pensare alla morte significa diventare saggi ed essere liberi dagli affanni delle cose e delle passioni della vita. Chi medita spesso la propria fine capisce che non vale la pena arrabbiarsi e agitarsi più di tanto, perché tutto passa col tempo, tutto svanisce; ma soprattutto capisce che sopportare per amore le persone moleste, cercando di convertirle, è una grande opera di carità spirituale e un segno sicuro di fedeltà ai comandamenti.
Perché conservare il rancore se fra poco tempo andremo a finire in una fossa? Perché vendicarsi se non sappiamo nemmeno se domani siamo vivi? Ricordiamoci della nostra fine e smettiamo di odiare. Ricordiamoci soprattutto che, perdonando ai nostri nemici, osserviamo i comandamenti e ne avremo gloria davanti al Signore. Dio, infatti, vuole che amiamo anche i cattivi, non perché non sia giusto odiare il male ed opporsi al malvagio condannando le opere che fa, ma perché è ancora più giusto vincere il male con il bene e annullare la vendetta col perdono, in vista della santificazione altrui e della gloria propria.
Dopo queste sapienti riflessioni, ispirate dal Sapiente, possiamo meglio capire la risposta che Gesù dà all'apostolo Pietro, il quale gli domanda quante volte deve perdonare al suo fratello se peccava contro di lui: Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette.
EREDITEREMO LA TERRA
Dice il Signore in un famoso discorso all'inizio della sua predicazione: Beati i miti, perché erediteranno la terra (Vangelo di Matteo 5,5).
La bontà è un grandissimo valore, specie ai nostri giorni in cui la prepotenza del progresso ha il sopravvento. La mitezza è benedetta dal cielo e gradita alla terra, perché chi è buono conquista gli animi; chi è buono diventa il fratello, il padre e l'amico di tutti; chi è buono ha molti seguaci che gli sono fedeli e che lo seguono nella via del bene, attratti dal suo esempio e conquistati dalla sua santità.
La beatitudine della mitezza, la terza descritta nel discorso delle beatitudini, può parere in contrasto con gli esempi della vita giornaliera. I non mansueti, infatti, sembrano trionfare nelle famiglie, nelle città, nelle nazioni. Ma è vero trionfo? No. È un trionfo terreno e perciò molto fragile e temporaneo. Un trionfo apparente. Finita la gioia della festa, finito il momento del successo, finita la capacità del potere, tutto cade e svanisce.
I non mansueti non possiedono i cuori dei consorti, dei familiari, dei sudditi, dei colleghi. Non piegano menti e spiriti alle loro dottrine quei capi e quei superiori che sbandierano arrogantemente la loro posizione di potere. Impongono la loro volontà, ma non sono imitati e perciò non si realizzano per loro queste parole di Gesù: Erediteranno la terra. Perché pochi o nessuno li segue, o se li seguono finiscono tutti nel baratro, come è successo per molti despoti violenti. Gesù perciò ci raccomanda di allontanarci da questi tali, e dice: Lasciateli! Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso! (Vangelo di Matteo 15,14).
Anche in campo spirituale è così. Non portano a Dio quei cristiani che non hanno la dolcezza e l'umiltà nel cuore. Non portano a Dio quei cristiani che hanno molto comando e poca carità, molta scienza e poca saggezza. Ricordiamo che Gesù ci ha identificati con il sale della terra e la luce del mondo (Vangelo di Matteo 5,13-14), raccomandandoci di essere suoi testimoni autentici, nei fatti e nelle parole, negli insegnamenti e nella carità.
La mansuetudine è uno dei mezzi per salvare le anime, perché essere mansueti significa essere evangelici, simili a Gesù che è venuto sulla terra per salvare l'uomo. Abbiamo l'onore e la grazia di portare la fede dove vi è l'ateismo, l'amore dove vi è l'odio, la santità dove vi è il peccato; abbiamo l'onore e la grazia di portare giustizia dove vi è sopraffazione, umiltà dove vi è superbia, pace dove vi è guerra, perdono dove vi è vendetta, verità dove vi è menzogna, gioia dove vi è tristezza.
Se saremo miti erediteremo la terra, perché porteremo in cielo molte persone che ora vivono con noi quaggiù, contrastando l'azione devastatrice di Satana. La nostra mitezza, che è sinonimo di amore, vincerà l'odio e la superbia, annullando l'azione del maligno, e il mondo sarà nostro, ossia di Dio, e il suo regno rifiorirà.



Articoli recenti
Nuvole
Buon Pastore Paradiso P. Giovanni Cavalcoli tsunami luterani il sacro tugurio omosessuali Card. Sarah Maria Valtorta assassinio lettera dei quattro Cardinali Giubileo della Misericordia terremoti infallibilità tragedia a Uyo Gedeone Papa Benedetto XVI dittatore Costituzione Gesù Salvatore padre Lombardi articolo su Maria Valtorta Politi Benedetto XVI Ratzinger messainlatino 25 novembre 2016 nuovo cristianesimo AVVISO IMPORTANTE fenomeni Mama Antula sofferenza dei bambini Google condanna Redenzione San GIuseppe cattolici statunitensi a Trump leggere treni a vento Misericordia Quo Vadis? Mary Wagner Parlamento religiosa Ordine di Malta Intervista Benedettini globalizzazione ibernazione fastfood DUBIA Raul Castro Laetitia economia Gandolfini Twitter disorientamento pastorale traumi Pensiero a voce bassa 1002 domanda Don Zucchini sesto dubia leucemia Don Minutella FB Fraternità San Pio X Fatima terremotati in ricordo del viaggio in Italia cinwue Dubia Avvenire Newman scisma eresia ariana Mistica Maria Valtorta crollo del tetto di una chiesa diritti Jean-François Lavére Medaglia miracolosa consumismo Cattedrale di Pristina indagato Sala Beato Mayr-Nusser scandalo sacerdoti omosessuali e conviventi Natale Russia Spadaro Crisi del Dogma eutanasia La necessità della... Resistenza carmelitana furto di ostie omosessualità Giappone Kasper Volto Santo Insediamento Trump assolvere il peccato di aborto Trump Giornata della pace Stephen Austin rissa vaticana confessione supplica Cattedrale di Reggio Emilia comunione a divorziati risposati Camicia della Madonna Don Ariel S. Levi di Gualdo Lezioni spirituali p. Enzo omelie Francia il cornoletame rivoluzione religiosa incendio Claudio Pierantoni Consacrazione Bergoglio modernisti Italicum PENSIERI VOCE ALTA Aleppo Pontificato Bergoglio Finnis monachesimo medaglia miracolosa assenza di Dio misericordia IMU vescovo Robert W. McElroy Card. Burke Sander Magister lezioni spirituali protestanti Beata Giovanna Scopelli Beatitudini Morte articoli vari Basta Bugie Verginità di Maria arrogante effetto Paglia Gomez Davila modernismo sbarackato Obama cappella agli islamici Dubia Non praevalebunt! Dott.ssa Elisabetta Frezza streghe Germain Grisex Porta Santa Mattarella 80 anni Pensieri a Voce Bassa Card. Raymond Burke rifugiati comunione ai divorziati risposati castigo di Dio Toscana Storia sociale della Chiesa Carlo Acutis Card. Biffi Papa Francesco profughi ex-cathedra droga Santa Veronica Giuliani Incontro 80 sindaci da tutto il mondo Family Day Cristo Re populismo latinoamericano Amoris Brexit raccolta firme x chiedere dimissioni Card. Brandmuller Robert Spaemann comunicazione non ostile assistenza umanitaria Dogma Referendum Bukavu satanismo Pensieri a voce alta demonologia Don Giuseppe Berardino Cina sogno Argentina Fumagalli riconteggio sale Madonna Umberto Benigni interviste strage di Berlino Re Magi riforma intervista integrale al Card. Burke Sindone pro-life italiano infallibilità e indeffettibilità della Chiesa Atti di riparazione intervista a Burke aborto Don Ariel liturgia antica Johm Świebodzin Santiago del Estero Radio Maria dubia Valtorta Inferno strafalcioni genocidio sisma I 4 Novissimi referendum cremazione dimissioni congelate Pensieri a voce bassa Neo Modernismo video Stephen Gender Satana Benedetta Frigerio sincretismo Renxit fedeltà doveri fondazione Maria Valtorta Lezioni spirituali creazionismo battesimo Papa settimana di preghiera teoria Catechismo Maggiore di S. Pio X Immacolata Concezione Socci elezioni Tosatti Giuda Obama Blondet Omelie Unità dei cristiani comunismo Apocalisse Italia Padre Pio proselitismo Conferenze valtortiane GUERRA CIVILE FRA CATTOLICI Musica Sacra prostituzione Bernadette Lund luce Medjugorje fare chiarezza eretico Valeria Fedeli anno giubilare Theologica Pensieri a Voce Alta filatelica Misericordia et misera CONFERENZE E SANTE MESSE Boff No CONVEGNO iNTERNAZIONALE su Maria Valtorta bufale Papa Bergoglio Pontefice Scalfari Fidel Castro Agnello di Dio La Croce di S. Benedetto morte dei bambini Marchino Preti sposati riforma della curia Schneider massoneria Rom miracoli darwinismo silenzio della S. Sede Amoris Laetitia articolo 138 Lefebvre Giobbe Convegno valtortiano 2016 serate valtortiane Rwanda consustanziazione guarigioni teologia del processo e del divenire Cardinali Maria LGBT Creazione gender pro gender tradizionalisti odio Commiato all'Opera Ministra dell'Istruzione correzione formale Gesù sacramentato pensieri a voce alta Fedeli Purgatorio Wilders peccato originale Melloni imparare la Lis Fedeli. eresie la Colonna dell'Immacolata la Beppina Giovanni Paolo II Pietro perdono Kosovo Risurrezione dei morti Mistica viareggina il mercante d'armi antidarwinismo Suor Lucia di Fatima OMELIE convivenza Vittorio Agnoletto Scopelli varie Roberto De Mattei PENSIERI A VOCE ALTA Frezza Caritas Apparizione a Lourdes Amoris laetitia gelo lingue di vermi promesse Basta Bugie bellezza Renzi Santo Sepolcro la verità su Aleppo Cascioli Palmaro lotta contro l'aborto antimassoneria Madonna della Ghiara limbo morte di Fidel Castro L'Evangelo come mi è stato rivelato S. Antonio Abate mons. Fellay obiezione di coscienza feto Amoris Laetitia flat tax Quaresima Fillon peronismo nazionalcattolico SOSPESO A DIVINIS alluvioni LEZIONI SPIRITUALI apologetica evoluzionismo Eye Pyramid ecografia prenatale Guido Landolina Vaticano La Samaritana avvelenamento di massa Israele Islam moderato valanga Transustanziazione Pence Buon Natale Strage di Viareggio Difendiamo i nostri figli Presepe il reato di intralcio all'aborto Concilio commissariamento Ordine di Malta Concistoro Lo Straniero Guido Villa verginità della Vergine Clinton John Major Gerusalemme aborto peccato gravissimo Lutero Limbo Convegno Valtorta febbre spirituale j'accuse Lourdes Cuba Expo Aldo Maria Valli Isis seminari pro-life Giudizio Particolare anima vittima profezia La sconfitta di Renzi Polonia otto errori. l'antilingua
Torna ai contenuti | Torna al menu